Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41 lo Stato lento e inefficace sostituito nel welfare dalle imprese

Le imprese ancora esempi di attuazione di novità per le pensioni e misure per il welfare mentre lo Stato temporeggia e rimanda

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:43): E oltre casi concreti di novità per le pensioni o collegate da parte delle imprese, vi è anche Confidustria, ma anche Confartigianato, solo per citarne due di associazioni, che hanno più volte ribadito l'importanza per un rilancio del sistema di una staffetta e l'hanno chiesta più volte nelle ultime notizie e ultimissime allo Stato.


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:15): Continuano a moltiplicarsi gli esempi di come siano le stesse imprese a prendere il posto dello Stato quando si tratta di novità per le pensioni e introduzione di politiche per favorire il ricambio generazionale. I casi degli incentivi di Luxottica, della staffetta di Enel e del azioni per il benessere dei lavoratori di Virgin, riferiti dalle ultime e ultimissime notizie, sono solo alcuni esempi.

Le imprese fanno ancora passi avanti nel campo del welfare e delle novità per le pensioni rispetto alla Stato: mentre, infatti, quest’ultimo temporeggia e rimanda, come confermano le ultime notizie sulle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 che la maggioranza sta portando avanti e nuovi rinvii delle novità per le pensioni più importanti, come quota 100 e quota 41 per tutti, le imprese private cambiano. Tra i principali esempi che possiamo citare spicca senza dubbio quello di Luxottica, che ha avviato sia un nuovo incentivo vita sia un nuovo patto generazionale lavorativo. L’incentivo vita è un contributo del valore compreso tra i30 mila euro e i 70mila, che viene erogato alla famiglia dei propri dipendenti in caso di scomparsa di quest’ultimi. Il valore del contributo cresce se nel nucleo familiare vi siano un minore, studenti che abbiano meno di 30 anni di età, persone disabili o se si ha un mutuo in essere sulla prima casa. Il patto generazionale, invece, permette a cento lavoratori cui mancano solo tre anni al raggiungimento dei requisiti pensionistici, che scendono 5 se si tratta di lavoratori affetti da gravi patologie o malattie invalidanti, di passare al part time al 50% senza penalità sulla pensione finale a patto che vangano contestualmente assunti nuovi giovani.

Anche Enel ha avviato alla staffetta per sostenere il ricambio generazionale a lavoro, mentre la celebre Virgin ha deciso di puntare particolarmente sul welfare per sostenere un maggiore benessere del lavoratore e spingerne le capacità produttive. In  particolare, il patron della Virgin ha deciso di lasciare ai propri dipendenti la facoltà di decidere quando e quanto tempo lavorare e andare in ferie, purchè entro il periodo stabilito di presentazione o realizzazione di un progetto, quest’ultimo fosse concluso al meglio. Si tratta di una possibilità che, secondo il patron stesso della Virgin, permetterebbe agli impiegati di lavorare più serenamente e in condizioni decisamente migliori.

Welfare e assistenza sono al centro anche del rinnovo del contratto dei metalmeccanici: stando, infatti, alle ultime notizie, il nuovo contratto prevede 51 euro di aumento a regime, 156 euro annui per la sanità integrativa, un contributo del 2% a carico delle imprese da giugno 2017 per la previdenza complementare da destinare al fondo Cometa, e si tratta, inoltre, del primo contratto nazionale che prevede l’introduzione del diritto alla formazione continua della durata di 24 ore e sarà disponibile un contributo massimo di 300 euro da spendere per attività formative. Insieme al nuovo contratto dei metalmeccanici, è stato firmato all'Unione Industriale di Torino da Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Associazione Quadr anche il nuovo accordo per i lavoratori di Fca e Cnh Industrial. Si tratta di una novità che prevede notevoli vantaggi sia per l'azienda stessa che per i lavoratori, cercando di ridurre il peso di cuneo fiscale e contributivo e sostenendo il welfare in maniera decisamente ottima.

Stando, infatti, a quanto riportano le ultime notizie su questo accordo, i lavoratori di Fca e Cnh Industrial l’anno prossimo potranno scegliere di impiegare i circa 800 euro di premio aziendale in beni e servizi di welfare, come spese per istruzione dei figli e servizi di cura, o buoni spesa, carburante, servizi di ricreazione,come abbonamenti in palestra o corsi formativi, e previdenza integrativa. Si tratta di novità che, come riportano le ultime e ultimissime notizie, potranno essere ancora ampliate ma ci si chiede come mai, nonostante vantaggi e convenienze che ne deriverebbero, lo Stato ancora temporeggi e le imprese private debbano diventare punti di riferimento di novità.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire