BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa terzo ciclo, assunzioni nuove definitive e in transizione nella riunione di oggi giovedì 1 dicembre saranno oggetto principale

Riflettori accesi sulla riunione di domani tra Miur e forze sociali: potrebbe finalmente essere arrivato il turno del Tfa.




Di incontro a incontro, quella di domani potrebbe essere una gioranta importante per il Tfa terzo ciclo. Anche in questo caso occorrono tutte le cautele del caso, considerando che i precedenti incontri tra Miur e forze sociali si sono concluse con un nulla di fatto. Domani si ragiona comunque sulle deleghe previste dalla legge della cosiddetta buona scuola, in particolare quella relativa al nuovo sistema di reclutamento e alla fase transitoria. Ed è in questo alveo che dovrebbe inserirsi il nuovo Tfa ordinario. Ecco allora che dalla riunione di domani (l'ennesima) potrebbero finalmente arrivare le risposte sul Tfa ovvero conoscere le intenzioni dell'amministrazione scolastica sulla sua attivazione.

Di certo c'è che sono in discussione anche i posti assegnati, che sembravano l'unico punto sicuro del Tfa 2016: 16.436, di cui 11.328 comuni e 5.108 sul sostegno per l'abilitazione all'insegnamento nelle scuole medie e superiori. Volendo entrare nel dettaglio, 8.058 riguardano le superiori, 3.270 le medie. In merito ai posti sul sostegno, 392 sono destinati alla scuola dell'infanzia, 1.749 alla primaria, 1.932 alle medie e infine 1.035 alle superiori. E a proposito di statali e di insegnanti, c'è attesa per l'esito delle trattative per lo sblocco dei contratti dei dipendenti pubblici. In discussione non c'è solo la somma stanziata, comunque contenuta, ma soprattutto le modalità della sua erogazione.

A ogni modo, l'accesso al prossimo Tfa, forse l'ultimo, dovrebbe comunque essere consentito a coloro in possesso di una laurea del vecchio ordinamento e degli eventuali esami richiesti per poter avere accesso all'insegnamento, di una laurea del nuovo ordinamento specialistica o magistrale e degli eventuali crediti formativi per poter avere accesso all'insegnamento, del diploma Isef, già valido per l'accesso all'insegnamento di educazione fisica, per i Tfa di Scienze Motorie.

Tra le novità di questo anno scolastico, destinate ad avere ripercussioni anche in ottica Tfa (non è affatto scontato che venga attivato per tutte le classi), ci sono già le classi di abilitazione A-23 per l'insegnamento di Lingua italiana per studenti di lingua straniera e A-53 Storia della musica; A-55 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria di II grado; A-57 Tecnica della danza classica; A-58 Tecnica della danza contemporanea; A-59 Tecniche di accompagnamento alla danza; A-63 Tecnologie musicali; A-64 Teoria, analisi e composizione; A-35 Scienze e tecnologie della calzatura e della moda; A-36 Scienze e tecnologia della logistica; A-65 Teoria e tecnica della comunicazione, oltre a due nuove classi di concorso su materie tecnico-pratiche.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il