BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie rinnovate novità affrontabili tra Governo Renzi-Cgil riorganizzata novità mini pensioni,quota 100,quota 41

Si rinnova la Cgil e potrebbero aprirsi nuove discussioni su novità per le pensioni con il governo Renzi: situazione e prospettive




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO nel testo ore 15:33)

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:47): E non solo Ghiselli, ma si attende anche l'elezione soprattutto del nuovo responsabile che potrebbe essere Landini nelle ultime notizie e ultimissime dato tra i più probabili. E a quel punto davvero inedite trattative per le novità per le pensioni si potrebbeo aprire. Ma già adesso c'è un ulteriore, si spera, passo avanti.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:30): Prosegue la riorganizzazione interna della Confederazione generale italiana del lavoro e in genere a forze fresche corrisponde una rinnovata spinta al cambiamento e alla combattività, anche rispetto alle novità per le pensioni. Secondo le ultime e ultimissime notizie c'è molta aspettativa su Roberto Ghiselli, segretario generale della Cgil Marche, entrato nella segreteria nazionale.

La Cgil si prepara a cambiare e a rinnovarsi, pronta, eventualmente, a nuove discussioni con il governo Renzi anche sulle novità per le pensioni. Stando alle ultime notizie, Roberto Ghiselli, segretario generale della Cgil Marche, è entrato a fare parte della segreteria nazionale, eletto dall'assemblea nazionale con 188 voti a favore, 28 contrari, 8 fra astenuti e bianche. Ghiselli ha ricoperto l'incarico di segretario generale Cgil dal 2012 e avuto il nuovo incarico ha dichiarato, stando a quanto riportano le ultime notizie, di impegnarsi per lavorare al meglio per tutelare e sostenere i lavoratori e, allo stesso tempo, rafforzare l'unità dell'organizzazione e il processo di maggiore unità con le altre forze sociali, anche per aprire un nuovo percorso di dialogo con lo stesso governo.
 
La nomina di Ghiselli non è stata però l’unica novità della Cgil, che ha definito la sua nuova segreteria nazionale in generale, che sarà composta d’ora in poi da nove componenti: sono stati, infatti, eletti segretari confederali, insieme a Roberto Ghiselli, Vincenzo Colla (da segretario generale Cgil Emilia Romagna), Rossana Dettori (ex segretario generale Fp-Cgil), Giuseppe Massafra (da segretario generale Cgil Taranto) e Tania Scacchetti (da segretario generale Cgil Modena), i cinque nuovi segretari che vanno a sostituire Danilo Barbi, Fabrizio Solari, Vera Lamonica (passata nella segreteria nazionale Spi-Cgil) e Serena Sorrentino (attuale segretario generale Fp-Cgil).

I nuovi segretari confederali affiancano, oltre a Susanna Camusso, Nino Baseotto, Gianna Fracassi e Franco Martini. Le nuove nomine si inseriscono in un processo di rinnovamento della confederazione che certamente in un nuovo percorso di dialogo con la maggioranza cercheranno nuovi spunti per riaprire le discussioni sulle novità per le pensioni, considerando che l’accordo sulle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 limitate e ristrette, nonostante fatto tra governo e le stesse forze sociali, non soddisfa completamente proprio perchè prevede troppi paletti. All’indomani delle ultime notizie sulle nuove elezioni dei segretari, tra un anno poi sono in programma le nuove elezioni interne alla stessa Cgil e, stando alle ultime e ultimissime notizie, Maurizio Landini potrebbero prendere il posto di Susanna Camusso.

Proprio in questi ultimi giorni, lo stesso Landini ha ribadito il suo appoggio al nuovo patto della fabbrica, parlando di buoni presupposti per una sua realizzazione con misure per i lavoratori, compreso il rilancio di importanti novità per le pensioni, e criticando fortemente le attuali novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, puntando il dito contro il piano di rimborso 20ennale a carico dei lavoratori che decidessero di lasciare anzitempo la propria occupazione, potrebbe certamente aprire nuove strade di discussioni per ulteriori novità per le pensioni più profonde rispetto a mini pensione e quota 41 che oggi la maggioranza sta portando avanti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il