Pensioni ultime notizie su quota 100, quota 41, mini pensioni da Marchione, Furlan, Boccia

Come possono cambiare gli scenari lavoratori e conseguenze per novità per le pensioni con ultime notizie e affermazioni da Marchionne, Furlan, Boccia

Pensioni ultime notizie su quota 100, qu


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore nel testo 11:12)

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:01): E' interessante altresì notare come sulle novità per le pensioni, il sostegno e l'aiuto non ci siano divergenza come erano capitato in passato tra l'associazione degli Industriali e singoli imprenditori, come ad esempio, Marchionne, che ha deciso uno stanziamento di 700 euro per singolo dipendenti per aiuti e sostegni che si ricollegano anche alle pensioni come riportato nelle affermazioni delle ultime notizie e ultimissime 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:20): L'urgenza e l'importanza delle novità per le pensioni per rilanciare l'intera economia sono state ripetute più volte nelle ultime notizie e ultimisime da parte dei vari attori protagonisti tra cui i singoli imprenditori, le associazioni degli stessi che dopo un lungo periodo anche per questo obiettivo hanno riziato a dialogare con le forze sociali stando lo Stato praticamente fermo.

Dopo le ultime notizie sull’accordo sui contratti dei metalmeccanici e i nuovi accordi raggiunti anche per la contrattazione del mondo del commercio e del turismo, dimostrando che sono tanti coloro che vanno avanti con novità ai contratti che tutelino e siano a favore dei lavoratori, le ultime e ultimissime notizie riguardano anche il nuovo accordo per i lavoratori di Fca e Cnh Industrial, di cui Sergio Marchionne è rispettivamente amministratore delegato e presidente, firmato all'Unione Industriale di Torino da Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Associazione Quadri, nuovo accordo che prevede notevoli vantaggi per azienda e lavoratori, con misure di sostegno del welfare e riduzione di cuneo fiscale e contributivo. Le ultime notizie sul nuovo accordo prevedono, infatti che i lavoratori di Fca e Cnh Industrial per l’anno prossimo potranno scegliere di impiegare i circa 800 euro di premio aziendale in beni e servizi di welfare, come spese per istruzione dei figli e servizi di cura, o buoni spesa, carburante, servizi di ricreazione,come abbonamenti in palestra o corsi formativi, e previdenza integrativa.

La leader della Cisl, Annamaria Furlan, e il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, mercoledì 7 dicembre saranno nuovamente insieme intorno ad un tavolo per tornare a parlare del patto di fabbrica, tornando, dunque, a pianificare novità che interesserebbero assistenza, aiuti e sostegni ai più bisognosi e novità per le pensioni, che innanzitutto potrebbe prevedere un’ulteriore revisione delle attuali norme pensionistiche capaci di dare avvio al ricambio generazionale per un rilancio dell’occupazione giovanile. Del resto, sia Confindustria che le forze sociali, Cisl compresa, ritengono , da sempre, che novità per le pensioni possano essere positive soprattutto perché capaci di dare nuova spinta al mercato del lavoro, soprattutto giovanile, con conseguente nuova spinta e, di conseguenza, all’economia in generale. Nonostante, infatti, la stessa Furlan, all’indomani dell’intesa con la maggioranza sulle novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 che al momento si stanno portando avanti, si sia detta soddisfatta e abbia parlato di buon lavoro, stando alle ultime notizie, avrebbe anche puntualizzato che si tratta di un percorso di cambiamento avviato ma che bisogna portare avanti. E quale migliore occasione per farlo se non coinvolgendo anche Confindustria, pronti entrambe, forze sociali e associazioni degli industriali, a rilanciare il patto della fabbrica?

 da sempre ha sostenuto l’importanza delle novità per le pensioni di prepensionamento proprio perché si sarebbe tradotto nell’impiego di giovani, sinonimo di produttività, quanto delle forze sociali, secondo cui attraverso piani di prepensionamento si potrebbe spingere l’occupazione, soprattutto giovanile. Il problema è che le attuali novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, con troppo paletti e troppi limiti, che la maggioranza sta portando avanti non contribuiscono a raggiungere questi obiettivi. Servono, però, come del resto ribadito anche dalle ultime notizie, modifiche più profonde e importanti, probabilmente saranno messe a punto solo in una seconda fase di lavoro sulle novità per le pensioni, come annunciato da alcuni tecnici della maggioranza, ma servono novità adesso.

Secondo quanto affermato dal presidente di Confindustria Boccia, come riportano le ultime notizie, il patto della fabbrica sarebbe importante per raggiungere gli importanti obiettivi per la crescita economica del nostro Paese e per dare una nuova reale spinta all’occupazione, partendo dal rinnovo dei modelli contrattuali, che dovranno mirare soprattutto a salvaguardare imprese e interessi dei lavoratori, ponendo al centro dell'interesse il lavoratore, non solo in un'ottica economica, ma anche da un punto di vista di assistenza e previdenza, con spinta al turn over che, come ben sappiamo, si potrebbe facilmente realizzare attraverso novità per le pensioni, come quota 100 o quota 41 per tutti, che permettano ai lavoratori più anziani di lasciare anzitempo la propria occupazione lasciando spazio ai più giovani, oggi decisamente esclusi da mondo occupazionale, proprio a causa dell’allungamento dell’età pensionabile di coloro già impegnati

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il