Tfa terzo ciclo, nuove assunzione, concorsi: bloccato, congelato o ritardato

Ci saranno provvedimenti bloccati, soprattutto nel caso di esercizio provvisorio che scatterebbe se la scadenza del 31 dicembre per l'approvazione della manovra non venisse rispettata?

Tfa terzo ciclo, nuove assunzione, conco


Tfa terzo ciclo, assunzioni, concorso ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e Tfa terzo ciclo, assunzioni, concorso novità (AGGIORNAMENTO ore 13:04): Tutto può essere bloccato o ritardato per quanto riguarda il tfa terzo ciclo, ma anche il nuovo sistema di concorsi e anche le assunzioni con la caduta del governo e un ite che si sta svolgendo che deve avere ancora parecchie indicazioni importanti ma che potrebbe avvenire senza ulteriori correzioni per farlo finire prima. La situazione è complessa.

Tfa terzo ciclo, assunzioni, concorso ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e Tfa terzo ciclo, assunzioni, concorso novità (AGGIORNAMENTO ore 22:20 nel testo)

Se la questione dell'attivazione del Tfa terzo ciclo ancora ferma al palo nonostante il tempo scorri inesorabilmente, è legata ad aspetti tecnici e organizzativi, è nutrito il capitolo scuola, insieme a università e centri di ricerca, nella legge di Bilancio appena approvata alla Camera, che pure non è esente da critiche, visto dal settore. Si parte dalle 25.000 nuove assunzioni frutto del regolare turn over, rispetto alle promesse di almeno 80.000 assunzioni legate alla riforma della scuola. Con l'incremento della dotazione dell'organico dell'autonomia si trasformano docenti precari in cattedre a tempo determinato. La dotazione destinata cresce di 140 milioni di euro nel 2017 e 400 milioni di euro nel 2018.

Sono i 25.000 posti fissi, di cui 5.000 per il sostegno, fa presente il Ministero dell'Istruzione. E vengono assunte anche mille persone del comparto amministrativo. Il percorso che il governo voleva iniziare con la Legge di stabilità prevedeva l'assunzione di 80.000 precari in tre anni innestando la legge di Bilancio sulle leggi delega da presentare entro fine anno. Ma il destino di questo progetto è appunto legato all'esito del referendum costituzionale che si è rivelato un flop per il presidente del Consiglio e la maggioranza. Le dimissioni sono state annunciate e ora resta da capire se prevarrà la soluzione di un governo tecnico o di uno istituzionale e soprattutto quali saranno i tempi per tornare al voto.

Proprio questo è il punto: ci saranno provvedimenti bloccati, soprattutto nel caso di esercizio provvisorio che scatterebbe se la scadenza del 31 dicembre per l'approvazione della manovra non venisse rispettata? Quanto al Fondo risarcimenti supplenze - le mancate assunzioni dei supplenti storici - cresce di 2 milioni di euro l'anno. Poi, con l'articolo 35-bis che si occupa del Fondo sociale occupazione ci sono tre stagioni di esonero dai contributi previdenziali fino a 3.250 euro l'anno per le aziende che assumono con contratto di apprendistato per la qualifica, il diploma e il certificato di specializzazione tecnica superiore. Novità anche per le supplenze.

I 36 mesi di supplenze che seguendo l'indicazione della Corte europea non potranno essere superati - vale per gli insegnanti e il personale amministrativo del comparto della scuola - partono dal primo settembre 2016. O si viene assunti entro settembre 2019 o si smette di insegnare. Quanto alla cosiddetta Ape social, la pensione anticipata senza costi per chi deve usufruirne, sarà applicata anche agli insegnanti della scuola dell'infanzia e agli educatori degli asili nido.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il