BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Ape Volontaria, Quota 41, Ape Social rischio blocco rimane con approvazione ufficiale

Il percorso delle novitÓ per le pensioni diventa adesso pi¨ accidentato e sono diversi gli scenari possibili.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:40): Il problema, infatti, è come sono state costruite queste norme con almeno tre DCPM da creare, ma soprattutto con la trattativa da fare con gli intermediari per le condizioni fondamentali che guarda caso si terrà proprio nel momento in cui ci dovrebbero essere o nuove elezioni o riformulare il sistema di voto, quindi gennaio-febbraio

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:25): Dunque, si può dire, che se da una parte Ape Social, Quota 41, Ape Volontaria come novità per le pensioni sono confermate ufficialmente, dall'altra, invece, cosa che ovviamente le ultime notizie e ultimissime non dicono che sarà difficili il dopo, ovvero la realizzazione di tutti i contenuti che devono essere ancora fatti che sono la maggior parte.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:33): Tra l'altro tutto sarebbe ancora più complesso se dovesse salire un Governo Tecnico ma che ostaggia queste novità per le pensioni, come ad esempio Draghi che aveva già fatto chiaramente intendere di non aver ben poco interesse a procedere con questo sistema nelle ultime notizie e ultimissime.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:17): Dunque, rimangono due motivi, due ostacoli per cui le novità per le pensioni che, comunque, saranno approvate faranno fatica a venire alle luce. L'approvazione è certa come le ultime notizie e ultimissime ci dicono, ma leggendo gli atti praticamente tutti da fare senza lo stesso esecutivo e con contigenze più urgenti, tutto sarà molto in discussione

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:17): Il via libera definitivo c'è, quindi una delle tre regioni del blocco( infatti abbiamo cambiato il titolo, la più tecnica, dovrebbe venire a mancare salvo soprese delle ultime notizie e ultimissime. Ma le altre per queste novità per le pensioni rimangono e vedendo anche il comportamento attuale si capisce come potrebbero avere un certo fondamento.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:07): E come avevamo intravisto i problemi per tutto l'iter e non solo per le novità per le pensioni stanno venendo al pettine con il fatto che da una parte la maggioranza vuole dare il via libera subito senza confronti all'iter, mentre le opposizioni lo negano perchè chiedono di proseguire l'iter nornalmente e porre dei miglioramenti. Al momento, c'è grande tensione e si deciderà nelle prossime ore.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): Verrebbe da dire che sulle novità per le pensioni tutto può succedere. Come stiamo vedendo dalle ultime e ultimissime notizie, possono arrivare nuove importanti dimissioni, può scattare l'esercizio provvisorio e può perfino subentrare il congelamento delle proposte. Si tratta di una scelta politica e in base ai nuovi equilibri molto può cambiare.

Qual è il destino delle novità per le pensioni adesso che è saltata la maggioranza. Gli scenari possibili sono almeno tre, tutte legate anche ai nuovi equilibri politici che saranno raggiunti. La prima possibilità è l'abbandono di chi ha condotto la regia dell'iter previdenziale ovvero il sottosegretario della presidenza del Consiglio e consigliere economico. La sua è infatti una nomina diretta che non è passata da alcuna elezioni. Di conseguenza è possibile che nella squadra del futuro premier rimanga escluso. La seconda possibilità è l'attivazione dell'esercizio provvisorio che scatterebbe nel caso in cui l'iter non andasse a buon fine entro il 31 dicembre.

La conseguenza è presto detta: il divieto, per almeno quattro mesi, di compiere atti politici. In buona sostanza, la maggioranza potrebbe solo occuparsi della gestione ordinaria. Infine, la terza possibilità è una sorte di congelamento dei provvedimenti più rilevanti dal punto di vista del budget, proprio perché si tratta di misure di carattere politico. Il quadro diventerà più chiaro nei prossimi giorni e allora, quali sono le ipotesi e cosa può succedere? La soluzione istituzionale prevede dopo la conclusione dell'iter e le dimissioni del presidente del Consiglio, l'incarico per la formazione di una nuova maggioranza alla seconda carica dello Stato ovvero al presidente del Senato. La seconda è la strada che l'Italia ha già seguito più volte in passato ovvero affidare il Paese a una compagine di ministri tecnici che garantisca i mercati fino a quando non si potrà andare al voto. A guidarlo potrebbe essere il responsabile del Tesoro.

La terza è un governissimo. Se, uscito di scena il presidente del Consiglio, si trovasse una intesa tra i partiti per una maggioranza più ampia, allargata per esempio a Forza Italia, potrebbe nascere un governo politico che unisca ministri sia del centrodestra e sia del centrosinistra. C'è anche uno scenario meno verosimile ma che almeno in teoria non può essere escluso: il presidente del Consiglio ci ripensa e nonostante la sconfitta non abbandona la politica come aveva annunciato in campagna elettorale e accetta un incarico bis sostituendo solo alcuni ministri.

Infine, se i partiti non trovano una maggioranza per sostenere una di queste soluzioni, si va subito alle elezioni, ma sarebbe comunque necessario apportare alcune modifiche minimali alla legge elettorale. Già tra oggi e domani le prospettive e gli scenari, anche in riferimento alle novità per le pensioni, potrebbe diventare più chiari ed evidenti.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il