Juventus Dinamo Zagabria live gratis su link, siti web per vedere live diretta

Il rapporto della Juventus con la Champions è di amore e odio. I bianconeri sono il club che ha perso più finali, ben sei, una in più del Bayer Monaco e del Benfica che seguono a una sola lunghezza

Juventus Dinamo Zagabria live gratis su


AGGIORNAMENTO: Inutile negarlo, qualche calcolo durante la partita contro la Dinamo Zagabria si farà. L'importante, come spiegato dal tecnico juventino, è riuscire ad affrontare la partita in modo aggressivo ovvero essere in grado di mettere la gare in discesa. Impresa tutt'altro che difficile.

AGGIORNAMENTO: Tutti la dipingono come una sfida semplice che si può vincere e mettere in cassaforte da subito per poi risparmiare energia, ma attenziona alla tenacia degli sfidanti.

Una vittoria ancora per blindare il primato nel girone H e poi il discorso Champions cadrà in letargo per riprendere a febbraio. Questo l’unico verdetto ancora in bilico del match Juventus Dinamo Zagabria. I bianconeri hanno già conquistato la qualificazione agli ottavi di finale battendo nella penultima giornata il Siviglia, principale antagonista dei bianconeri sulla strada del primato. I croati invece non hanno più nulla da chiedere visto che si trovano desolatamente ad occupare l’ultima posizione in classifica con zero punti messi in cascina in queste cinque partite. Troppo poco anche per poter sperare di ambire a quel terzo posto che vorrebbe dire continuare l’avventura europea seppure nella cornice meno prestigiosa dell’Europa League. Allo Stadium ci sarà bisogno solo di difendere l’onore. Vedremo come andrà a finire.

Massimiliano Allegri, rinfrancato dal successo contro l’Atalanta nell’ultima giornata di campionato, che ha cancellato una settimana di critiche piovute addosso, immeritatamente, al tecnico livornese dopo la débâcle di Marassi contro il Genoa, applicherà un discreto turn over in vista dell’appuntamento. Lo consente sicuramente la caratura non eccelsa dell’avversario di turno, ma anche la consapevolezza di poter contare su una rosa che offre ampie garanzie sul rendimento generale, in tutti i suoi effettivi. Giusto quindi far riposare magari quelli che fino a questo punto hanno dato di più, almeno sotto il punto di vista dei minuti giocati e puntare su forze fresche.

Innanzitutto però bisogna vedere con quale modulo Allegri vorrà affrontare l’impegno.

Rumors interni allo spogliatoio bianconero fanno sapere che il tecnico livornese ha dovuto optare per il tre cinque due, e non per il quattro tre uno due visto contro l’Atalanta per la penuria di terzini destri. Dani Alves è infortunato ancora e ne avrà per diversi mesi e Lichtesteiner addirittura non è stato inserito nella lista Uefa. Meglio il più sicuro schema a tre in difesa che, oltre a Buffon, vedrà schierati sulla linea dei difensori Rugani, Benatia e Chiellini che dovrà dimostrare di aver superato i problemi fisici che ne hanno minato alcune delle ultime prestazioni.

A centrocampo Hernanes sostituirà molto probabilmente Marchisio in cabina di regia. Sulle fasce previsti i contributi di Cuadrato sulla destra ed Evra su quella opposta. Quest’ultimo prenderà il posto di Alex Sandro che ha speso tantissimo in questa prima fase di stagione e ora si può godere il meritato riposo. Stessa sorte potrebbe toccare a Khedira che accomodandosi in panchina aprirebbe spazi sia per Lemina, per Sturaro e Asamoha con il primo leggermente favorito nelle gerarchie che Allegri ha in mente. Dybala dovrebbe partire dalla panchina dopo i novanta minuti con l’Atalanta. In attacco la coppia Higuain Mandzukic promette di fare scintille e di fare a fette come un coltello che affonda nel burro fuso, la retroguardia dei croati che già nel match di andata ne hanno potuto assaggiare la forza dirompente nel mach perso per quattro reti a zero. La Dinamo non si presenterà a Torino con chissà quali problemi di formazione. Il fischio d’inizio è previsto per mercoledì sera alle 20.45. Lo Stadium si presenterà nella sua veste migliore per poter festeggiare al meglio il passaggio del turno e, molto probabilmente anche il primato. Il primo tassello di un mosaico che da queste parti sperano assuma le sembianze di un trionfo.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il