Napoli Cagliari streaming su link, Rojadirecta, siti streaming come vedere la partita gratis diretta live

Napoli Cagliari per il secondo posto, una sfida da centrare e vincere soprattuttto per gli azzurri. Come vedere Napoli Cagliari in streaming su siti, Rojadirecta e link

Napoli Cagliari streaming su link, Rojad

Come vedere Cagliari-Napoli in streaming



AGGIORNAMENTO: Ora tocca a Napoli Cagliari e non si possono fare assolutamente passi falsi, massima concentrazione per riuscire ad arrivare al secondo posto e sfruttare le debolezze giallorosse. Napoli Cagiari in streaming si può vedere come abbiamo visto a QUESTO LINK

AGGIORNAMENTO: Ora tocca a Napoli Atalanta una sfida dall'esito assolutamente non scontato, anzi...con i bergamaschi in splendida forma, ma anche un Napoli che non è da meno. Lo streaming di Napoli Atalanta si potrà vedere come spiegato nell'articolo sotto nel paragrafo dedicato.

A Cagliari non aspettavano altro. Il lunch match di domenica al Sant’Elia, con fischio di inizio previsto per le 12.30, rappresenta per i tifosi rossoblù una sorta di derby. La rivalità con il Napoli è nettamente aumentata negli anni in cui Cellino faceva il bello e il cattivo tempo in Sardegna. Poi è andata un po’ scemando. Cosa che non ha impedito però a un’intera città di parlare esclusivamente dell’importanza di questo match quando il punto conquistato a Pescara contro la squadra di Oddo era ancora fresco. Insomma a Cagliari fremono per una sfida che richiamerà certamente il pubblico delle grandi occasioni.

Il Sant’Elia sarà una bolgia e proprio su quest’aspetto contano i giocatori rossoblù che non vedono l’ora di affrontare gli azzurri. Specie adesso che il Napoli sembra avere superato il momento di appannamento che negli ultimi due mesi ne ha minato alla base le convinzioni e i risultati tornando ad essere il rullo compressore di qualsiasi avversaria. Un bocconcino ancora più saporito che i rossoblù vorrebbero gustare come pietanza principale nel menù della domenica calcistica. Rastelli sta impartendo le ultime istruzioni su come affrontare gli azzurri sul piano tattico. Non sarà comunque facile per una squadra che sta disputando un’ottima stagione fino a questo momento. Anche perché non potrà contare sull’apporto di Di Gennaro espulso nel match contro il Pescara e per questo a riposo forzato.

Per il resto il tecnico dei sardi potrà schierare la squadra titolare. Affiderà, come è ovvio che sia, le chiavi dell’attacco a una coppia molto ben collaudata e che potrebbe reggere il reparto offensivo anche di squadre di più elevato blasone. Stiamo parlando di Sau e di Borriello che vorrebbero entrambi togliersi qualche piccola soddisfazione anche con il Napoli facendo quello che gli riesce meglio. Segnando.

Il Napoli è avvisato. Sul suo cammino non troverà una squadra disposta a recitare il ruolo di vittima sacrificale. Vietato sbagliare, vietato sottovalutare l’avversario. La prova convincente contro il Benfica, terminata con la vittoria per due reti a uno che ha garantito l’approdo degli azzurri agli ottavi di finale di Champions League e il primato nel suo girone, cosa mai accaduta nei novanta anni di storia del club, ha però confermato i progressi già evidenziati contro l’Inter. Meno cali di tensione (anche se qualcosa c’è ancora da limare), e la ritrovata consapevolezza della propria forza dovrebbero evitare agli azzurri di concedere regali a una squadra famelica che saprebbe certamente approfittarne. Al Sant’Elia bisognerà provare a vincere. Lo sa Sarri, lo sa tutto il Napoli.

Per prima cosa per rosicchiare qualche altro punticino alla coppia che occupa la seconda piazza in coabitazione. Roma e Milan si affronteranno infatti nello scontro diretto di domenica sera. E la Roma, nella successiva giornata andrà a fare visita alla Juve. Insomma, potenzialmente, ci sarebbe la possibilità di rientrare prepotentemente nella lotta per lo scudetto. Anche se pronunciarla adesso, quando il Napoli può ritenersi guarito ma ancora convalescente, non avrebbe senso. Certo l’orizzonte è diventato nuovamente più chiaro se si considera che a gennaio gli azzurri provvederanno a colmare l’assenza di Milik acquistando un attaccante di ruolo. Si parla di Pavoletti che potrebbe lasciare Genova per trasferirsi all’ombra del Vesuvio. Una novità che sancirebbe il definitivo addio alla maglia azzurro Napoli di Manolo Gabbiadini che, pur avendo mostrato qualche timido segnale di miglioramento, non ha mai convinto in un ruolo non suo. O meglio non è mai riuscito ad adattarsi al credo sarriano che prevede grossi sacrifici dal punto di vista fisico perché la macchina perfetta del tecnico toscano non può mai stare ferma.

Cagliari Napoli streaming diretta live

L'evento si può vedere in streaming live diretta, utilizzando soluzioni legali, sulle due PayTV italiane Sky e Mediaset Premium che offrono l'opportunità a chi è fuori casa sistemi innovativi su apparecchi come smartphone, cellulari 3g, tablet con wifi, notebook e computer le loro app Sky Go e Premium Play.

Un altro metodo è il nuovo prodotto di proprietà di Sky Now TV che ha un pacchetto per lo streaming che prevede la Serie A, la Serie B e la Premier League tramite tablet Android, iPad, console PS 3, PS 4 e Xbox, Smart TV e pc portatili a un costo mensile di 19,90 Euro.

In alternativa TIM offre aggiornamenti in diretta anche ai non utenti con i momenti migliori di Cagliari Napoli sull'app Serie A TIM per iPad, iPhone e smartphone e tablet Android e Windows Phone con un abbonamento mensile di 2,99 Euro o annuale di 9,99 Euro.

Utili anche altri metodi per seguire in diretta la partita come Radio Rai 1 e la sua applicazione per smartphone o per via dei nostri articoli di aggiornamento su Cagliari Napoli streaming.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il