Tfa terzo ciclo: novità della settimana

Il Miur ha dato avvio alle operazioni per l'organizzazione dei corsi Tfa per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno.

Tfa terzo ciclo: novità della settimana

Tfa terzo ciclo: novità



Non c'è dubbio che la principale novità della settimana sia la firma sul decreto per l'attivazione del Tfa terzo ciclo per le classi di sostegno. Ci saranno delle date uniche per ciascun indirizzo di specializzazione. Stando alle disposizione ufficiali, i percorsi sono istituiti e attivati dagli Atenei, anche in convenzione tra loro, nel limite dei posti autorizzati. Tutti loro devono tenere conto che le sedi proposte per lo svolgimento dei corsi di specializzazione devono essere accreditate per attività didattiche; del termine dei percorsi, incluso lo svolgimento dell'esame finale, deve essere previsto entro e non oltre il termine dell'anno accademico 2016-2017; che ai corsisti che frequentino dottorati di ricerca deve essere consentito di sospenderne la frequenza.

E ancora, la percentuale della quota di iscrizione da attribuire alle istituzioni scolastiche sedi di tirocinio non può essere inferiore al 10% del totale accertato e la proposta deve specificare il numero massimo e minimo di aspiranti, per ciascun grado. Per l'accesso ai corsi sarà necessario superare i test preliminari e le prove scritte. Questi sono predisposti da ciascuna Università, garantendo l'anonimato dei candidati. Quelli preliminari sono calendarizzati in date uniche per ciascun indirizzo di specializzazione con decreto del Ministro. Il calendario delle prove scritte o pratiche è invece pubblicato dalle commissioni entro 10 giorni dalla pubblicazione dei risultati del test preliminare. Le prove orali hanno inizio non prima dei sette giorni successivi.

Stando a quanto stabilito dal Miur in relazione al Tfa terzo ciclo per le classi di sostegno, i candidati risultati vincitori nelle selezioni dei precedenti corsi di specializzazioni sono ammessi in soprannumero al corso, prioritariamente presso il medesimo ateneo. La graduatoria degli ammessi al corso non può essere integrata da altri candidati. Coloro che hanno sospeso la frequenza dei percorsi di specializzazione per le attività di sostegno attivati negli anni accademici pregressi possono riprendere la frequenza del percorso nei corsi organizzati, con il riconoscimento dei crediti già eventualmente acquisiti.

Ai candidati Tfa terzo ciclo collocati in graduatoria di merito, oltre i limiti dei posti messi a bando, in una o più procedure relative alla scuola dell'infanzia, alla scuola primaria, alla scuola secondaria di primo grado e di secondo grado, sono riconosciuti, nell'ambito dei 10 punti attribuibili, 3 punti nelle relative procedure.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire