BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie su quota 100, quota 41, mini pensioni da Meloni, Salvini, Di Maio

Ultime posizioni e affermazioni di Salvini, Di Maio, Meloni su nuovo esecutivo, prossime intenzioni e idee per novità per le pensioni


Pensioni ultime notizie Salvini Di Maio Meloni

Pensioni novità affermazioni Giorgia Meloni



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:32):  E così entrambi gli schiaramenti hanno deciso di andare in piazza, a protestare contro un esecutivo non a tempo e per non essere andati subito ad elezioni e sia Salvini che Di Maio come la Meloni tra le affermazioni portanti hanno ribadito le novità per le pensioni e come queste saranno tra i punti delle stesse manifestazioni ed iniziative di piazza insieme al rilancio occupazione a cui sono strettamente correlati.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:36): Non ci stanno a stare a guardare le opposizioni che, nonostante i tanti problemi interni che difficilmente li potrebbero condurre ad elezioni almeno per il momento, le continuano a richiedere immediate con forza e tutte queste forze, occorre ricordarlo, nelle ultime notizie e ultimissime, hanno sottolineato l'importanza di novità per le pensioni profonde che farebbero se vincessero loro. E sono così convocate manifestazioni di piazza.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:32): In questo quadro di cambiamenti con ripercussioni sulle prospettive per le pensioni e di acceso confronto con le opposizione, se c'è una posizione praticamente inamovibile è quella del responsabile del Tesoro che ha in mano i dossier più scottanti del nuovo governo: da quello più vicini e urgenti, come da ultime e ultimissime notizie, fino ai conti pubblici.

Sono diverse le posizioni prese dai diversi esponenti politici all’indomani delle ultime notizie sul nuovo incarico di governo dato dal presidente della Repubblica a Paolo Gentiloni. C’è chi non è d’accordo sulla costituzione di questo nuovo governo, come il leader della Lega, Matteo Salvini, che ha chiaramente affermato di non voler riconoscere la legittimità del nuovo esecutivo ma di volere elezioni anticipate perché è arrivato il momento che il popolo elegga il suo stesso governo, e ha annunciato, come riportano le ultime notizie, che i prossimi 17 e 18 dicembre è stata già organizzata una manifestazione in piazza. Il problema, secondo Salvini, non è la costituzione di un esecutivo diciamo tecnico fino a prossime elezioni quanto la certezza dei tempi: è necessario, infatti, fissare le prossime urne e se così fosse, ha affermato, non ci sarebbe alcuna barricata. Le parole di Salvini richiamano, a suo dire, un principio di democrazia che ormai è venuto meno fin troppo in questo Paese, arrivando alla costituzione del ben quarto governo non eletto.

Secondo Salvini, per cui le elezioni sarebbero l’occasione ideale non solo per ridare al popolo la possibilità di scegliere da chi farsi rappresentare ma anche di rilancio di questioni fondamentali messe da parte da Renzi, a partire da importanti e profonde novità per le pensioni, è impensabile rimettersi a lavoro sulla definizione di un nuovo meccanismo di voto e poi andare alle elezioni, perché si tratterebbe certamente di un percorso decisamente lungo e complesso che porterebbe troppo via tempo. Decisamente schierato su un fronte, diciamo, battagliero anche il Movimento 5 Stelle, stando a quanto riportano le ultime notizie: Alessandro Di Battista ha affermato di non essere d’accordo sulla legittimazione del nuovo governo incaricato.

E il M5S, esattamente come la Lega, ha già intenzione di organizzare una nuova mobilitazione, con l’obiettivo di andare al voto il prima possibile. E lo stesso Movimento Cinque Stelle si è detto indisponibile a qualsiasi collaborazione sulla definizione di un nuovo meccanismo di voto. Dalla parte del leader della Lega Salvini anche Giorgia Meloni di Fratelli di Italia, lei che sostiene l’importanza di novità per le pensioni da sempre, sia per rilanciare l’occupazione giovanile, sia per cancellare le attuali diseguaglianze sociali decisamente persistenti. La stessa Meloni ha annunciato una nuova manifestazione per il prossimo 22 gennaio in piazza, chiedendo agli italiani di prendervi parte per rivendicare la loro sovranità. La stessa leader di Fratelli di Italia p stata tra coloro che solo il mese scorso ha chiesto al responsabile del Dicastero dell’Occupazione novità per le pensioni strutturali e universali per tutti, cercando di superare le novità per le pensioni le attuali di mini pensione e quota 41, limitate solo a determinate persone e con troppe condizioni, estendendo a tutti la novità per le pensioni di quota 41, senza paletti e senza oneri.

Da Lega a Movimento 5 Stelle, passando per Fratelli di Italia, le posizioni sulle novità per le pensioni sembrano essere unanimi: attuare, come confermano le ultime notizie, novità per le pensioni importanti e profonde, a partire dalla novità per le pensioni di quota 41 per tutti, per rivedere le attuali norme pensionistiche che continuano ad essere troppo rigide e a bloccare sia il riposo per i più anziani sia l’ingresso nel mondo del lavoro per chi, invece, è più giovane, con il rischio di non potersi creare un adeguato futuro pensionistico.  
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il