BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu e Tasi 2016: aliquota più bassa per pagare meno Tasi 2016 e Imu 2016 con nuove regole

Ci sono sempre le aliquote da verificare con attenzione prima di procedere con il pagamento di Imu e Tasi 2016.


Imu 2016, tasi 2016

Imu e Tasi 2016: saldo finale 16 dicembre



AGGIORNAMENTO: Per calcolare il saldo dalla Tasi dovuta per l'intero anno si deduce quanto versato come acconto entro il 16 giugno. Se nulla è cambiato e il comune non ha modificato le aliquote basterà versare lo stesso importo dell'acconto ed evitare di pagare di più di quanto dovuto.

AGGIORNAMENTO: Come si può pagare di meno nel saldo finale dell'Imu e Tasi 2016 alla scadenza di venerdì 16 dicembre? Si può fare seguendo queste istruzioni nel scegliere aliquota, calcolare lo F24 e compilarlo come abbiamo visto.

Non è evidentemente così semplice e scontato riuscire a gestire le questioni Imu e Tasi 2016 per il semplice motivo che occorre verificare se gli enti locali hanno cambiato le aliquote. Occorre ricordare, per evitare di pagare di più entro il 16 dicembre, giorno di scadenza delle seconde rate, che nessuna variazione di aliquote rispetto all'acconto se il Comune le ha cambiate dopo il 30 aprile. L'abitazione principale è esente sia da Imu che da Tasi. Questo vale anche per le fattispecie assimilate ad essa. Sono tali, tra le altre, le case delle cooperative edilizie a proprietà indivisa assegnate ai soci, l'ex casa coniugale assegnate in sede di separazione o divorzio, l'unità non locata appartenente ai dipendenti delle Forze armate e agli altri soggetti indicati dalla legge, l'unità non locata e non concessa in comodato dei cittadini italiani iscritti all'Aire pensionati nel Paese di residenza. È esente da Tasi anche l'abitazione principale dell'inquilino, per la sua quota d'imposta.

Imu e Tasi 2016: aliquote e pagamento

Mentre l'acconto di Imu e Tasi 2016 è stato calcolato con le aliquote 2015, il saldo deve essere determinato con le delibere dell'anno in corso. Se però le aliquote applicate nel corso dell'anno sono in tutto o in parte illegittime, è corretto utilizzare quelle dell’anno scorso. Questo vale se le aliquote attuali sono state aumentate, in violazione del divieto stabilito nella legge di stabilità 2016. Lo stesso nel caso di contemporanea adozione di aliquote maggiorate e di aliquote ridotte: le prime saranno disapplicate, facendo riferimento alle misure 2015, mentre le seconde sono valide. Non sono efficaci neppure le delibere tardive.

In ogni caso è possibile pagare con F24 cartaceo importi superiori a 1.000 euro da parte di soggetti non titolari di partita Iva se non vi sono compensazioni. Imu e Tasi possono essere compensate con redditi per imposte erariali e in tal caso il modello F24 deve essere trasmesso alle entrate con modalità telematiche.

Imu e Tasi 2016: saldo e codici tributo

Va ricordato che il saldo non va conteggiato solo tenendo conto del possesso maturato nel secondo semestre 2016. La rata in scadenza il 16 dicembre rappresenta il conguaglio tra l'imposta dovuta per l'intera annualità 2016 e quanto pagato in sede di prima rata a giugno scorso. In tale conguaglio confluiscono sia le disparate situazioni possessorie che si sono verificate nel corso dell'anno sia le differenze dovute alle diverse aliquote utilizzate rispetto all'acconto di giugno. Nel conteggio, occorre ricordarsi la regola secondo cui 15 giorni di possesso contano un mese.

In ogni caso, i codici tributo da utilizzare per il versamento dell'Imu sono 3912 per abitazione principale e pertinenze (solo categorie catastali A1, A8 e A9), 3914 per terreni, 3916 per aree fabbricabili, 3918 per altri fabbricati, 3925 per immobili a uso produttivo, gruppo catastale D, allo Stato, 3930 per immobili a uso produttivo, gruppo catastale D, al Comune. Quelli per il pagamento della Tasi sono 3958 su abitazione principale e pertinenze, 3959 su fabbricati rurali strumentali, 3960 su aree fabbricabili, 3961 su altri fabbricati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il