Pensioni ultime notizie quota 100, quota 41, mini pensioni il ruolo di Nannicini sempre più in bilico

Arrivano ultime notizie non positive per le novità per le pensioni prossime con incarico a rischio per sottosegretario Nannicini: cosa sta cambiando

Pensioni ultime notizie quota 100, quota

Pensioni novità tommaso nannicini rischio sostituzione



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:01): E dalla promozione si passa all'esclusione anche se le nomine dei sottosegretari e dei consiglieri non sono ancora stati fatti come le ultime notizie e ultimissime confermano. Il problema è che non ce ne saranno tanti di queste figure si vocifera e l'assenza di Nannicini con tutte le procedure per le novità per le pensioni da completare sarebbe un bel problema.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:17): C'è una figura centrale sulle novità per le pensioni che si sta defilando ed è quella di Tommaso Nannicini. Non si tratta di un semplice sottosegretario alla presidenza del Consiglio, ma del consigliere economico dell'ex capo della maggioranza e dominus del progetto delle novità per le pensioni. Eppure le ultime e ultimissime notizie non escludevano una sua promozione.

Fortemente voluto dall'ormai ex premier come consigliere economico di Palazzo Chigi, le ultime notizie confermano una situazione decisamente a rischio per Tommao Nannicini, il cui incarico potrebbe saltare. E con lui anche le tante speranze di realizzazione di ulteriori novità per le pensioni che erano state proprio da lui annunciate. Fino a ieri mattina le ultime notizie parlavano addirittura di una sua possibile sostituzione dell'attuale responsabile del Dicastero dell'Occupazione che, però, è stato riconfermato, mentre ad oggi proprio Nannicini potrebbe uscire dalla squadra del nuovo esecutivo. Ma non vi è ancora nessuna conferma in merito. Bisognerà probabilmente attendere la fine della giornata di oggi per saperne di più.

Pensioni novità se non ci sarà più Nannicini

Oggi, infatti, stando a quanto riportano le ultime e ultimissime notizie, dovrebbero essere ufficializzati i nomi di tutti i sottosegretari alla presidenza del Consiglio. E c'è chi non pensa che Nannicini possa saltare, considerando i tanti riconoscimenti avuti nel corso del suo lavoro nella squadra dell'ex premier Renzi e il suo impegno in questioni importanti, alcune delle quali lasciate a metà. Tra queste proprio quelle novità per le pensioni che tanti attendono. E in lui molti hanno riposto fiducia per vedere effettivamente realizzate novità per le pensioni importanti. e' stato infatti Nannicini ad avviare le trattative per gli accordi con le associazioni di istituti di credito e polizze assicurative che dovranno essere inseriti nei Dpcm per l'ufficializzazione di regole e tempi di entrata in vigore delle ultime novità per le pensioni di quota 41 limitata e mini pensione, accordi che rischiano di bloccarsi se Nannicini non dovesse essere riconfermato al suo posto. E' stato sempre Nannicini ad aver annunciato una ulteriore fase di lavoro successiva sulle novità per le pensioni, fase di lavoro decisamente più profonda che sarebbe partita con la revisione del meccanismo delle aspettative di vita. Una richiesta che nel corso di questi mesi, come dimostrano le ultime notizie sulle stesse novità per le pensioni, è stata riproposta più volte da più fronti, cruciale, dunque, che potrebbe permettere anche di andare oltre le novità per le pensioni di quota 100 e quota 41 per tutti, ma su cui non si tornerebbe così facilmente e nei tempi indicati a lavorare se il ruolo di Nannicini venisse affidato a qualche altra personalità. Se, dunque, il suo incarico di sottosegretario dovesse venire meno, sarà meglio prepararsi a conseguenze negative per le novità per le pensioni.

Novità pensioni tutti i DPCM che si devono ancora concludere

Le trattative avviate da Nannicini per la definizione degli accordi da inserire nei Dpcm, che sono attesi per il mese di febbraio all’incirca, considerando che dovrebbero arrivare, per definizione, entro 60 giorni dall’approvazione del testo unico di dicembre, stando alle ultime notizie, riguardano, appunto, gli accordi con l’associazione degli istituti di credito e delle polizze assicurative, che dovranno definire le entità dei tassi di interesse che saranno calcolati sul rimborso della mini pensione che ogni lavoratore che deciderà di lasciare anzitempo la propria occupazione dovrà considerare e pagare; e le condizioni di pagamento delle stesse polizze assicurative. Sarà un altro Dpcm, poi, a prevedere, nel caso in cui si decidano di stabilire, i criteri eventuali di accesso prioritario alla mini pensione dei lavoratori. E se il responsabile che sta portando avanti queste trattative dovesse saltare, è chiaro che c’è il rischio che si bloccherebbero anche queste ultime notizie sulle novità per le pensioni.

Pensioni ultime notizie su ulteriore fase con aspettative di vita a rischio

Insieme al blocco dei Dpcm che dovrebbero contenere le regole ufficiali per l’entrata in vigore delle attuali novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 contenute nel nuovo testo unico, potrebbero essere bloccate anche ulteriori novità per le pensioni relative, in particolare, alla revisione del sistema delle speranze di vita. Questo meccanismo rappresenta, diciamo, la base delle regole pensionistiche attuali che prevedono uno scatto dell’età pensionabile ogni due anni, di tre, quattro mesi, secondo la logica del si vive più a lungo quindi si può lavorare di più. Una logica che, stando a quanto confermano le ultime e ultimissime notizie, interessa tutti i lavoratori, indipendentemente dall’attività svolta, cosa che, chiaramente, ha creato nel tempo forti diseguaglianze sociali, considerando che non è possibile paragonare l’attività di un manager d’azienda, di un professore, di un operaio, di chi è impiegato in cosiddette occupazioni faticose. La richiesta di novità in merito è stata presentata innanzitutto per i quota 41 che hanno iniziato a lavorare da giovanissimi, a 14, 15 anni, quindi per coloro che sono impiegati in occupazioni faticose e pesanti, ma anche per tutti. E proprio Nannicini qualche settimana fa aveva confermato una revisione di questo sistema nei prossimi mesi, ben consapevole del fatto che lo scatto in avanti del’età pensionabile non dovrebbe continuare ad essere uguale per tutti, ma soprattutto del fatto che, stando alle ultime notizie, l’aspettativa di vita degli italiani non cresce più, per cui la logica dell’aumento dell’età pensionabile in base all’aumento dell’aspettativa di vita verrebbe meno.
 

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il