Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, quota 100 decisivi Gennaio-Febbraio come mesi

Attese ulteriori novità per le pensioni nei prossimi mesi e ultime notizie importanti attese per gennaio e febbraio: cosa aspettarsi

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q

Pensioni novità gennaio febbraio cambiamenti cruciali



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:15): Ma non ci sarà solo questo a Gennaio e Febbraio che sono più collegate strettamente alle novità per le pensioni ma anche la sentenza dell'Alta Corte che dirà la sua sul sistema di voto. A quel punto come molto esponenti nelle ultime notizie e ultimissime affermano la richiesta di andare alle urne sarà fortissima e sarà un punto importante per diversi motivi anche per le novità per le pensioni stesse.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:47): Solo apparentemente la partita delle novità per le pensioni è conclusa. Anzi, stando alle ultime e ultimissime notizie è destinata a riprendere vigore nei primissimi mesi del prossimo anno per via del doppio appuntamento con il decreto Milleproroghe e con gli attesi decreti della presidenza del Consiglio dei ministri sulle pensioni.

La domanda che ormai in tanti si pongono è: cosa aspettarsi all’indomani delle ultime notizie politiche del nostro Paese che hanno ridisegnato l’esecutivo in carica? Cosa aspettarsi nei prossimi mesi per tutti quei provvedimenti tanto attesi da tempo e decisamente cruciali per i cittadini? Quali ulteriori novità per le pensioni potremo aspettarci? Si tratta di domande a cui difficilmente si può rispondere in maniera certa e precisa, ma di certo si sa che saranno proprio i prossimi mesi, i primi del nuovo 2017, a potersi rivelare decisivi non solo per l’attuazione concreta di novità per le pensioni.

Pensioni novità fondamentali tra due mesi

I primi mesi di gennaio e febbraio 2017 si preannunciano decisivi, in maniera positiva, perché dovrebbero essere proprio i mesi in cui saranno conclusi gli accordi con associazione degli istituti di credito e associazione delle polizze assicurative per la definizione delle norme ufficiali di funzionamento delle attuali novità per le pensioni approvate con il nuovo testo unico, e stiamo parlando di mini pensione e quota 41 ristrette, e una volta approvati i Dpcm contenenti questi accordi si sapranno anche i tempi ufficiali di entrata in vigore di mini pensione e quota 41. Ma si tratterà di mesi decisivi anche per quanto riguarda la questione elezioni: sono giorni che le forze politiche continuano a chiedere, come riportano le ultime notizie, di anticipare le prossime elezioni, per andare subito al voto e permettere al popolo di tornare ad esprimere la sua sovranità. E si deciderà solo per allora quando eventualmente saranno anticipate, sempre se lo saranno. E andare ad elezioni anticipate, ormai lo sappiamo, sarebbe un buon passo per rilanciare le novità per le pensioni, considerando che rappresentano, come spesso ribadito, uno dei temi più importanti per i cittadini, per cui è normale che per riconquistare fiducia e consensi tutti certamente punteranno proprio sulle novità per le pensioni. La risposta alla richiesta di elezioni anticipate potrebbe arrivare a fine gennaio, massimo per i primi febbraio, dopo, cioè, il pronunciamento dell’Alta Corte, fissato per il prossimo 24 gennaio, sul sistema di voto.  Dopo di che certamente si spingerà l’acceleratore per andare ad elezioni subito, a meno che, riportano le ultime e ultimissime notizie, il nuovo premier non riesca a dare risposte esaurienti per la soluzione delle questioni sociali che, secondo molti, sono state scatenanti per la vittoria del no alla scorsa consultazione popolare.

Novità pensioni attese dal Milleproroghe

Intanto, i miglioramenti alle novità per le pensioni e presentati dal Comitato ristretto per le pensioni, che si attendevano di ritorno a Palazzo Madama, una volta riprese le discussioni sul nuovo testo unico, approvato però poi senza alcun miglioramento, potrebbero tornare in discussione con il Milleproroghe di gennaio. Se tra le richieste di novità per le pensioni presentate, nel passaggio a Montecitorio sono state approvare cumulo gratuito dei contributi previdenziali per tutti i lavoratori, proroga del contributivo femminile, ma solo fino al 31 luglio 2016, anche per le nate dell’ultimo trimestre del 1958, e introduzione di maestre d'asilo ed educatori di asilo nido nella lista delle professioni faticose che potranno accedere alla mini pensione senza oneri e alla quota 41, con 12 mesi di contribuzione maturati entro il 19esimo anno di età, con il Milleproroghe potrebbero essere riprese le richieste di: riduzione degli anni contributivi da 36 a 35 necessari per la richiesta di mini pensione senza oneri per coloro che svolgono occupazioni faticose; aumento dei tempi di malattia e di non occupazione; di allargamento dei mestieri da considerare faticose per la richiesta di mini pensione senza oneri e quota 41.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il