Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, quota 100 per la vera svolta quando elezioni

La vera svolta per ulteriori novità per le pensioni potrebbero essere le elezioni ma le ultime notizie sono piuttosto confuse sul tempo in cui potrebbero tenersi

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q

Pensioni novità mini pensioni vera svolta elezioni



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:01): Una conferma abbastanza irrituale ma che appare importante dopo il tanto girare di date che abbiamo visto anche noi nell'articolo sotto e che, comunque, rimangono valide perchè tutto ovviamente è molto in divenire, è quello fatto dal Responsabile del Dicastero dell'Occupazione che ha spiegato come per evitare la consultazione pubblica sulla legge sull'occupazione ci dovranno essere elezioni tra Aprile e Giugno con uno scioglimento che di solito avviene prima di due mesi dell'esecutivo in carica. E le elezioni sono una svolta per le novità per le pensioni avendo tutti gli schieramenti posto il tema nei programmi, ma bisogna fare attenzione anche a quelle ch si stanno completando come aveamo avuto modo di dire nelle ultime notizie e ultimissime.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:05) Si può girare in giro e spiegare come noi stessi abbiamo fatto che le ultime notizie per le pensioni non terminano da qui alle prossime urne e che di possibilità per avere novità per le pensioni sia positive che negative ci sono anche ora e nel prossimo periodo.  Ma è indubbio che la svolta sarà segnata, salvo incredibile sorprese, dalle elezioni.

Se è vero, come ormai da qualche settimana si dice, che la vera svolta per un rilancio delle novità per le pensioni potrebbe essere rappresentata dalle elezioni, la domanda che ci si pone è quando si terranno effettivamente le nuove elezioni all’indomani delle ultime notizie sulla costituzione del nuovo esecutivo? E’ una domanda a cui si potrebbe facilmente rispondere spiegando che probabilmente le elezioni si terranno, come ipotizzato dalle ultime notizie, all’indomani del pronunciamento dell’Alta Corte, il prossimo 24 gennaio, sul sistema di voto. Per molti è quella la linea temporale da considerare, ma molto probabilmente così non sarà.

Novità pensioni importanti e significative alle prossime elezioni

Se dovesse essere confermata questa ipotesi, vista la data già nota del 24 gennaio, giorno in cui la Consulta si pronuncerà, è possibile che le elezioni vengano indette subito, tra la fine dello stesso mese di gennaio e il mese di febbraio, anche se si tratta di una ipotesi decisamente improbabile, innanzitutto per un tempo troppo ravvicinato che non permetterebbe un’adeguata organizzazione delle stesse operazioni di voto, e poi perché si tratterebbe di andare alle urne in una situazione, fino ad allora, di probabile nuova stabilità raggiunta con il nuovo esecutivo. Restano comunque ferme le posizioni dei diversi schieramenti politici che, indipendentemente da tempi ed equilibri, chiedono di andare subito alle urne. Stando, però, alle ultime notizie, è possibile che le elezioni possano essere programmate per il prossimo giugno, dunque, dopo aver messo a punto alcuni provvedimenti, dal Milleproroghe ai Dpcm, per le norme ufficiali di entrata in vigore delle novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 inserite nel nuovo testo unico, e dopo i vari impegni europei, compresa la nuova valutazione attesa dalla Comunità sul nostro Paese, per la prossima primavera.

E se così fosse sarebbe un periodo piuttosto importante per le promesse elettorali, considerando che rappresenterebbero quelle stesse misure, anche in riferimento a novità per le pensioni che saranno certamente più importanti delle attuali mini pensioni e quota 41, che potrebbero rientrare nel prossimo testo unico. Solitamente, infatti, prima dell’estate viene messo a punto il documento di programmazione economica che pone le basi per la definizione dei provvedimenti che rientreranno nel nuovo testo unico le cui discussioni vere e proprie inizieranno, come al solito, dopo l’estate. Ma tra le ipotesi in discussione, secondo le ultime e ultimissime notizie, anche la possibilità di elezioni a settembre, in modo da garantire ad un bel pò di parlamentari di arrivare alla maturazione della loro pensione, anche se poi questo appuntamento che sarà decisamente molto rilevante si andrebbe ad accavallare con le prime discussioni del nuovo iter economico e questo potrebbe generare ancora una volta confusione e caos.

Pensioni novità fondamentali in tutti gli schieramenti quando ci sarà voto

Paradossalmente, poi, se si dovesse andare subito ad elezioni, la forza politica che risulta al momento meglio organizzata è proprio quella della maggioranza che sembra pian piano ricostituirsi e ricompattarsi con la costituzione del nuovo esecutivo e all’indomani delle ultime notizie sulle nomine di nuovi ministri. Tutti gli altri schieramenti, stando a quanto riportato da ultime e ultimissime notizie, mostrano, infatti, diversi problemi interni di riorganizzazione, tra alleanze da definire o voler definire, volontà di andare avanti da soli in modo da riuscire a costituire nuove larghe intese in vista di prossime elezioni, e un premier che avrebbe la possibilità di staccare la spina in qualsiasi momento lo volesse. Ma molto di quello che si deciderà sulla data delle prossime elezioni dipenderà anche dall’andamento di un nuovo esecutivo che, stando alle ultime notizie derivante dalle affermazioni dello stesso neo premier, potrebbe rimanere in carica fino a quando avrà la fiducia. E in questo caso il tempo reale sarebbe una vera incognita.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il