BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie su quota 100, quota 41, mini pensioni da Bossi, Franceschini, Casaleggio

Le recenti affermazioni e posizioni di Casaleggio, Bossi e Franceschini su ultime notizie di possibili elezioni anticipate e conseguenze per novità per le pensioni


Pensioni ultime notizie Casaleggio Bossi Franceschini

Pensioni novità programmi posizioni Dario Franceschini



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:15): Non è sbagliato dire che tutti parlano di urne al più presto, ma tutti hanno gravi problemi al loro interno e che, invece di diminuire aumentano. E' il caso del M5S dove nonostante Casaleggio sia portando avanti il programma dove le novità per le pensioni avranno si dice un ruolo importante, deve comunque cercare di ricucire gli strappi che le ultime notizie e ultimissime continuano a raccontare tra cui gli scandali di Roma. Ma gli altri non sono messi meglio.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:35): Prima di arrivare ad una definizione dei programmi dove le novità per le pensioni sappiamo saranno davvero rilevanti è da sottolineare come le ultime notizie e ultimissime mostrano fortissime divisioni in tutti gli ambiti dei principali schieramenti con problemi che aumentano di continuo.

Iniziare ad impostare un nuovo percorso di lavoro per avviarsi alle prossime elezioni con l'obiettivo di conquistare quanti più consensi ed elettori possibili: stando alle ultime notizie, sembra questo il proposito di Davide Casaleggio, figlio del cofondatore del M5S, definito dallo stesso Grillo un nuovo leader. Al Movimento 5 Stelle, al momento, sembrerebbe mancare ancora una definita strategia di lavoro, come del resto trapelato da alcune ultime notizie all'interno dello stesso Movimento, ma di certo non mancano le idee chiare su programmi e provvedimenti da portare avanti,a partire da quelle novità per le pensioni che per il Movimento 5 Stelle hanno sempre rappresentato una priorità. Manca, infatti, una strategia ma c'è un programma e per quanto riguarda in particolar modo il capitolo previdenziale, le novità per le pensioni su cui punta il M5S sono, innanzitutto, approvazione della quota 41 per tutti e senza alcuna penalità, età di pensionamento a 60 per tutti, e introduzione di quell'assegno universale per tutti gli over 55 che si ritrovano senza lavoro ma ancora lontani dal raggiungimento dei requisiti pensionistici. L'assegno universale rappresenta, del resto, il cavallo di battaglia del M5S.

Casaleggio, come emerge dallo stesso ambiente del Movimento, è tra coloro che sta dando maggiore contributo alla definizione dei provvedimenti del programma del Movimento, contribuendo alla stesura della piattaforma online e alla gestione della democrazia diretta che, come ormai ben noto, si serve della rete per mettere in comunicazione Movimento e cittadini. Insieme alle novità per le pensioni, fondamentali per cambiare finalmente le attuali regole previdenziali, nel programma del M5S sono previste novità per la giustizia, l'energia, la comunicazione. Caseleggio stesso ha affermato che con il M5S le leggi nasceranno in rete, scelte dagli stessi cittadini perchè, secondo Casaleggio, l'unico modo per conoscere davvero volontà e desideri degli italiani e interpellare direttamente loro. E questo è quello che fa il M5S servendosi della rete, come già accaduto con le prime primarie e non solo. Ma per rilanciare novità per le pensioni, e non solo, il M5S è fermo sulla richiesta di anticipare le elezioni.

Anche la Lega come il M5S è ferma sulla posizione di voler andare al voto anticipato, e sia per M5S che per la Lega il voto anticipato sarebbe l’occasione ideale per rilanciare le novità per le pensioni che rappresenterebbero il tema più caro ai cittadini e importante su cui puntare per conquistare fiducia e consensi, ma nel caso della Lega, stando a quanto riportano le ultime notizie, i programmi non sarebbero decisi come nel caso dei 5 Stelle. L’unica certezza che si ha è che anche la Lega punta a cambiamenti radicali delle attuali norme pensionistiche e delle stesse attuali novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 contro cui gli stessi esponenti della Lega hanno puntato il dito, definendole nuove truffe ai danni dei cittadini, misure paradossali che privano i lavoratori del loro diritto di andare in pensione, considerando il piano di rimborso 20ennale a cui obbligano. Ma prima di andare ad elezioni sarebbe necessario appianare le divergenze interne, soprattutto dopo le ultime affermazioni di Umberto Bossi che ha nettamente bocciato, l’attuale leader della Lega come presunto candidato premier del centrodestra alle prossime elezioni. Secondo Bossi, per fare il premier serve molta più esperienza.

Pur avendo fatti primi passi verso una ricompattazione, la maggioranza appare ancora piuttosto divisa, seppur anche si propone come lo schieramento politico comunque al momento più organizzato, stando almeno a quanto riportano le ultime notizie. All’indomani della costituzione del nuovo esecutivo, la strada da fare per riprendere un cammino tranquillo, per quanto possibile, di lavoro sui provvedimenti che devono ormai riuscire a risollevare realmente l’economia italiana, potrebbe essere ancora lunga e questo percorso tortuoso potrebbe interessare anche le ultime novità per le pensioni. Tra i nomi papabili alla sostituzione dell’ex premier, fino a poco prima della notizia della nomina del nuovo premier, circolava anche quello del ministro dei Beni e delle Attività culturali, Dario Franceschini, che in Parlamento avrebbe potuto contare su molti fedelissimi e che avrebbe potuto dare continuità a quanto già avviato. Il ministro Franceschini è tra i ministri riconfermati dal nuovo premier e che, insieme ad altri sostenitori delle novità per le pensioni, potrebbe tornare a rilanciare una loro approvazione, andando oltre le attuali novità per le pensioni di mini pensioni e quota 41.

Tra i prossimi impegni di Franceschini, come riportato dalle ultime notizie, impegni relativi al rilancio di provvedimenti come piano per il turismo, concorso per la copertura dell'arena del Colosseo, completamento della riorganizzazione di Ministero e soprintendenze, ma anche sostegno alle novità per le pensioni che permettano a tutti di lasciare anzitempo la propria occupazione sono importanti perché collegate al rilancio di quella occupazione giovanile che, stando alle ultime notizie ancora negative, ha decisamente bisogno di essere sostenuto nel nostro Paese. Ed è tra coloro che sostiene anche la grande importanza di porre attenzioni alle questioni sociali per cui, probabilmente, finora si è fatto relativamente poco. Considerando che misure di aiuti e sostegni da mettere in pratica sono state nominate dal nuovo premier tra le priorità da attuare, è possibile che insieme ad esse si torni a discutere di ulteriori modifiche e cambiamenti per le novità per le pensioni per tutti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il