Pensioni ultime notizie su mini pensioni, quota 41, quota 100 da Calenda, Nanninici, Gutgeld

Le ultime affermazioni di Gutgeld, Calenda e Nannicini su novità pensioni e ultime notizie su conferme ruoli politici

Pensioni ultime notizie su mini pensioni

Pensioni ultime affermazioni novità ministro Carlo Calenda



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:47): Rimane anche Gutgled e continuerà la sua opera di revisione della spesa anche se nelle ultime notizie e ultimissime quest'ultima ha segnato il passo o addirittura è stata fermata in alcui casi per errori fatti dalla Magistratura. E Gutgeld vorrebbe impegnarsi in questa revisione anche sulle novità per le pensioni per rilanciare, poi, almeno in base alle sue affermazioni, le novità positive

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:10): Calenda è il meno conosciuto per le novità per le pensioni, ma ha un ruolo importante sia a livello comunitario per i suoi trascorsi sia per il Dl della Concerrenza dove al proprio interno ci sono novità per le pensioni e nelle ultime notizie e ultimissime non ha mai negato l'importanza di rimetterci mano el'esere favorevole anche se ha sempre detto che la priorità era rilanciare gli investimenti con Industria 4.0. Il vero problema è che per il Dl Sviluppo potrebbero mancare i tempi di approvazione se la vita dell'esecutivo sarà così breve come sembra.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:45): Si ridisegnano gli scenari, ma come sappiamo non c'è stato quello sconvolgimento che in tanti avrebbe voluto anche giustamente, anche solo simbolicamente per far capire che qualcosa era davvero successo di rilevante. Ma se si deve guardare il bicchiero mezzo pieno, allora si può sperare, con tutti i limiti del momento che si aggiungo ai soliti ostacoli, a queste tre persone nominate nel titolo per delle novità per le pensioni anch'esse, comunque, non sconvolgenti.

Prima un piano di revisione della spesa pubblica pensato per recuperare quei soldi necessari per l’attuazione di provvedimenti più importati, compresi cambiamenti peggiorativi per le pensioni, come tagli e revisione di agevolazioni e alcune tipologie stesse di pensioni, come baby pensioni, pensioni di invalidità, di guerra che avrebbero permesso di mettere da parte risparmi da reinvestire per l’introduzione di successive novità per le pensioni positive per tutti, che avrebbero potuto contemplare novità per le pensioni di quota 41 per tutti o di quota 100, ancora considerata la migliore soluzione pensionistica per tutti. Ma tutto in relazione a questi cambiamenti negativi e novità per le pensioni è ancora bloccato. E le ultime notizie confermano il nulla di fatto sia sulla revisione della spesa pubblica, così come programmata, sia sulle novità per le pensioni importanti e la dimostrazione sono le ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 ancora ristrette e ancora con troppi paletti.

Le ultime notizie sulle vicende politiche che stanno interessando il nostro Paese e la costituzione del neo esecutivo hanno portato, però, ad alcune revisioni di assetti interni, con la nomina di nuovi ministri e la conferma di altri, e si attendono ancora ultime notizie relative a conferme, o meno, di sottosegretari a Palazzo Chigi, luogo in cui, come riportano le ultime e ultimissime notizie, sono nati importanti provvedimenti e novità come l’abolizione di Equilia, le ultime novità per le pensioni di uscita anticipata con mini pensione e quota 41, le nuove norme sull’occupazione, che secondo le ultime notizie rischiano di essere abolite da un’eventuale nuova consultazione popolare. Tra le personalità che dovrebbero rimanere a Palazzo Chigi Yoram Gutgeld, che potrebbe continuare nel suo percorso di revisione della spesa pubblica da portare finalmente a termine e in maniera importante.

Confermato anche Carlo Calenda al Ministero dello Sviluppo economico e con la sua riconferma potrebbe essere ripreso il Ddl Concorrenza, ancora una volta bloccato qualche tempo fa, anche se non rientra tra le priorità del nuovo esecutivo, come dimostrano le ultime notizie. Si tratta, però, di un provvedimento che potrebbe rivelarsi anche perché collegato alle novità per le pensioni. Nel Ddl Concorrenza, infatti, rientra una norma che avrebbe permesso a tutti gli iscritti dei fondi privati, che sarebbero la maggior parte dei lavoratori, di andare in pensione prima in caso di disoccupazione con il riscatto del proprio fondo prima del raggiungimento dell’età pensionabile richiesta. E così, i lavoratori iscritti a fondi privati avrebbero potuto sceglie di andare in pensione a 57, 58 anni, purchè senza occupazione da lungo tempo.

Una bella novità per le pensioni che avrebbe permesso di rilanciare anche la previdenza integrativa. Saltando, però, il Ddl Concorrenza è saltata al momento anche questa norma che però potrebbe essere ripresa. Se Gutgeld dovrebbe rimanere ormai certamente a Palazzo Chigi, come riportano le ultime notizie, e Calenda è già stato riconfermato alla guida del Dicastero dello Sviluppo economico, in forse è la posizione da consigliere economico di Palazzo Chigi di Tommaso Nanncini che, però, stando a quanto riportano le ultime notizie, potrebbe rimanere come vice responsabile del Dicastero dell’Occupazione e si tratterebbe di uno spostamento importante e positivo in vista della chiusura dell’iter attuale così come delle novità per le pensioni, perché gli permetterebbe di definire meglio eventuali ulteriori novità per le pensioni, a partire dalla revisione del meccanismo di adeguamento dell’età pensionabile alle aspettative di vita, come da lui stesso annunciato, per andare oltre le novità per le pensioni di quota 100 e quota 41 per tutti, da riprendere in una seconda fase di lavoro sulle stesse, avviandosi, nel caso in cui l’attuale schieramento di maggioranza dovesse riuscire a vincere le prossime elezioni, a diventare anche ministro dell’Occupazione. E questo ruolo da lui rappresentato diventerebbe fondamentale per riuscire finalmente a mettere a punto quella soluzione pensionistica universale e definitiva annunciata ormai anni fa dall’attuale ministro dell’Occupazione.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il