Pensioni ultime notizie su quota 100, mini pensioni, quota 41 da Vendola, Fassina, Pisapia

Le ultime posizioni di Pisapia, Vendola e Fassina su recenti vicende politiche e conseguenze per introduzione di ulteriori novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie su quota 100, mi

Pensioni novità affermazioni Giuliano Pisapia



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:44): E insieme a questa coalizione potrebbe confluire la cosidetta minoranza della maggioranza, come Speranza, ma, forse, lo stesso Cuperlo che da sempre si sono impegnati per le novità per le pensioni e che nelle ultime notizie e ultimissime hanno lasciato intendere anche partecipando all'assise di quetso nuovo schiaramento una certa apertura.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:31): E tra l'altro è interessante considerare come non sarebbe uno schieramento opposto o concorrente alla maggioranza attuale o ex maggioranza, ma formerebbe insieme una coalizione nel centro-sinistra dando così nuovi spunti importanti per le novità per le pensioni. E questa è la tendenza ufficiale o quasi di posizionamento emersa nelle ultime notizie e ultimissime dell'evento avvenuto due giorni fa a Bologna.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:45):  Se tutti gli schieramenti che vogliono andare alle urna il prima possibili tra i punti principali dei loro rispettivi programmi hanno le novità per le pensioni, vi sono anche degli schiaramenti nuovi come la Nuova Sinistra che affiancandosi alla maggioranza attuale (o ex che dir si voglia) vorrebbe riportare al centro gli argomenti più di sinistra tra cui in primis le novità per le pensioni come nelle ultime notizie e ultimissime.

Una profonda revisione delle attuali norme pensionistiche è ciò su cui da sempre rilancia l'ex sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, che in questo attuale quadro di grande confusione politica, ha affermato di voler seguire la strada di una ricostituzione del centrosinistra, ben distante da quella dell'orma ex premier. Le priorità su cui, secondo quanto affermato da Pisapia, bisognerà concentrarsi soprattutto sui temi di precarietà, lotta all’indigenza e alle diseguaglianze sociali, partendo da novità per le pensioni che contribuiscano al raggiungimento di tali obiettivi, attraverso sistemi di prepensionamento, ben diversi dalle attuali novità per le pensioni di mini pensione o quota 41, limitate e con troppi paletti, che permettano ai lavoratori più anziani di lasciare la propria occupazione lasciando, al contempo, posti di lavoro in cui impiegare i più giovani, per permettere loro di crearsi un futuro pensionistico certo, cercando di abbattere le diseguaglianze sociali tra le generazioni e con sostegni a coloro che si ritrovano a vivere in condizioni di grandi difficoltà, italiani che, come riportano le ultime notizie, non sono certo pochi.   

L’intenzione di Pisapia è quella di realizzare un forza politica alternativa all'attuale sinistra, in cui, secondo quanto affermato dallo stesso Pisapia, potrebbe anche rientrare l'ex premier dimissionario, ma a condizione, stando quanto riportano le ultime notizie, che rompa le alleanze con Ala ed Ncd, ma che certamente dovrebbe riunire l’ex leader di Sel Vendola che insieme a Stefano Fassina ha costituito Sinistra Italiana e lo stesso Fassina, per avviarsi verso le primarie per tutta la sinistra in vista delle prossime elezioni, che ancora bisogna capire quando si terranno, se alla naturale programmazione del 2018 o anticipate alla prossima primavera 2017.

Anche Vendola e Fassina sono dalla parte di una importante revisione delle attuali regole previdenziali, pensando a novità per le pensioni che possano rendere più morbidi gli attuali requisiti per andare in pensione, definendo norme ad hoc soprattutto per determinate categorie di lavoratori che sono quelle che finora sono state maggiormente penalizzate dalle attuali regole e cioè lavoratori impiegati in occupazioni faticose e coloro che sono entrati nel mondo occupazionale sin da giovanissimi, cioè a 14-15 anni. Altra intenzione dell'eventuale forza alternativa di sinistra che dovrebbe riunire Pisapia, Vendola e Fassina, anche l'introduzione dell'assegno universale per coloro che restano senza occupazione e sono ancora lontani dal raggiungimento dei requisiti pensionistici richiesti per lasciare la propria attività.

Secondo quanto dichiarato sia da Vendola che da Fassino ai tempi della costituzione di Sinistra Italiana, la nuova forza politica alternativa dovrà dimostrare volontà di innovazione virando versi i tempi che davvero interessano i cittadini e le questioni realmente rispondenti ai bisogni della gente. Ed è inevitabile pensare innanzitutto alle novità per le pensioni che, in occasioni di nuove elezioni, diventerebbero certamente il principale campo di battaglia elettorale, considerando quanto questo tema sia particolarmente caro ai cittadini.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il