Pensioni ultime notizie e prospettive novità nel 2017 per pensioni anzianità e vecchiaia

Cosa cambia l’anno prossimo per pensioni di anzianità e vecchiaia e le ultime notizie su ulteriori modifiche ancora attese

Pensioni ultime notizie e prospettive no

Pensioni novità prospettive 2017 anzianità vecchiaia



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:03): Nel 2017 non cambierà l'aspettativa di vita, e, dunque, non ci saranno stravolgimenti per le pensioni di anzianità e vecchiaia tranne che, come molti sperano, non sia il tanto atteso secondo momento di analisi delle novità per le pensioni dove si dovrebbe trattare proprio delle aspettative di vita. Ma al momento pare molto complesso.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:27):  Abbiamo cercato di rispondere a numerose domande che ci vengono poste su come cambieranno le pensioni di anzianità e vecchiaia, quali saranno le novità per il 2017 sia in base all'attuale normae sia in base alle novità per le pensioni stesse protagoniste nelle ultime notizie e ultimissime

Quali sono le modifiche già attuate sulle regole pensionistiche? Cosa è cambiato finora per le pensioni di anzianità e vecchiaia e quali sono le ulteriori novità per le pensioni che saranno in vigore dal prossimo 2017? Di seguito cerchiamo di chiarire norme attuali e modifiche in arrivo per coloro che vorranno lasciare anzitempo la propria occupazione.

Pensioni di Anzianità


La pensione di anzianità, per cui prima dell'entrata in vigore delle attuali regole pensionistiche, bisognava maturare 400 anni di contributi senza la necessità di raggiungere alcun limite anagrafico, non permette più di lasciare prima il proprio lavoro. Con le nuove regole pensionistiche è, infatti, necessario raggiungere la soglia anagrafica dei 66 anni e sette mesi, età che dal primo gennaio 2019 dovrebbe subire un ulteriore scatto all'insù, per effetto dell'adeguamento all'aspettativa di vita. Considerando, però, che si dovrebbe rimettere mano a questo meccanismo, stando a quanto anticipano le ultime notizie, si spera che l'ulteriori scatto non arrivi. La pensione di anzianità, cancellata, dunque, dall'entrata in vigore delle regole previdenziali attuali, è stata sostituita dalla pensione anticipata. Per andare in pensione anticipatamente bisogna maturare 42 anni e 10 mesi di contributi, che diventano 41 anni e 10 mesi per le donne, anche questo requisiti destinato a salito fino a raggiungere i 43 anni. Tuttavia questi 'importanti' requisiti potranno essere 'aggirati' dall'entrata in vigore delle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 ma anche dal contributivo femminile. Quest'ultimo, infatti, richiede alle donne, sia lavoratrici statali, che autonome e private, 35 anni di contributi e l'aver raggiunto almeno 57 anni (per le statali) e 58 anni (per private e autonome) ma accettando decurtazioni fino ad un massimo del 30% sulla pensione finale. Per quanto riguarda mini pensione, volontaria e social, e per la quota 41, come attualmente previste nel nuovo testo unico, i contributi necessari per andare in pensione prima sono di 20 anni per la mini pensione volontaria, che salgono a 30 per la mini pensione senza oneri e la quota 41 per coloro che sono rimasti senza occupazione, e a 36 per coloro che svolgono occupazioni faticose e vogliono richiedere mini pensione senza oneri o la quota 41.

Pensioni di Vecchiaia

Dal 2017 saranno in vigore modifiche anche per la pensione di vecchiaia: se, infatti, la soglia anagrafica attualmente fissata per andare in pensione è di 66 anni e sette mesi, dal prossimo anno alcune categorie di persone potranno anticipare l'età pensionabile fino a 63 anni, nell'attesa che, come riportano le ultime notizie, venga rivisto il meccanismo di adeguamento dell'età pensionabile all'aspettativa di vita. A rendere possibile l’anticipo dell’età pensionabile le ultime novità per le pensioni del nuovo iter economico, cioè mini pensione e quota 41. Si tratta di novità per le pensioni che permettono di andare in pensione prima a 63, o 63 anni, purchè si siano maturati, come sopra riportato, 20 anni di contributi per la mini pensione volontaria, 30 anni di contributi per chi è rimasto senza occupazione e 36 per chi svolge attività faticose e pesanti.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il