Leopard il nuovo sistema operativo Apple: boom di vendite. Ma non si può confrontare con Vista

Leopard, il nuovo sistema operativo di Apple, prende il volo. Due milioni di copie venute nel solo weekend, che comprendono copie singole e preinstallate sui nuovi computer



Ottimo inizio per Apple che, nel solo weekend, ha venduto 2 milioni di copie di Leopard (Mac Os X 10.5). Un lancio con il botto che stabilisce un nuovo record. Quando, due anni fa, è stato lanciato il precedente sistema operativo di Cupertino, Tiger (Mac Os X 10.4), è trascorso più di un mese prima che venisse raggiunta la quota di 2 milioni di copie installate. Oggi, questi numeri sono già stati superati, in sole cinquanta ore.

Questi dati – rilasciati da Apple, ma confermati anche dagli analisti finanziari – comprendono le copie fisiche del sistema operativo che sono vendute fisicamente nei negozi, le copie acquistate online e i nuovi computer comprati nel weekend con Leopard preinstallato. Un bilancio da record, trainato da un folto numero di early adopter; in questi giorni, il 9 per cento degli utenti Mac è già migrato dal vecchio al nuovo sistema. Una crescita che rispecchia anche la diffusione dei Macintosh; nel 2005 c'erano 12 milioni di utenti Mac, mentre oggi questi numeri sono raddoppiati, e superano i 23 milioni.

Pochi giorni fa, la stessa Apple ha annunciato che questo sarebbe stato un trimestre da primato, grazie all'hardware – tutto rinnovato in ogni gamma eccetto i portatili di fascia consumatori – e anche grazie a Leopard, attesissimo in seguito al suo rinvio di quattro mesi.

Il confronto di vendite con Windows Vista, però, appare ancora azzardato. Microsoft ha infatti venduto 88 milioni di copie nel primo mese; in questo caso, il punto di forza di Redmond è la base di computer e le copie Windows preinstallate. In fatto di numeri cumulativi, le due realtà concorrenti sono ancora mondi a parte.

Per ora, il successo di Leopard è nelle mani degli utenti. La potenza del giudizio dei clienti di Apple è incontestabile: a differenza di Windows, che si trova già installato anche in casa di chi non si interessa dell'equipaggiamento software, il mondo dei Mac user è più attento alle recensioni dei pari. Giudizi positivi e negativi possono fare la differenza, soprattutto in questo periodo pre-natalizio.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il