Ricette di Natale 2016: men¨ di carne e pesce con ricette per Cena, Vigilia, Pranzo 24-25/12/2016 e S.Stefano 26 Dicembre 2016.

Cosa preparare per la cena della Vigilia, il pranzo di Natale e il pranzo di Santo Stefano? Qualche semplice e gustosa idea

Ricette di Natale 2016: men¨ di carne e

Migliori ricette cene pranzi Natale Santo Stefano



AGGIORNAMENTO: La cena della vigilia e i pranzi di Natale e Santo Stefano sono test molto impegnativi per chi deve cimentarsi con i fornelli senza essere molto esperto. Ecco perchè abbiamo deciso di pubblicare le ultimissime novità in merito alle ricette più gustose e ai menù di carne e di pesce da cucinare facilmente e senza stress. Una vera panacea. Leggete l'articolo e non ve ne pentirete.

AGGIORNAMENTO: Vi piacerebbe essere salutati come grandi chef dai vostri ospiti alla fine della cena della vigilia e del pranzo di Natale e alla cena di Santo Stefano? Forse è un'utopia, ma se seguite i consigli che vi forniamo elencandovi alcuni dei più gustosi menù di carne e di pesce, avrete grandi possibilità di lasciare tutti piacevolmente stupiti. Seguiteci! 

AGGIORNAMENTO: Come sarebbe bello poter avere a cena un Vissani, un Carlo Cracco o un Antonino Esposito. Di certo questi gtrandi chef non avrebbero difficoltà a far leccare i baffi agli ospiti. Siccome tu non sei uno chef stellato ti proponiamo alcune gustose, e semplici da preparare, ricette per cucinare menù di carne e pesce che riusciranno a soddisfare anche i palati più esigenti. 

Il primo passo per una bella cena natalizia e un bel pranzo è apparecchiare la tavola nel modo giusto, passo fondamentale per dare un tocco in più al vostro pranzo o alla vostra cena e stupire i propri ospiti. Per le tavole natalizie, i colori da preferire sono principalmente il rosso, il bianco e l'oro, ma è possibile fare preparare una tavola diversa, magari di bianco e nero, o in verde e argento, molto dipende chiaramente anche dai gusti personali. Ci saranno, ovviamente, anche decorazioni come centrotavola natalizi o candelabri. Questa organizzazione servirà a rendere più piacevole e suggestivo il pasto natalizio. Ma cosa aspettarsi in tavola?

Ricette di Natale per la cena della Vigilia

Per la cena della Vigilia di Natale, che è tradizionalmente a base di pesce, baccalà, capitone o salmone, crostacei, gamberi e gamberoni, o gratin o pesci al forno. Si potrebbe partire con un anticipasto di involtini di salmone o di ananas, finocchio, mela verde e merluzzo. Gli ingredienti necessari sono 150 gr ananas pulito, 110 gr polpa di merluzzo fresco, 1 finocchio, una mela smith, alloro, olio e sale. Mondate il finocchio conservando gli guaine esterne e barbine, poi mettere sul fuoco una casseruola di acqua con gli scarti del finocchio e 3-4 foglie di alloro. Al bollore unite il merluzzo; alla ripresa del bollore spegnete il fuoco e lasciate il pesce immerso nell’acqua finché non si sarà intiepidito, poi scolatelo e sfaldatelo tra le dita. Riducete a bastoncini il finocchio; tagliate a fettine sottili la mela e a triangolini l’ananas. Distribuite tutto nei piatti, aggiungete la polpa di merluzzo a pezzetti, condite questo fresco antipasto con un pizzico di sale e un filo di olio e servitelo. Come primo si potrebbero cucinare spaghetti alle vongole e polpo e per secondo capesante al gratin e frittura di gamberi e calamari. Immancabili le portate successive di frutta fresca, frutta secca e dolci. E in quest’ultimo caso i tradizionali panettoni, e soprattutto, pandori, possono essere amabilmente preparati guarniti con crema pasticcera o crema chantilly.

Ricette di Natale per il pranzo del 25

Più libero il pranzo di Natale. Solitamente dopo la cena della Vigilia a base di Pesce, il pranzo di Natale è ricco di piatti che spaziano di più sulla carne. Per esempio di un menù per il pranzo del 25 dicembre potremmo partire con antipasti misti e quindi crostini con burro e salmone, insalata russa, involtini di bresaola e gorgonzola o philadephia, portate di salumi vari. Come primo, insieme alle classiche lasagne, si potrebbe preparare un timballo di verdure e polpette, o una pasta fatta in casa condita con un classico ragù. Come secondo, via libera a cotolette di vitello con contorno di patate, che possono essere sia fritte che al forno, o un tacchino al forno ripieno, accompagnato da patate e verdure. Anche in questo caso, il pranzo non può terminare senza frutta e frutta secca e, ovviamente, i dolci. Per chiudere il pranzo di natale si potrebbero preparare classici profitterol con panna e cioccolato, o anche nella variante allo zabaione, più particolare come gusto, ma che piace a tanti; o anche un tiramisù; o una più moderna torta cheesecake che tanto piace, magari classica o al cioccolato, o ai frutti di bosco.

Ricette di Natale per il giorno di S.Stefano 26 dicembre

Il pranzo di Santo Stefano del 26 dicembre, poi, in molte regioni viene considerato quello della ‘leggerezza’ e, secondo quanto riporta la tradizione, dopo i bagordi della cena della Vigilia e del pranzo di Natale, il pranzo del 26 dicembre dovrebbe essere di purificazione. E’per questo che in molte case solitamente si mangia brodo, o meglio, tortellini in brodo, anche se poi il resto del pranzo prevede comunque portate decisamente più pesanti. Come idea di pranzo di Santo Stefano si potrebbe preparare come primo o tortellini in brodo, come usanza di tanti come appena detto, o una pasta forno. Per secondo, via libera ad una orata al forno o volendo un secondo di carne si potrebbe preparare una bella salsiccia al forno con patate. A chiudere il pranzo sempre i dolci e si potrebbero preparare classiche torte margherita o una bella torta al cioccolato semplicemente ripiena di panna.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il