BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ricette di Natale tra innovazione e tradizione: menù 5 ricette sempre valide, 5 ricette sfiziose, 5 ricette veloci

Idee e consigli per alcune ricette da realizzare e da portare di tavola per queste feste natalizie: ingredienti e come prepararli


Ricette Natale tradizione innovazione

Ricette menù Natale originali tradizionali veloci



AGGIORNAMENTO: Siete ancora indecisi sulla cena da preparare per la vigilia di Natale? Il tempo ormai stringe, non potete più attendere il miracolo. Meglio leggere quest'articolo e prendere spunto dai nostri suggerimenti. Potete trovare una selezione che le cinque ricette, sospese tra innovazione e tradizione, sempre valide, le cinque sfiziose e quelle più veloci da preparare. Farete un figurone!!!

AGGIORNAMENTO: Quale stratagemma state escogitando per spiegare ai vostri ospiti che i fornelli non sono il vostro forte? Fermatevi, vi offriamo la possibilità di salvare in extremis la vostra dignità con le ultime ricette di Natale per preparare un menù sospeso tra tradizione e innovazione. Leggete e memorizzate le cinque ricette sfiziose, quelle più veloci e quelle sempre valide. Avrete addirittura l'imbarazzo della scelta.  

Tra ricette sfiziose, ricette veloci e semplici da realizzare e ricette sempre valide, per la preparazione dei menù della cena della Vigilia e dei pranzi di Natale e Santo Stefano c’è solo l’imbarazzo della scelta. Proponiamo qui di seguito alcune delle ricette da poter portare in tavola.

Ricette di Natale 5 ricette sfiziose

Tra le 5 ricette più sfiziose che si potrebbero portare in tavola per cene e pranzi natalizi, come primo proponiamo gnocchi con zucca e salsiccia. Gli ingredienti necessari sono gnocchi, mezza zucca gialla, 150 gr di pasta di salsiccia, 2 rametti di salvia, 1 scalogno, 1 bicchiere di vino, 2 cucchiai di formaggio grattugiato. Per la preparazione: togliete la buccia alla zucca e tagliatela a dadini, fate cuocere la zucca nell’acqua salata dove poi si cucinerà la pasta. Mentre la zucca cuoce nell’acqua, tritate lo scalogno e fatelo rosolare con la salsiccia, a metà cottura fate sfumare con un bicchiere di vino bianco e aggiungete un rametto di salvia. Quando i dadini di zucca saranno ben cotti scolateli e aggiungeteli al sugo di salsiccia. Fate rosolare alcuni minuti, fino a quando il sugo sarà diventato più denso e meno acquoso, quindi aggiungete formaggio grattugiato e un altro rametto di salvia, fate saltare la pasta nel sugo per alcuni minuti e servite.

Come secondo, si potrebbero preparare le crespelle di grano saraceno ripiene. Gli ingredienti necessari sono 5 uova, 500 ml di latte, 300 g di farina bianca, 150 g di farina di grano saraceno, 300 gr di patate, 300 gr fagiolini, 2 rape rosse, 1 cipolla, salvia, rosmarino, 250 gr di fontina, 2 bicchieri di latte intero, parmigiano reggiano, olio, sale e pepe, noce moscata. Per la preparazione, si parte dal ripieno: sbucciate le patate e tagliatele a listarelle, pulite i fagiolini e fate lessare il tutto. Una volta pronti scolateli e tritateli con il coltello, quindi rosolate con il soffritto di cipolla, salvia, rosmarino e un filo d’olio, mettete sale e pepe per insaporire. Per fare le crespelle, bisogna mettere in una ciotola latte e uova e sbattere e mentre li sbattete aggiungete, una dopo l’altra, le 2 farine con un pizzico di sale fino ad ottenere un composto liscio. Dopo aver fatto scaldare bene la padella, aggiungete un filo di olio e versate con un mestolo il composto appena preparato. Fate roteare la padella e lasciate cuocere bene fino a creare una crespella. Ripetete il procedimento per ottenerne 6. Una volta pronte stendetele sul piano, riempitele e aggiungete un pizzico di parmigiano e arrotolatele su se stesse formando dei cilindretti. Sezionate ogni crespella in 4 parti, mettetela in una pirofila con carta forno, aggiungete un filo d’olio e infornate per circa 5 minuti a 200°. Poi preparate la fonduta mettendo il latte sul fuoco e aggiungendo la fontina tagliata a pezzetti, un po’ di parmigiano, noce moscata e pepe a piacere. Altre ricette sfiziose potrebbero essere quelle di un tortino di patate con taleggio e cubetti di prosciutto come secondo, o di torrone bianco morbido profumato all'arancia o cupcakes di Natale come dolci.

Ricette di Natale 5 ricette veloci

Per un menù natalizio last minute, da cucinare in poco tempo, senza però rinunciare a gusto e bontà: come antipasto si possono servire stuzzicchini sfiziosi e invitanti, veloci da realizzare come dei grissini con mousse al prosciutto o serviti con dei salumi, è anche possibile preparare spiedini con pomodorini, formaggio, olive e prosciutto a cubetti; come primo si potrebbero preparare semplici e veloci spaghetti ai frutti di mare, o passatelli con fonduta di parmigiano e tartufo. Per realizzare questa ricetta servono 5 scorze di arancia, 1.5 dl brodo vegetale, 1.5 dl latte intero, scorza di limone, noce moscata, 250 gr pane grattugiato, 250 gr parmigiano, 3 uova e 30 gr tartufo nero. Per la preparazione, mischiate 250 g di pane ferrarese grattugiato (o pangrattato) e 250 g di parmigiano reggiano grattugiato, un pizzico di noce moscata e la scorza di 1/2 arancia. Impastate bene il tutto con 3 uova. Fate riposare l'impasto nella pellicola per 30'. Sciogliete 100 g di parmigiano grattugiato in 1,5 dl di latte fino a ottenere una crema liscia. Passate l'impasto in uno schiacciapatate con il disco a fori grossi e fate cadere i passatelli su carta da forno, quindi immergeteli nel brodo vegetale bollente, scolateli quando vengono a galla e suddivideteli nei piatti, cospargendoli di crema di parmigiano. Completate il tutto con 30 g di tartufo nero a lamelle e scorzette di limone e servite. E per dolce si può preparare il classico tiramisù.

Ricette di Natale 5 ricette sempre valide

Per non sbagliare, sia che si decida di preparare un menù a base di pesce, sia che si decida di preparare un menù a base di carne,tra le ricette sempre valide, certamente 5 sono amatissime, dall’arrosto con patate, al polpettone ripieno di prosciutto e formaggio, dalla spigola al sale, facile da cucinare, al branzino in crosta. Per realizzare quest’ultima ricetta, per 4 persone, servono 2 rotoli di pasta sfoglia, un branzino già sfilettato, una carota, un gambo di sedano, una cipolla, una foglia di alloro, olio, sale, pepe nero in grani.  Per la preparazione, riempite una pesciera o una casseruola con un litro d'acqua e fate bollire carota, cipolla a pezzetti, sedano, alloro, timo e qualche grano di pepe, e lasciate per 15 minuti. Lavate i filetti di branzino e uniteli al brodo e lasciateli per 10 minuti, alla fine dovranno risultare ancora un pò crudi e compatti. Srotolate e stendete la pasta sfoglia e ritagliate due sagome a forma di pesce. Scolate bene uno dei filetti e sistematelo al centro di una delle sagome, cospargetelo con un trito di cipolla e timo, salate e condite con un filo d'olio, senza ungere la sfoglia. Sovrapponete l'altro filetto di pesce, richiudete con la seconda sfoglia e sigillate i bordi. Con i ritagli di pasta fate delle gocce con l'apposito stampino e adagiateli sulla parte superiore dello stampo facendoli aderire con l'uovo sbattuto. Quindi infornate a 200° per circa 30 minuti e servite. Sempre valido come dolce, invece, il classico pandoro natalizio farcito con crema e con l’aggiunta, magari, di qualche goccia di cioccolato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il