Pensioni ultime notizie attese per giovedì e fatti non scuse Ministre Poletti mini pensioni, quota 41

Cosa si attende davvero dal ministro dell’Occupazione dopo le ultime notizie sulle sue dichiarazioni sui giovani e conseguenze per novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie attese per giove

Pensioni novità scuse reali ministro Poletti



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:12):  E questi fatti reali e non scuse potrebbero essere facilitate fin da subito nelle ultime notizie e ultimissime che si attendono per le novità per le pensioni giovedì con la decisione del vice proprio del suo dicatsero di Poletti che dovrebbe diventare l'ex consigliere economico di Palazzo Chigi e la prima stesura del Milleproroghe almeno nei punti cardine.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:38): Bisogna, infatti, ricordare che il Ministro Poletti non ha fatto quasi nulla per le novità per le pensioni considerandole non prioritarie, ma anche il fondo per l'indigenza, l'aiuto ai non occupati, il fondo di indigenza non hanno avuto successo come è lampante nelle ultime notizie e ultimissime. Dunque, si deve cambiare marcia e strategia a partire dalle novità per le pensioni che non si può negare ( e ormai quasi nessuno lo fa più, che bloccano i nuovi occupati.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:12): Le prime scuse che dovrebbe manifestare il Ministro Polette, quelle che non sono scuse, ma come abbiamo detto fatti concreti, veloci e immediati almeno per le novità per le pensioni si ricollegano strettamente a delle sue affermazioni pre consultazione popolare dove lui stesso diceva che le mini pensioni con oneri e senza oneri così come quota 41 potevano essere migliorate per i disabili e i parenti da occupare. E poi, seppur lui non ha detto nulla, ci sarebbe anche da sistemare le liste dei mestieri che possono entrare. Sarebbe un inizio, poco, ma un primo passo..

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:18):   Le scuse a parole il Ministro Poletti le ha fatte più volte e diverse volta ha spiegato le sue affermazioni, ma sinceramente questo interessa ben poco. La vera attesa, il vero desiderio sono scuse reali che si potrebbero manifestare in una soluzione e in un impegno concreto e veloce per le novità per le pensioni e gli altri argomenti delle ultime notizie e ultimissime oppure, visto finora come è andata, le sue dimissioni.

Solo qualche giorno fa le dichiarazioni del ministro del'Occupazione Poletti che hanno provocato non poche critiche sui giovani che lasciano l'Italia e che, a detta dello stesso ministro, non sono un problema, perchè alcuni è meglio non averli tra i piedi. Polemiche, proteste, richieste di sfiducia sono piombate sul ministro che, bisogna ammetterlo, non ha poi trovato le parole giuste per scusarsi. Si attendono, stando alle ultime notizie, scuse reali dal ministro che dovrebbero innanzitutto partire da nuove politiche, a partire da quelle sui voucher, il cui impiego, come confermano le ultime e ultimissime notizie, in quest’ultimo anno è decisamente salito, anche se si tratta di una forma di pagamento per prestazioni lavorativa che tende soprattutto a sostenere la già dilagante precarietà nel nostro Paese.E le ultime notizie confermano una situazione decisamente negativa per quanto riguarda la situazione lavorativa soprattutto dei giovani in Italia: ancora altissimo il tasso della disoccupazione, così come crescente è l'indigenza, dati che mostrano l'urgenza di cambiare le cose.

Bisognerebbe, dunque, ripartire da miglioramenti in tal senso, seguiti da reali novità per le pensioni, a partire dal completamento dei tasselli mancanti delle novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 in itinere, per poi arrivare all’attuazione di novità per le pensioni che potrebbero agire sulla disoccupazione attuale, dando una nuova spinta soprattutto all’occupazione giovanile, e contribuendo a risolvere i problemi dei giovani di oggi, sia lavorativi che di futuro pensionistico. Ricordiamo, infatti, che stando a quanto previsto qualche tempo fa, con i pagamenti in voucher i giovani per arrivare a percepire una pensione dovrebbero lavorare ben 150 anni. Una prospettiva interessante per reali cambiamenti per le pensioni sarebbe stata quella di sostituzione dell’attuale ministro dell’Occupazione.

Fino a qualche settimana fa, quando si pensava che non dovesse essere riconfermato, si pensava a sostituzioni con Tommaso Nannicini o Teresa Bellanova, due nomi importanti che avrebbero potuto avere importanti effetti sulle novità per le pensioni, sia in itinere, sia per successivi cambiamenti più profondi. Entrambe, infatti, sono sempre stati favorevoli all’approvazione di novità per le pensioni e lo stesso Nannicini è colui che sta portando avanti le trattative per accordi con l’associazione degli istituti di credito e delle polizze assicurative, per la definizione delle regole ufficiali di mini pensione e quota 41 con relativi tempi di entrata in vigore. Ma è anche colui che ha annunciato modifiche del sistema delle aspettative di vita in una seconda fare di lavoro sulle novità per le pensioni. La Bellanova, invece, ex sindacalista della Cgil, è da tempo tra coloro che rilanciano fortemente sull’introduzione di profonde novità per le pensioni come quota 100 o quota 41 per tutti e senza oneri.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il
Puoi Approfondire