BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, quota 100 Marchionne, Domenicali, Del Vecchio

Esempi di amministratori delegati e presidenti di importanti aziende che hanno già avviato privatamente novità per le pensioni e ultime notizie su misure


Pensioni ultime notizie Domenicali Marchionne Del Vecchio

Pensioni novità affermazioni Sergio Marchionnne



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:20): Non si può fare a meno di notare come a mantenere vivo il dibattito in tema novità per le pensioni siano anche le parti sociali. Si tratta di una situazione e di ultime e ultimissime notizie che non devono sorprendere considerando che sono state proprie loro a sollecitare cambiamenti in tempi brevi, anche se partendo da punti di vista differenti.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:01): Siamo in una fase di passaggio sulle novità per le pensioni. Chiuso infatti il capitolo dell'iter, si passerà poi alla definizione degli attesissimi decreti della presidenza del Consiglio dei ministri in tema previdenziale. Tuttavia non si può fare a meno di rilevare come il dibattito delle ultime e ultimissime notizie abbia per ora smarrito i soliti toni accesi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:27): Lo stato è stato immobile per le novità per le pensioni, mentre dapprima i cittadini e poi gli stessi impredentori e le loro relative associazioni chiedevano ( e chiedono) sempre con maggior forza reali novità per le pensioni per incrementare la produttività, aumentare l'occupazione dei giovani, dare fiducia ai consumi interni. E visto che nononostante le varie sollecitazioni anche le soluzioni trovate fin da subito e poi nella prove dei fatti si sono dimostrate non valide sono molteplici e in costante aumento le novità per le pensioni organizzate dalle stesse aziende come nellem ultime notizie e ultimissime

Amministratori delegati e presidenti di importanti aziende private, ben consapevoli della necessità di garantire ai propri lavoratori condizioni occupazionali ottimali, accompagnate da misure di sostegno e previdenziali, importanti, tanto da sostenere la produttività alta, da cui dipende chiaramente il buon andamento dell’azienda stessa, visti i ritardi dell’esecutivo nell’approvazione sia di novità per le pensioni importanti e capaci di sostenere il turn over a lavoro, sia di misure di aiuti sociali, hanno già avviato cambiamenti e provvedimenti decisamente positivi, da novità per le pensioni di uscita prima che nulla hanno a che vedere con le attuali mini pensioni e quota 41 che l’esecutivo ha inserito nel nuovo testo unico, ad aiuti sociali.

Le ultime posizioni di Domenicali su novità per le pensioni necessarie e già avviate

Le ultime notizie in riferimento a novità per le pensioni e sostegni arrivano da Claudio Domenicali, amministrato delegato Ducati, che ha deciso di avviare la staffetta generazionale avviata per offrire ai più giovani nuove occasioni lavorative, spingendo, internamente, la produttività.

Secondo quanto stabilito, i lavoratori più anziani cui mancano 30 mesi al raggiungimento dei requisiti pensionistici richiesti, possono lasciare anzitempo la propria occupazione, continuando a  percepire dall'azienda un assegno pari all'80% dello stipendio ricevuto in servizio fino alla maturazione della normale pensione finale.

Ma il meccanismo della staffetta avviato in Ducati prevede che il posto di un lavoratore più anziano venga occupato da un giovane assunto con contratto di apprendistato; un operaio sarebbe sostituito da un dipendente oggi  assunto part time e che inizierebbe a lavorare full time; e il suo posto verrebbe occupato da un lavoratore stagionale, impiegato cioè solo nei periodi più impegnativi di lavoro.

Le ultime posizioni di Marchionne su novità per le pensioni necessarie e già avviate

L’esempi di Ducati non è l’unico: tra le ultime notizie anche quelle relative al nuovo accordo per i lavoratori di Fca e Cnh Industrial, di cui è rispettivamente amministratore delegato e presidente Sergio Marchionne, che prevede misure di sostegno del welfare e riduzione di cuneo fiscale e contributivo.

Secondo quanto definito, infatti, i lavoratori di Fca e Cnh Industrial, l’anno prossimo, potranno scegliere di usare gli 800 euro di premio aziendale in beni e servizi come spese per istruzione dei figli e servizi di cura, o buoni spesa, carburante, o per la previdenza integrativa.

Ed è chiaro come si tratti di novità che vanno decisamente incontro alle esigenze dei lavoratori stessi, con l’obiettivo di rendere migliori e più agevoli le loro condizioni di lavoro tanto da garantire, contemporaneamente, benefici all’attività produttiva aziendale.

Le ultime posizioni di Del Vecchio su novità per le pensioni necessarie e già avviate

Sulla stessa scia le misure avviate già tempo fa da Leonardo Del Vecchio, presidente Luxottica, che ha dato vita sia ad un nuovo bonus vita sia ad nuovo patto generazionale.

La prima misura rappresenta un contributo del valore compreso tra i30 mila euro e i 70mila da erogare alla famiglia dei propri dipendenti in caso di scomparsa di quest’ultimi e il contributo cresce in base alla composizione del nucleo familiare, e cioè in caso di presenza di un minore, o persone disabili, o studenti che abbiano meno di 30 anni di età, o in caso di mutuo in essere sulla prima casa.

Il patto generazionale, invece, altro non è che l’avvio della staffetta generazionale per cento lavoratori cui mancano tre anni al raggiungimento della pensione finale, che pur andando in pensione prima non subiranno alcuna decurtazione sul valore dell’assegno pensionistico finale,ma la cui uscita permetterà di avviare nuove assunzione di più giovani.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il