Pensioni ultime notizie quota 100, quota 41, mini pensioni i tribunali come unico sistema reale

Ancora una volta i tribunali sembra l’unica strada giusta per ottenere novità per le pensioni concrete e le ultime notizie su ulteriori iniziative

Pensioni ultime notizie quota 100, quota

Pensioni novità concrete unica strada tribunali



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:44): E poi c'è la questione che stanno portando avanti diversi Gruppi Online per le novità per le pensioni che si basa tutto sui tribunali ovvero fare ricorsi in tutta Italia denunciando che gli atti fatti da tutti gli esecutivi non votati con elezioni sono illeggittimi e in questo caso vi sarebbero anche tutte le novità negative per le pensioni. E questa iniziativa sta sempre più prendendo piede come altri ricorsi nelle ultime notizie e ultimissime.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:30): Basta vedere quelo che è successo per le varie decisioni prese dall'ex-esecutivo, ma non solo da quest'ultimo, riviste e bocciati dai tribunali che le novità per le pensioni come le mini pensioni e quota 41 potrebbero fare la stessa fine, anche perchè non mancano di problemi  e di errori e non sono nemmeno "chiuse" nei loro elementi fondamentali attesi sempre più utime notizie e ultimissime.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45):  I tribunali continuano ad essere i protagonisti su dievrsi argomenti e molte volte metteno in evidenza con le proprie sentenze i cambiamenti d fare in diversi ambiti anche quelli "appena toccati". E così diventa chiaro che anche per le novità per le pensioni si sta pensando di farlo, anche eprchè spesso i tribunali stessi hanno già fatto sentenza in favore nelle ultime notizie e ultimissime

I tribunali ancora l’unica strada da tanti percorsa per riuscire ad ottenere giustizia in campo previdenziale: mentre lo Stato continua a temporeggiare sia sulla questione delle novità per le pensioni sia sulla questione occupazionale e misure sociali, per arrivare a soluzioni concrete, l’unico modo reale sembra quello di passare dai tribunali. Si tratta di una situazione che è stata dimostrata già diverse volte, dai ricorsi presentati già tempo fa presso i tribunali di competenza per i problemi relativi alla pensione dei lavoratori della scuola, alla class action per la proroga delle norme del contributivo femminile per permettere alle donne lavoratrici sia statali che autonome e private di andare ancora in pensione prima, alla questione del rimborso ai pensionati che non hanno potuto godere della rivalutazione automatica della loro pensione.

Senza dimenticare, poi, la questione del via libera stabilito all’applicazione del prelievo sulle pensioni più elevate, la vicenda dei buoni per l'occupazione e l’intenzione di mettere a punto una nuova norma per una loro revisione prima che sulla nuova norma occupazionale arrivi a pronunciarsi l’Alta Corte, la sentenza del resto attesa dalla stessa Alta Corte sul sistema di voto che impatto potrà avere anche sulle novità per le pensioni. Si tratta di questioni già sottoposte o, come riportano le ultime notizie, pronte ad arrivare sui tavoli dei tribunali che riguardano quelle novità per le pensioni e questioni previdenziali che lo Stato non riesce, o forse non vuole, chiudere. E l’idea di passare dai tribunali per riuscire ad ottenere modifiche cambiamenti per le pensioni è anche quella che anima i gruppi online di Facebook.

Secondo quanto riportano le ultime Claudio Balzanelli coordinatore del gruppo online Lavoratori precoci lavoro giovani, insieme all'avvocato Marco Mori, originario di Rapallo, esponente del partito Alternativa italiana, starebbe portando avanti l’iniziativa che prevede di raccogliere e presentare più denunce possibili da parte dei cittadini, in tutti i tribunali d'Italia, con l’intenzione di far capire l’illegittimità della maggioranza non eletta dal popolo e dei relativi provvedimenti approvati, a partire dalle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 del nuovo testo unico. Sul tavolo dell’Alta Corte anche un’altra iniziativa: quella di Andrea Mazziotti, presidente del gruppo Affari costituzionali, di revisione dell'articolo 38, che prevede il riconoscimento dei mezzi per condurre una vita dignitosa per coloro che non possono lavorare per problemi di disabilità o altre gravi patologie, e che tutti i lavoratori possano beneficiare di misure previdenziali e sociali nei casi di malattia, infortunio, invalidità e non occupazione.

Secondo Mazziotti, si tratterebbe di una novità per le pensioni importanti in vista di un obiettivo di uguaglianza sociale che, come dimostrano i forti squilibri esistenti, sembra essersi persa. La strada più semplice di revisione dell’art.38 è proprio quella dell’Alta Corte che potrebbe aprire, in maniera concreta, ancora una volta, a modifiche delle attuali pensioni, un obiettivo non poi così impossibile se consideriamo che la stessa Consulta si è detta più volte favorevole a modifiche delle attuali norme pensioni e all’approvazione di novità  per le pensioni, soprattutto se collegate all’occupazione, soprattutto se collegate alla possibilità di rendere migliore le condizioni di vita dei cittadini.  

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il