BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Rinnovo contratti, bonus 80 euro, aumento stipendi forze dell'ordine,Polizia,Militari,Vigili,Esercito attese Gennaio-Febbraio 2017

Sono tante le partite aperte per le forze dell'ordine nel contesto della riforma della pubblica amministrazione.


Forze dell'ordine, Militari

rinnovo contratti e aumento stipendi attese



AGGIORNAMENTO Nuovi contratti e aumento stipendi forze dell'ordine, militari, polizia, vigili:  Abbiamo iniziato a scrivere, o meglio continuato a scrivere, tutti gli aggiornamenti per le novità per il bonus 80 euro e ril rinnovo di contrati degli statali per le forze dell'ordine attesi a Gennaio 2017, ma che probailmente si prolunherà l'attesa nel 2017 in questo articolo aggiornato ogni giorno.

AGGIORNAMENTO Nuovi contratti e aumento stipendi forze dell'ordine, militari, polizia, vigili: E oggi mercoledì 11 Gennaio 2017 finalmente al via le nuove riunioni, con il primo confronto, tra il Governo Gentiloni e il Ministro Madia per l'aumento degli stipendi e del rinnovo dei contratti. Si dovrà decidere l'iter, ma anche se sarà confermato il budget in quanto quello stanziato nella manovra potrebbe non bastare.

AGGIORNAMENTO Nuovi contratti e aumento stipendi forze dell'ordine, militari, polizia, vigili: Le fibrillazioni dei dipendenti del pubblico impiego sono comprensibili. Il tema del rinnovo dei contratti e dell'aumento degli stipendi anche per le Forze dell'ordine, Militari, Polizia e dei Vigili atteso a gennaio è di scottante attualità. Se vuoi conoscere gli aggiornamento sulle novità attese in questi giorni non devi fare altro che seguire questo articolo. 

AGGIORNAMENTO Nuovi contratti e aumento stipendi forze dell'ordine, militari, polizia, vigili: Le ultime novità e gli aggiornamenti sul rinnovo contrattuale e aumento stipendi per le Forze dell'ordine, MIlitari, Polizia e Vigili. Inoltre qui potrete seguire gli sviluppi tanto attesi dai lavoratori del pubblico impiego. Leggete e condividete.

La partita del rinnovo dei contratti dei dipendenti pubblici coinvolge anche le forze dell'ordine ovvero militari, polizia e vigili. Le coordinate sono ben chiare: il surplus sarà di 85 euro in media, ma non sono stati fissati i tempi di introduzione, anche perché la maggioranza si è impegnata ad approvare il Testo unico sul pubblico impiego entro febbraio. Il fronte delle discussione si sposta adesso ai tavoli di contrattazione e il prossimo appuntamento è quello del 10 gennaio.

Sciolto invece il nodo sul rapporto tra l'aumento da 85 euro e il bonus Renzi da 80 euro per i dipendenti pubblici (e privati): l'uno non escluderà l'altro e dunque sono cumulabili. La logica, è stato spiegato, è quella della piramide rovesciata, per cui si favorisce chi ha di meno. Non sono previste penalizzazioni indirette per i beneficiari del bonus Irpef. Per quanto riguarda i precari nella pubblica amministrazione, l'intenzione è di prorogare i contratti in scadenza mentre nel Testo unico sul pubblico impiego rimarranno solo quelle forme contrattuali che potranno essere utilizzate dalle amministrazioni statali.

Chi riceve il bonus di 80 euro nel 2017

Al pari di quanto è successo nel 2016, anche nei prossimi 12 sarà erogato il bonus di 80 euro netti al mese. Più precisamente, a beneficiare di questo surplus in busta paga, che non inciderà a livello fiscale, saranno gli appartenenti a Polizia di Stato; Carabinieri; Guardia di Finanza; Corpo Forestale; Polizia penitenziaria; Vigili del Fuoco; Aeronautica Militare; Esercito Italiano; Marina Militare; Corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana; Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana; Corpo Militare dell'Esercito Italiano del Sovrano Militare Ordine di Malta; Capitanerie di Porto. Dirigenti a parte, spetterà a tutti, indipendente dal reddito ricevuto. Per percepirlo è fondamentale che il reddito annuale sia compreso tra 8.000 e 24.000 euro e parzialmente fino a 26.000 euro.

Proroga validità graduatorie per polizia penitenziaria

Proroga validità graduatorie per polizia penitenziaria. A confermarlo è il ministro della Giustizia Andrea Orlando. "Nel Consiglio dei ministri abbiamo approvato il decreto milleproroghe che contiene una norma importante per la Polizia penitenziaria", ha scritto Orlando sulla sua pagina Facebook. È stata infatti prevista la proroga della validità delle graduatorie di idonei sino alla fine del 2017. Terminato l'iter legislativo l'amministrazione penitenziaria potrà così utilizzare queste graduatorie per avviare le procedure finalizzate all'assunzione nel corso del prossimo anno fino a 900 donne e uomini che andranno a colmare in parte il vuoto in organico del corpo di polpen. Si tratta di un primo passo, ma molto importante per migliorare le condizioni di lavoro nelle carceri, garantirne maggior sicurezza e un miglior trattamento per i detenuti. Nel provvedimento è stata inserita anche la proroga di sei mesi dei componenti del Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti e dei Consigli regionali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il