BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie sentenza Consulta è ufficiale e confermata esclusione INPS di numerosi per mini pensioni, quota 41

Si delineano sempre più le vicende politiche e non italiane e non: le ultime notizie importanti e le conseguenze che potrebbero avere sulle novità per le pensioni


Pensioni ultime notizie nuovo quadro

Pensioni novità quadro si delinea meglio rischi



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:03) Ed ecco che dopo le novità per le pensioni dell'INPS arrivano ulteriori novità sempre per le pensioni abbastanza negative dalla sentenza della Consulta che ha dato il via libera alla consultazione popolare per due dei tre quesiti e che si dovrebbe tenere in primavera. E' chiaro l'impatto sulle pensioni se si deciderà a questo punto di procedere con la consultazione oppure bloccarla e sospenderla un anno dichiarando il prima possibile le elezioni come possibile e spiegato nelle ultime notizie e ultimissime.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:08): E arrivano ulteriori novità per le pensioni negative che sembrano cofnernate da una serie di spiegazioni per il momento solo pubblicate, ma non ufficiali su dei powerpoint dell'INPS che riprendono alcune incertezze su chi può uscire prima con le mini pensioni onerose e non e quota 41. E la risposta dell'esclusione pur non ufficiale è quella su questo problema che ci eravamo posti in un altro articolo: "Tra le ulteriori novità per le pensioni attese, vi sarebbero anche informazioni e chiarimenti relativi al meccanismo delle aspettative di vita e al loro collegamento alla mini pensione. Ci si chiede, infatti, se l’aumento dell’età pensionabile strettamente legato, in base a quanto previsto dalle attuali norme pensionistiche, all’aumento dell’aspettativa di vita avrà impatto sull’età anticipata di uscita dal lavoro con la mini pensione, andando, dunque, a modificare i tempi di pensionamento per i nati tra il 1954 e il 1955. Considerando che la mini pensione permette di andare in pensione prima fino a massimo tre anni rispetto all’attuale soglia di pensionamento dei 66 anni, è possibile che con il sistema delle aspettative di vita, un lavoratore nato a dicembre 1954, con il nuovo adeguamento alla speranza di vita che scatterà nel 2019, dovrò ritardare la sua uscita dal lavoro"

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:40): Se dovesse esserci una decisione favorevole alla consultazione popolare potrebbero accadere nelle ultime notizie e ultimissime tre scenari. Il primo riguarderebbe una accelerazione per le elezioni, dunque, favorevole per le novità per le pensioni, anche se la Consulta dicesse di sì, in quanto per bloccare la consultazione l'unica via possibile sarebbe, per forza, andare ad elezioni subito o quanto prima annunciarle per bloccare e posticipare di un anno la consultazione. Ma non c'è solo questo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:02): E' oggi il giorno atteso per il pronunciamento dell'Alta Corte che condizionerà le elezioni e, quindi, sotto vari aspetti le novità per le pensioni potenziali sia nel breve che medio termine. E come detto, dalle ultime notizie e ultimissime, l'esito incerto. Intanto sono ripartiti anche i lavori in Parlamento come abbiamo visto sotto.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:05): Riprendono i lavori nelle Aule di Montecitorio e Palazzo Madama, ovviamente con una grade attesa per la decisione di domani. Nel frattempo, è da sottolineare, come al momento non sono ancora stati calendarizzati i DCPM per le novità per le pensioni, non essendoci nelle ultime notizie e ultimissime dei prossimi giorni nessun cenno. Si riprende, invece, per il Decreto Omnibus (importante) e per lo statuto dei professionisti.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:49): Se dovesse, infatti, passare, il sì alla consultazione popolare le novità per le pensioni reali che si potrebbeo probabilmente avere solo con elezioni subito ritarderebbero in quanto solo una volta ci sono state elezioni e una consultazione pubblica nello stesso anno e dalla ultime notizie e ultimissime anche il Capo dello Stato apparirebbe contrario. Ma non c'è solo questo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:01):  Ma una decisione dell'Alta Corte è attesa oltre quella del 24 Gennaio anche domani mercoledì e non sarà di poco conto visto che se dovesse passare la decisione della consultazione popolare le elezioni si allontanerebbero ancora di più con chiare ripercussioni per le novità per le pensioni che come come abbiamo già visto nelle ultime notizie e ultimissime sono ripartite con una serie di difficoltà e non da poco.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): Forse, infatti usare la parola delineare è un pò esagerato, visto le incertezze del momento, ma sicuramente è stato in continua evoluzione per le novità per le pensioni sia strettamente collegate che non, ma comunque, condizionanti. Ad esempio, sembra chiaro che le elezioni, qualsiasi sia la decisione della Consulta non saranno immediate nelle ultime notizie e ultimissime con gli schieramente impegnati a riorganizzarsi sia internamente che con le alleanze. E questo da una parte non è positivo per le novità per le pensioni, ma dall'altra sì perchè concesente di avere il tempo di concludere quota 41 e le mini pensioni onerose e non e avere, si spera, anche un sistema di voto che porti una maggioranza stabile e che possa fare novità per le pensioni reali, che ci si attende davvero.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): Un quadro che ha continuato ad evolversi non conoscendo soste e che probabilmente con la ripresa delle attività ufficiali potranno essere concretizzate dopo le ultime notizie e ultimissime riuscendo, speriamo, a chiarire almeno parzialmente anche i tanti dubbi che ci sono sulle novità per le pensioni e su numerosi altri aspetti

Sembra delinearsi sempre più il quadro della situazione politica attuale con tutte le conseguenze che potrebbero derivarne per le novità per le pensioni, dalle vicende politiche interne, ormai in via di definizione ufficiale con le ultime nomine che si attendevano di sottosegretari e viceministri, a quelle europee. Tra le ultime notizie, i miglioramenti per le novità per le pensioni che si attendevano con il decreto omnibus ma che sono al momento saltate, anche se ulteriori speranze di revisione delle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 potrebbero aprirsi in vista dell’arrivo dello stesso decreto in Aula, dove dovrebbe essere rivisto, tra gennaio e febbraio, per essere ampliato anche con misure non urgenti, come quelle al momento definite, anche se, secondo quanto anticipano le ultime notizie, anche in questo caso potrebbe arrivare la fiducia e quindi potrebbero ulteriormente saltare, come già accaduto a Palazzo Madama con il nuovo testo, i miglioramenti attesi per le novità per pensioni

Prossimi passaggi importanti per le novità per le pensioni con Dl Sviluppo e Dpcm

Con l’avvio del nuovo anno e le nuove nomine anche al Dicastero dello Sviluppo Economico, ci si appresta a riprendere le discussioni sul Dl Sviluppo e con esso la norma che permetterebbe a tutti i lavoratori iscritti ai fondi di andare in pensione prima nel caso in cui fossero rimasti senza occupazione da lungo tempo, riscattando quando versato nel proprio fondo prima del raggiungimento della normale età pensionabile. E la ripresa delle discussioni in tal senso, particolarmente orientate anche sulle novità per le pensioni verrebbe certamente sostenuta dalla nomina allo Sviluppo economico di una ex sindacalista che certamente rilancerà sulle novità per le pensioni per una revisione delle attuali norme pensionistiche. Più del Dl Sviluppo, particolare attenzione è puntata soprattutto sull’arrivo dei Dpcm che entro il primo marzo 2017 dovrebbero ufficializzare regole di funzionamento e tempi certi di entrata in vigore delle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41. I Dpcm attesi riguardano, come confermano le ultime notizie, gli accordi con l’associazione degli istituti di credito per la definizione delle entità dei tassi di interesse sulla mini pensione volontaria; condizioni per le polizze assicurative; e criteri per stabilire eventuali priorità per l’accesso a mini pensione senza oneri e quota 41, in modo da non creare eventuali problemi e difficoltà nel caso in cui le domande dovessero essere superiori al budget stanziamo per le stesse mini pensioni e quota 41.

Nomine al Dicastero dell’Occupazione e conseguenze per le novità per le pensioni

Saltata, invece, la nomina del vice responsabile al Dicastero Occupazione che tanto si attendeva, potrebbero esserci conseguenze negative per le novità per le pensioni di un secondo passaggio. Era stato, infatti, proprio lui ad annunciare mesi fa che in un momento di lavoro successivo, cioè in un secondo passaggio, ci si sarebbe concentrati su novità per le pensioni decisamente più importanti delle attuali mini pensioni e quota 41, limitate e con troppi paletti, ripartendo da modifiche del sistema delle aspettative di vita, importante per una profonda revisione delle attuali norme pensionistiche che avrebbe permesso di andare anche oltre le tanto richieste novità per le pensioni di quota 100 e quota 41 per tutti. Ora però questo secondo passaggio sarebbe a forte rischio.

Elezioni nel lungo termine e quindi nulla per pensioni al momento

Tra le situazioni che si stanno delineando sempre più anche quella relativa alle elezioni: stando, infatti, alle ultime notizie, è possibile che ormai si arrivi a fine legislatura per le elezioni e questo significherebbe rimandare ancora le novità per le pensioni importante. Un voto anticipato, infatti, secondo molti, sarebbe stata l’occasione ideale di rilancio delle novità per le pensioni da parte di tutti gli schieramenti politici, il problema è che, come riportano le ultime notizie, proprio all’interno di questi stessi schieramenti regna il totale caos, situazione che non li prepara certo al meglio per affrontare elezioni, e che lo stesso presidente della Repubblica avrebbe più volte espresso appoggio al nuovo esecutivo, quasi invitando a terminare la legislatura. Si tratta di situazioni che allontanano la prospettiva di andare al voto subito. E in tal senso, si attende con curiosità la sentenza della Consulta del prossimo 24 gennaio sul sistema di voto. In questi contesti interni, si inseriscono, poi, anche le ultime notizie provenienti dalla Comunità che, alla luce dell’andamento delle vicende italiane, potrebbe anche commissariarci esattamente come già accaduto in Grecia con il via alla Troika e questo bloccherebbe certamente ogni nuova possibilità di intervento con novità per le pensioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il