BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie su quota 100, mini pensioni, quota 41 da Meloni, Grillo, Verhofstadt

Le ultime affermazioni sulle novità per le pensioni in questi delicati giorni di attesa e di sorprese dietro l'angolo.


Sì alle ultime notizie pensioni

Due strade per novità per le pensioni



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:27): C'è comunque da credere come nonostante le porte in faccia chiuse al Movimento 5 Stelle da parte del gruppo transazionale liberale dell'Alde, le battaglie sulle novità per le pensioni proseguiranno. In particolare, come confermato dalle ultime e ultimissime notizie, il punto centrale dei progetti presenti e futuri rimane l'introduzione dell'assegno universale.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:10):  Lo stesso schieramento pentastallato si è diviso così come quasi tutti sono andati addosso alla decisione parlando di tradimento dei valori nelle ultime notizie e ultimissime quando in realtà si trattava di una operazione strategica che avrebbe portato, probabilmente, più concretezza e possibilità di essere realizzati e avere un peso specifico più importanti ai temi cari al M5S tra cui anche le novità per le pensioni.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): Non sono mancate le reazioni alla decisione di Grillo e degli aderenti con il voto online di entrare nell'Alde per poi essere stati rifiutati nelle ultime notizie e ultimissime proprio da uno dei principali esponenti con il quale si era trattato ovvero Verhofstadt. Un peccato anche per tutto il programma di Grillo e del Movimento 5 Stelle comprese le novità per le pensioni.

Sono giorni frenetici sulle novità per le pensioni se non altro perché alcune delle aspettative sono venute meno. Ma sono proprio le ultime notizie pensioni a raccontare di come il confronto sia sempre acceso, dentro e fuori i confini nazionali.

Beppe Grillo: un mancato sì che significa no alle novità per le pensioni

Il leader del Movimento 5 Stelle se la prendere con l'establishment, ma non c'è dubbio che il mancato ingresso degli europarlamentari nel gruppo dei liberali dell'Alde avrà ripercussioni programmatiche oltre che politiche. Alcune battaglie, come quella dell'assegno universale, magari da finanziare con fondi europei, da fare passare nel quadro della rivisitazione del progetto delle novità per le pensioni, avrebbe avuto una maggiore spinta nel caso di adesione alla terza forza comunitaria. Tuttavia il matrimonio voluto da Beppe Grillo e approvato dalla Rete non si è consumato. In ogni caso c'è da credere che l'attivismo sulle pensioni non si arresterà proprio adesso, anche se l'Alde rimane un miraggio. Liberali ai quali, in realtà, non tutti nel Movimento 5 Stelle avevano strizzato l'occhio mentre dalla base, nonostante il sì della Rete, era arrivata un'ondata di scetticismo.

Guy Verhofstadt: un no che pesa anche sul sì alle ultime notizie pensioni

Salta dunque l'ingresso del Movimento 5 Stelle nel gruppo Alde del leader Guy Verhofstadt, peraltro candidato alla presenza del parlamento europeo. A suo dire, nonostante alcuni punti in comune e le prospettive sulle pensioni in parte coincidenti, le visioni sono differenti e sarebbe stato complicato stendere un programma di lavoro comune. Il punto è che questa posizione di chiusura della terza forza del parlamento europeo rischia di avere ripercussioni politiche che vanno al di là dell'organizzazione dei gruppi di Strasburgo. Basti vedere le reazioni degli altri leader politici dinanzi al tentativo funzionale ad acquisire peso in Europa. Insomma, la situazione è in fermento e sempre che non sia destinata a terminare qua e che possa avere ripercussioni anche nelle scelte politiche e programmatiche, incluse quelle relative alle novità per le pensioni.

Giorgia Meloni e le due strade per le novità per le pensioni

Anche in questo inizio anno c'è Giorgia Meloni che sposta l'attenzione politica sulle novità per le pensioni. Se nei mesi scorsi la sua battaglia è stata concentrata su contrasto ai privilegi ovvero alle pensioni più alti e ai vitalizi, arrivando a invocare il ricalcolo di tutti gli assegni con il contributivo, questa volta chiede di andare al di là delle novità introdotte dalla precedente maggioranza e naturalmente appoggiate in pieno da quella attuale. Dalle mini pensioni con o senza oneri all'applicazione in maniera parziale di quota 41, a detta della leader di Fratelli d'Italia occorre seguire la strada della semplificazione ovvero della previsione di norme che siano quanto più possibili universali, accanto a quella lotta alle posizioni di rendita. A riemetterci per i troppi sprechi e i privilegi ormai ingiustificati sono le nuove generazioni di lavoratori o di aspiranti lavoratori.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il