BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, quota 100 le attività in Parlamento sono ricominciate

Dopo la pausa natalizia, riprendono le attività parlamentari: ultime notizie su prossime importanti calendarizzazioni e cosa aspettarsi per le novità per le pensioni


Pensioni ultime notizie Parlamento

Pensioni novità riprendono attività Parlamento



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:34): L'agenda politica si sta normalizzando sia perché questa è la prima settimana post festività e sia perché è arrivata la scelta dell'Alta Corte sulla consultazione popolare. A questo punto le prospettive sulle novità per le pensioni sono più chiare e sono legate alla data delle prossime elezioni politiche. Stando alle ultime e ultimissime notizie, sembra adesso allontanarsi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:30): Infatti, il Gruppo Occupazione che si dovrebbe dedicare anche alle novità per le pensioni ha ripreso le attività su due temi principali come appare nelle ultime notizie e ultimissime ufficiali ovvero come sistemare i buoni per il pagamento delle attività e lo statuto dei liberi professionisti 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:22): Finita la sosta riprendono le attività in Parlamento e si profila una primissima agenda che servirà soprattutto per organizzare tutte le altre attività. E per questo, forse, non c'è nelle ultime notizie e ultimissime nessun segnale dei tanti attesi DCPM per le novità sulle pensioni che, si spera, almeno per quanto riguarda l'iter verranno organizzati in questi giorni anche se le priorità al momento sembrano altre da parte dello stesso Gruppo che si dedica alle attività e alle novità per le pensioni

Nuovo decreto banche, decreto per il Sud e decreto Milleproroghe sono i capitoli che riaprono le attività parlamentari dopo le vacanze natalizie. Sia il decreto banche che il Milleproroghe sono stati assegnati oggi, martedì 10 gennaio, a Palazzo Madama. Per quanto riguarda, in particolare, il Milleproroghe, se quello definito a fine anno scorso prevede le misure più urgenti ma molto generale, ora viene proprio calendarizzato dalle ultime notizie, come solitamente avviene tra il mese di gennaio e febbraio, destinato ad ampliare il decreto d’urgenza e in cui potrebbero essere inserite ulteriori novità per le pensioni.

Cosa potrebbe contenere ancora il Milleproroghe

Il Milleproghe, su cui si è già iniziato a lavorare a fine anno per la definizione dei provvedimenti più urgenti, che si appresta a tornare nuovamente in discussione, insieme alle misure urgenti già predisposte, dovrebbe prevedere, tra le altre misure, ulteriori miglioramenti delle novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 già approvate e inserite nel nuovo testo unico ma anche altri provvedimenti. Partendo dalle novità per le pensioni, con il Milleproroghe, stando alle ultime notizie, potrebbero tornare in discussione i miglioramenti alle novità per le pensioni del Comitato ristretto per le pensioni e che prevedono la richiesta di un aumento dei tempi di malattia e di non occupazione; di allargamento della lista delle attività da considerare faticose per la richiesta di mini pensione senza oneri e quota 41; e una riduzione degli anni contributivi, da 36 a 35, per le mini pensione senza oneri per coloro che svolgono occupazioni pesanti. Ma c’è da aspettarsi anche che possa essere rimessa in discussione anche la richiesta di riduzione dal 75% al 60% della percentuale di invalidità per mini pensione senza oneri e quota 41. Si tornerà a parlare nei prossimi giorni anche di novità per l'occupazione dei lavoratori autonomi, categorie di persone che hanno pagato maggiormente il conto della crisi, novità che dopo un primo via libero a Palazzo Madama sono state bloccate a causa della crisi politica che ha interessato il nostro Paese. Il provvedimento dovrebbe contenere maggiori tutele per i lavoratori iscritti alla gestione separata dell'Istituto di Previdenza.

Tempi ancora incerti per i Dpcm attesi per l’ufficialità delle ultime novità per le pensioni

Tra le nuove calendarizzazioni, però, manca quella relativa ai Dpcm: le ultime notizie non riportano, infatti, nulla in merito mentre il tempo stringe e ci si chiede se le trattative per la chiusura degli accordi con l’associazione degli istituti di credito sulla definizione delle entità dei tassi di interesse sulla mini pensione stiano andando davvero avanti, soprattutto all’indomani dell’uscita dalla squadra dell’esecutivo del consigliere economico di Palazzo Chigi che le aveva avviate, ben intenzionato a portarle avanti. Il problema è che senza gli accordi e la definizione dei Dpcm mancheranno le regole ufficiali di funzionamento delle novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 e il rischio di un loro ritardo potrebbe praticamente tradursi in un contestuale ritardo dell’entrata in vigore di mini pensione e quota 41. E se questo dovesse accadere, chiaramente provocherebbe per l’ennesima volta grande delusioni in tutti coloro, anche se pochi, che attendono ad oggi norme e tempi ufficiali di entrata in vigore delle novità di mini pensione e quota 41, seppur limitate.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il