Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, Ape Social, Ape Volontaria spiegazioni INPS ufficiali ulteriori

Nell’attesa dei Dpcm, le ultime notizie sulla novità per le pensioni di mini pensione dall’Inps: chiarimenti forniti e quelli ancora da dare

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q

Pensioni novità spiegazioni ufficiali mini pensioni Inps



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:07): Se le delucidazioni sulle novità per le pensioni sono continue significa che il progetto messo in piedi è complesso e soprattutto che non è completo. Le ultime e ultimissime notizie, ad esempio, sottolineano l'urgenza di mettere a posto le mini pensioni con l'emanazione dei tanto attesi decreti della presidenza del Consiglio.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:01): Continuano a emergere nuovi particolari sulle novità per le pensioni ed esattamente sullo strumento che ha catalizzato l'attenzione negli ultimi mesi ovvero le mini pensioni. A fornire nuove indicazioni, come abbiamo visto, è questa volta l'Istituto nazionale della previdenza sociale. E c'è da scommettere come da qui a maggio, mese dell'entrata in vigore, le ultime e ultimissime notizie non si fermeranno qui.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01): Continuano a rendersi necessari i chiarimenti sulle novità per le pensioni e in particolare su due tra le questioni che hanno maggiormente tenuto impegnata la maggioranza. Da una parte ci sono le mini pensioni, con o senza oneri, dall'altra la questione del contributivo femminile, rispetto a cui la soddisfazione è parziale, come da ultime e ultimissime notizie.

Il prossimo primo marzo, stando alle ultime notizie, dovrebbero essere definiti e resi noti i Dpcm con le regole e i tempi ufficiali delle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, documenti che sono decisamente cruciali per l’entrata in vigore ufficiali di queste stesse novità per le pensioni ma che alla luce delle ultime notizie e soprattutto della uscita dall’esecutivo del sottosegretario alla presidenza del Consiglio che aveva avviato la trattativa con gli istituti di credito e le assicurazioni per la definizioni degli accordi necessari per la definizione delle entità dei tassi di interesse che peseranno sulla mini pensione, e dell’attuale situazione politica ancora piuttosto caotica, potrebbero anche slittare, rimandando di conseguenza l’entrata in vigore delle novità per le pensioni di quota 41 e mini pensione.

Primi chiarimenti dell'Inps su novità per le pensioni di mini pensione

Nell’attesa dei Dpcm è l’Inps a fornire ulteriori spiegazioni sulle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, a partire dai tempi della sperimentazione delle stesse novità per le pensioni e che al momento andrebbero dal primo maggio 2017 al 31 dicembre 2018. Pur se fissate sperimentali per tre anni, infatti, per prolungarle per gli altri anni, si attenderà di sapere come è andata la sperimentazione nel primo anno e le risorse impiegate. L'Inps ribadisce, inoltre, i requisiti ufficiali che bisognerà soddisfare per richiedere la mini pensione volontaria, e cioè avere almeno 63 anni di età e 20 anni di contributi; valore delle pensione finale pari o superiore a 1,4 volte il trattamento minimo; non percepire altri tipi di pensione. Stando a quanto confermano le ultime notizie, la mini pensione potrà essere richiesta dai lavoratori dipendenti pubblici e privati, dai lavoratori autonomi e dagli iscritti alla gestione separata Inps. Ne sono esclusi i liberi professionisti iscritti alle Casse private professionali. Per quanto riguarda le regole di restituzione della mini pensione percepita in anticipa per lasciare anzitempo la propria occupazione, la rata di rata di rimborso varrà anche sulla 13esima mensilità della pensione per 260 rate mensili da pagare in 20 anni. L'Inps, però, ha anche chiarito che, potendo, si potrà estinguere quanto percepito in anticipo anche prima dei 20 anni, ma si attendono in tal senso norme ufficiali che dovranno rientrare nei Dpcm della presidenza del Consiglio. Si attendono anche chiarimenti in merito agli effetti dell'aspettativa di vita sull'età pensionabile per la mini pensione e la quota 41, se e quanto le speranze di vita incideranno sulle possibilità di uscita anticipata e come. Per quanto riguarda poi i tempi di erogazione della mini pensione, sarà pagata dagli istituti di credito, attraverso lo stesso Istituto di Previdenza, a partire dai 30 giorni successivi all'accettazione della domanda, e da un minimo di 6 mesi e fino al raggiungimento dei normali requisiti per la pensione finale.

Ultimi chiarimenti Inps sulla proroga del contributivo femminile

Approvata la proroga del contributivo femminile, non fino al 2018, come era stato richiesto da tutti, ma fino al 31 luglio del 2016, esteso anche alle donne nate nel terzo trimestre del 1958, l’Inps in merito ha fornite ulteriori chiarimenti. Le ultime notizie, infatti, confermano che questa possibilità di anticipare l’età pensionabile vale ancora per le lavoratrici dipendenti e autonome che hanno maturato 35 anni di contributi e hanno raggiunto uun’età anagrafica di 57 anni, se dipendenti e di 58 anni se lavoratrici private o autonome; e che accettino un calcolo della propria pensione finale interamente con sistema contributivo, il che significherà percepire un assegno mensile finale decisamente ridotto.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il