Isee 2017 rinnovo alla scadenza. Come fare domanda rinnovo 2017 ad INPS quando scade, istruzioni, documenti necessari, calcolo

Le importanti precisazioni dell'Inps: non occorre presentare di nuovo domanda e fa fede il Cud dello scorso anno.

Isee 2017 rinnovo alla scadenza. Come fa

Isee: pagamenti di gennaio 2017



AGGIORNAMENTO: Da lunedì 16 Gennaio chi avrà l'Isee 2016 in scadenza potrà iniziare la procedura per il rinnovo, quindi subito dopo questo week-end nei modi e nei termini spiegati nell'articolo sotto.

AGGIORNAMENTO: L'Isee 2017 differisce da quello dell'anno precedente sulla base della tipologia di prestazione richiesta, cioè prestazioni agevolate di natura sociosanitaria, prestazioni agevolate rivolte a minorenni, in presenza di genitori non conviventi, prestazioni per il diritto allo studio universitario, Isee corrente.

AGGIORNAMENTO: Il nuovo Isee 2017 si ottiene rapportando l'indicatore della situazione economica al parametro della scala di equivalenza, applicato al nucleo familiare in relazione al numero dei componenti e alle eventuali maggiorazioni che rendono il calcolo più vantaggioso.

Innanzitutto ricordiamo quando scade Isee 2016: la data da segnare sul calendario è il 15 gennaio 2017. Si tratta, rammentiamo, dello strumento di valutazione della situazione economica per chi richiede prestazioni sociali agevolate. In seconda battuta, evidenziamo il passaggio chiave per il rinnovo nel 2017: non serve rifare domanda, ma basta presentare i documenti Isee. Di conseguenza, dal 15 gennaio in poi occorre provvedere a una nuova compilazione per continuare a ricevere le prestazioni erogate nel corso degli ultimi 12 mesi, fermo restando il possesso dei requisiti. Un passaggio confermato anche per questo 2017 è il calcolo dell'Isee sui redditi di due anni prima. Come fatto presente dalla stessa Inps, non è indispensabile attendere la nuova Certificazione unica: fa fede quella del 2016.

Isee: pagamenti di gennaio 2017. E poi?

Essendo allora questo di gennaio un mese di transizione, sarà comunque pagato. Tuttavia, da febbraio in poi, senza il nuovo Isee - per cui, ribadiamolo ancora perché si tratta di un passaggio chiave, occorre fare riferimento alla Certificazione unica (Cud) 2016 - saranno congelati senza la compilazione e la presentazione dei documenti. L'Isee 2017 differisce sulla base della tipologia di prestazione richiesta ovvero

  1. prestazioni agevolate di natura sociosanitaria;
  2. prestazioni agevolate rivolte a minorenni, in presenza di genitori non conviventi;
  3. prestazioni per il diritto allo studio universitario;
  4. Isee corrente.

Si ottiene rapportando l'Indicatore della situazione economica al parametro della scala di equivalenza, applicato al nucleo familiare in relazione al numero dei componenti e alle eventuali maggiorazioni che rendono il calcolo più vantaggioso:

Per l'accesso alle prestazioni Isee Università per il diritto allo studio universitario va identificato, il nucleo familiare di riferimento dello studente, indipendentemente dalla residenza anagrafica eventualmente diversa da quella del nucleo familiare di provenienza. Ad esempio, lo studente fuori sede e non autonomo, ai soli fini delle prestazioni universitarie, viene attratto nel nucleo dei propri genitori, pur avendo diversa residenza e in tal caso, rileveranno i redditi e i patrimoni di tutti i componenti del nucleo dei genitori.

Tutte le altre precisazioni

Per via delle tante novità che entreranno in vigore nel corso del 2017, lo stesso Istituto nazionale della previdenza sociale si è sentito in obbligo di fornire ulteriori precisazioni oltre a quelle legate al rinnovo Isee e più precisamente:

  1. non è ancora possibile fare domanda per il cosiddetto Bonus Mamme Domani, rispetto a cui si resta in attesa della pubblicazione sul sito Inps della circolare e della procedura ovvero di tutti i dettagli;
  2. non è previsto alcune aumento del Bonus Bebè;
  3. in questo mese di gennaio i pagamenti sono in ritardo;
  4. non è pronto il bando per i voucher babysitting e asili nido e i fondi sono terminati, anche se è in vigore il nuovo bando per lavoratrici autonome e imprenditrici;
  5. il bonus bebè per i soli nati nel 2014 sarà erogato entro febbraio ai possessori di carta acquisti ordinaria senza bisogno di domanda.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il
Puoi Approfondire