BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novitÓ da incontri Governo Gentiloni-Forze Sociali rinnovo contratti PA validi per novitÓ mini pensioni, quota 41

Riprendono le riunioni tra governo e forze sociali: attese le ultime notizie sul rinnovo dei contratti pubblici e indizi su ulteriori novitÓ per le pensioni


Pensioni ultime notizie nuove riunioni

Pensioni novitÓ riunioni Governo Gentiloni Forze Sociali



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:07): Gli appuntamenti con due dei temi chiave della politica italiana, il completamento delle novità per le pensioni e lo sblocco definitivo del rinnovo dei contratti dei dipendenti pubblici, non possono essere più rimandati. Si sta tornando a parlare in questi giorni, ma le parti in causa, ricordano ultime e ultimissime notizie devono fare i conti con il poco budget.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:20): Quella che stiamo attraversando è una fase transitoria per le novità per le pensioni, se non altro perché si attende adesso una seconda importante scelta dei giudici sull'Alta Corte, quella sulla legge elettorale. E come abbiamo visto a più riprese dalle ultime e ultimissime notizie, si tratta dell'appuntamento centrale per ridare vigore alla questione delle pensioni, comunque sempre viva.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): In questo preciso frangente, l'attenzione della maggioranza è puntata anziché sulle novità per le pensioni allo sblocco del contratto del pubblico impiego, docenti della scuola inclusi, e alla posizione delle forze dell'ordine. Tuttavia sono le ultime e ultimissime notizie a riferire come le ripercussioni per le novità per le pensioni sono indirette e dunque dietro l'angolo.

Dopo la pausa natalizia riprendono le attività parlamentari e si ripartono anche le riunioni del governo, a partire da quella di oggi 11 gennaio in programma tra il governo Gentiloni, le forze sociali e il ministro della P.A. Al centro della riunione la questione del rinnovo dei contratti pubblici, docenti della scuola e insegnanti compresi, e delle forze dell'ordine e l’aumento degli stipendi 2017.

Gli indizi che potrebbero arrivare dalla riunione di oggi tra governo e forze sociali

La riunione di oggi potrebbe rivelarsi decisamente importante perché, stando a quanto riportano le ultime e ultimissime notizie, potrebbe permettere di capire come il governo Gentiloni da poco costituito ha intenzione di affrontare problemi e questioni ancora irrisolte, se sulla scia della strada già intrapresa dal precedente governo e con eventuali correzioni, o se con nuove soluzioni, del tutto diverse che sappiano finalmente chiudere determinati capitoli; relativa organizzazione circa i tempi di lavoro; ed eventuale indicazioni anche per le novità per le pensioni che stando a quanto emerge dalle ultime notizie sarebbero bloccate. L’attesa è per i Dpcm che, come diverse volte già spiegato, sono fondamentali per l’ufficiale entrata in vigore delle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 giacchè conterranno le regole di funzionamento e i tempi certi di avvio. Ma le trattative per la definizione di questi Dpcm sembrano in bilico: con l’uscita dal governo del sottosegretario che si stava occupando di portare avanti le trattative per la definizione degli accordi con l’associazione degli istituti di credito sui tassi di interesse da applicare alla mini pensione, tutto sembra al momento incerto e le ultime notizie non riportano nulla di nuovo sullo stato di lavorazione degli stessi Dpcm. Si tratta di un silenzio che crea timori perché se dovessero essere rimandati i Dpcm, al momento attesi per il primo marzo, di conseguenza verrebbero rimandato anche il via ufficiale e mini pensione e quota 41.

Problemi che ancora sono da risolvere

Insieme alla questione dei Dpcm ancora decisamente aperta, vi sono anche diversi problemi ancora da risolvere e chiarire per quanto riguarda rinnovo contrattuale e aumento degli stipendi dei dipendenti della P.A. I problemi riguardano soprattutto il budget, stanziato dal governo, ancora insufficiente, secondo le forze, per risolvere effettivamente la questione in maniera soddisfacente. Servirebbero, infatti, secondo le ultime notizie, almeno 5 miliardi di euro, a fronte di ‘appena’ 3,3 miliardi di euro stanziati dal governo. Altro problema riguarderebbe il bonus 80 da euro, che in molti casi potrebbe saltare con gli aumenti degli stipendi, e la stessa entità di questi aumenti. Nonostante si sia già parlato di aumento medio di 85 euro mensili, annunciati dalla stessa ministra della P.A., è stata proprio lei a chiarire che non si tratterà di una cifra che verrà erogata a tutti indistintamente e proprio a causa del budget ristretto l’aumento potrebbe essere di 40 euro e non 85 nel 2017 per poi salire alla cifra annunciata solo il prossimo 2018. E questo punto non sarebbe chiaramente positivo. Inoltre, perché la norma diventi effettivamente operativa, deve essere definita entro febbraio e se non sarà rispettato questo tempo, potrebbe saltare tutto. E il passo successivo sarebbe quello di rimettersi a lavoro, e chissà quando, riprendendo la questione dall’inizio e rivedendo di nuovo tutto.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il