Postepay: controllare il saldo. Come fare

Esistono diversi modi per ricaricare la carta prepagata Postepay. I più classici e quelli più moderni. Ecco qualche indicazione su come ricaricare la carta prepagata preferita soprattutto dai giovani

Postepay: controllare il saldo. Come far

Come controllare il saldo di una prepagata Postepay



AGGIORNAMENTO: Si può utilizzare il servizio dell’App PosteMobile. Innanzitutto non ci sarà più bisogno di inserire il classico pin personale come solitamente accade. Se, per ragioni di sicurezza, si ritiene opportuno abilitare la richiesta del Pin per usufruire di tali servizi ogni qual volta si accede all’Applicazione i passi da fare sono semplici. Basta seguire i suggerimenti offerti dalla stessa App.

AGGIORNAMENTO: Per tenere sotto controllo il saldo della propria Postepay, accanto ai metodi più tradizionali come quello di recarsi nell'ufficio postale, è possibile utlizzare anche di Simply Banco Posta che può essere attivato solo presso un ufficio postale. Si tratta di un servizio che permette di svolgere questa operazione attraverso un semplice Sms, magari mentre si sta comodamente seduti sul divano di casa. 

Introdotta sul mercato sul finire del 2003, la carta prepagata Postepay rappresenta senza ombra di dubbio uno dei maggiori successi per Poste Italiane. Basta considerare che nel circuito Visa Electron utilizzato in Italia, ha ben presto raggiunto la vetta, staccando la concorrenza, della speciale classifica delle carte più utilizzate, soprattutto dai più giovani, in particolare per effettuare acquisti online. Le statistiche parlano chiaro e dicono chiaramente che un quarto degli acquisti sui siti specializzati per l’ecommerce, Amazon su tutti, sono effettuati tramite Postepay.

Il motivo del suo successo, ne sono stati venduti ben tredici milioni e mezzo fino al 2015 non è difficile scoprirlo. Innanzitutto la praticità visto che è possibile ricaricarla mediante accredito immediato anche in un punto Sisal al costo di due euro. L’economicità visto che acquistarla ha un costo di appena cinque euro e la semplicità di utilizzo. Operazioni semplici, come quella necessaria a controllare il saldo. Forse non tutti conoscono le diverse modalità per farlo.

Pastepay come controllare il saldo

Esistono diverse strade, ugualmente percorribili, per raggiungere uno dei massimi traguardi in fatto di sicurezza. Quello rappresentato dalla possibilità di monitorare costantemente e in maniera semplice e diretta, il saldo della propria Postepay così da bloccare sul nascere qualsiasi tentativo di truffa online o anche di furti del pin e conseguente ‘dimagrimento’ del proprio saldo. E allora è giunto il momento di approfondire come controllare il saldo, quali sono le modalità più tradizionali e quelle più innovative.

Il modo più classico resta quello di recarsi presso un ufficio postale ed esibire la propria carta prepagata, la carta d’identità e il codice fiscale. A quel punto l’operatore dello sportello non dovrà altro che preparavi un ragguaglio su carta nel quale, oltre alle ultime operazioni effettuate sia in entrata sia in uscita, è riportato il saldo disponibile e quello contabile. L’operazione del controllo saldo può essere effettuata anche collegandosi con il sito web postepay.it, dedicato appositamente a questo servizio da Poste Italiane.

Infine è possibile avvalersi anche di Simply Banco Posta che può essere attivato solo presso un ufficio postale. Si tratta di un servizio che permette di controllare il saldo della propria carta prepagata attraverso semplice Sms. Giusto anche ricordare che Poste negli anni ha aggiunto altri servizi accattivanti, come quello di poter modificare a proprio piacimento esteticamente la carta

Postepay, come ricaricare utilizzando il servizio dall’App PosteMobile

Un’innovazione molto comoda per gli utenti più giovani e smart è certamente rappresentata dalle applicazioni. Per capire come ricaricare la vostra carta Postepay utilizzando il servizio dell’App PosteMobile è forse il caso di dare uno sguardo alle nostre indicazioni. Innanzitutto non ci sarà più bisogno di inserire il classico pin personale come solitamente accade. Se, per ragioni di sicurezza, si ritiene opportuno abilitare la richiesta del Pin per usufruire di tali servizi ogni qual volta si accede all’Applicazione i passi da fare sono semplici:

  1. Selezionare, una volta entrato nella App selezionate la voce Imposta Sicurezza che troverete nel menù Strumenti e procedete all’attivazione della richiesta del Pin.
  2. dal Menu della Sim selezionare la voce “Controlla denaro” dal menù Imposta Sicurezza e abilitare la richiesta del Pin.

Ogni ricarica ha un costo aggiuntivo di un euro iva inclusa. Non sarà praticata nessuna commissione aggiuntiva per quel che riguarda la tariffa del proprio device. Il servizio è disponibile tutti i giorni dalle ore 06:00 alle ore 23:30

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il