Crisi mutui e borse: dopo insolvenze Merrill Lynch e Citigroup le opinioni di due super esperti

Le turbolenze del mercato dei mutui nell'occhio del ciclone negli Usa. Alcune considerazioni di Bill Gross e Greenspan



Le turbolenze del mercato dei mutui nell'occhio del ciclone negli Usa rappresentano "un problema da mille miliardi di dollari", con una fetta da 250 miliardi destinata ad essere iscritta tra le insolvenze di colossi come Merrill Lynch e Citigroup.

E' la previsione di Bill Gross, numero uno di Pimco.

Secondo Gross, la Federal Reserve dovrà tagliare ancora i Fed Funds per evitare il crollo del mercato immobiliare in connessione alla crisi subprime.

Invece, Alan Greenspan, l'ex banchiere centrale Usa, ha sottolineato che gli asset backed securities, titoli obbligazionari collocati con cartolarizzazioni, garantiti dai mutui subprime, non dovrebbero piu' rappresentare un problema poiche' il mercato ha perso l'entusiasmo, ritenendoli troppo rischiosi.

Più grave è il fatto che il dollaro potrebbe deprezzarsi ulteriormente, specialmente contro lo yuan cinese.

Infine, Greenspan ha detto che la crescita dei prezzi del petrolio a 100 dollari al barile non sarebbe del tutto negativa poche' "romperebbe - ha precisato - la nostra dipendenza dal greggio" e spingerebbe a usare macchine piu' piccole

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il