Pensioni ultime notizie su mini pensioni, quota 41, quota 100 da Gentiloni, Madia, Barbagallo

Le ultime posizioni e affermazioni di Madia, Gentiloni, Barbagallo, ultime notizie sulla ripresa delle trattative tra esecutivo e forze sociali ed effetti su novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie su mini pensioni

Pensioni novità ultime affermazioni ministro Madia



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:12): Anche dalle trattative in corso tra le parti emerge come continui a persistere un problema di budget. Sia che si tratti di intervenire sulle novità per le pensioni e sia sul contratto del pubblico impiego, come rammentato dalle ultime e ultimissime notizie, gli stanziamenti non sono mai sufficienti e la strada del compromesso non è sempre la più efficace.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:01): Uno dei problemi che è emerso nelle ultime notizie e ultimissime è che il budget non è sufficiente per coprire le necessità di un aumento per tutti e che si vorrebbe trovare una mediazione tra quest'anno e il prossimo. Quindi, una sorta di revisione rispetto a quanto si era detto. Il problema è che si teme che lo stesso possa avvenire per le novità per le pensioni dopo addirittura tutto è molto meno definito.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:44): E nella riunione che si è tenuta ieri proprio per il rinnovo e l'aumento degli stipendi non si ha ancora un resoconto ufficiale nelle ultime notizie e ultimissime, ma sembra sia stato un incontro interlucotorio con la Madia che pare abbia preso tempo e le forze sociali hanno rilanciato per nuove riunioni a stretto giro. Uno scenario già visto e che non porta nulla di buono anche per le novità per le pensioni.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:30): Si assiste a un rallentamento delle fase progettuale delle novità per le pensioni da parte della maggioranza. Sembra che adesso l'attenzione sia rivolta altrove, come emerge dalle ultime e ultimissime notizie ovvero dalle affermazioni più recenti che abbiamo adesso approfondito. Tra i temi caldi c'è proprio quello dello sblocco del contratto del pubblico impiego.

Si ritorna a parlare di contrattazione pubblica: al via i nuovi confronti tra esecutivo, ministro della P.A. Madia e forze sociali sulla trattativa di rinnovo della contrattazione pubblica e aumenti degli stipendi degli statali. L'attesa, stando alle ultime notizie, sarebbe per l'ufficializzazione dell'intesa già raggiunta prima di Natale sull'aumento medio di 85 euro degli stipendi. Si tratta però di aumenti che potrebbero mettere a rischio, come molti temono, l'erogazione del bonus da 80 euro. Gli aumenti dovrebbero interessare anche docenti della scuola e forze dell'ordine. Ma per quest'ultima categoria, come riportano le ultime notizie, nel Milleproroghe non sarebbe prevista la proroga del bonus di 80 euro. Con la ripresa delle trattative sullo sblocco della contrattazione pubblico, si vedrà se il governo Gentiloni ha intenzione di portare avanti quanto già avviato dal precedente governo o virerà in altre direzioni o soluzioni alternative.

Le ultime posizioni del ministro Madia e conseguenze anche per novità per le pensioni

Il ministro della P.A., Marianna Madia, all'indomani della pausa natalizia e dei cambiamenti che hanno interessato lo stesso esecutivo, con avvicendamenti alla presidenza del Consiglio, ha affermato di essere pronta a riparire i confronti con le forze sociali sullo sblocco degli stipendi degli statali. La stessa Madia, tramite social, ha confermato che il nuovo esecutivo sta già lavorando alla definizione di alcune modifiche inerenti l'intesa già raggiunta lo scorso novembre sull'aumento medio di 85 euro degli stipendi. Dal 2009 il rinnovo della contrattazione pubblica è bloccata e quest’anno dovrebbe essere quello decisivo per uno suo sblocco. L’accordo quadro per il rinnovo del contratto e l’aumento dello stipendio dei dipendenti pubblici è stato sottoscritto lo scorso 30 novembre 2016 dal Mmnistro della Pubblica Amministrazione e le forze sociali ma si attende l’ufficialità. L’esito di questa trattativa potrebbe avere impatto anche sulle novità per le pensioni, soprattutto alla luce del clima di lavoro che emergerà tra governo, ministro e forze sociali. Se fosse positivo e di collaborazioni, ci si potrebbe rimettere a lavoro, di concerto, anche sulle pensioni. Del resto, il ministro della P.A. non ha mai negato di essere favorevole a novità per le pensioni, soprattutto in riferimento al taglio delle elevate pensioni che percepiscono gli alti esponenti delle forze politiche, dalla parte della cancellazione dei privilegi che interessano solo un’esigua parte di lavoratori.

Le ultime posizioni del premier Gentiloni e idee novità per le pensioni

Importante sarà vedere l’esito della trattativa tra governo e forze sociali anche per capire il ruolo del nuovo premier, lui che si è dichiarato pronto, sin dall’inizio del suo nuovo ruolo, a portare a termine innanzitutto le questioni lasciate aperte dal precedente esecutivo, a partire dalle novità per le pensioni attese con i prossimi Dpcm. I decreti attuativi per le ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 sono attesi per il primo marzo e dovranno definire modalità di finanziamento e di restituzione della mini pensione e ruolo di istituti di credito, assicurazioni e Istituto di Previdenza. Dal canto suo, il premier Gentiloni ha confermato come sue priorità le stesse fissate dal precedente esecutivo, da occupazione ad economia, banche, ricostruzione delle zone terremotate, Europa e questione migranti, affermando anche l’importanza di definire nuovi aiuti e sostegni, con particolare attenzione alla parte più disagiata della popolazione, quella classe media di lavoratori dipendenti e titolari di partite iva che, secondo Gentiloni, rappresentano le fondamenta della nostra economia. Si tratta di obiettivi importanti che, però, non contemplano in maniera diretta ulteriori novità per le pensioni. Il premier Gentiloni non si è mai espresso, infatti, in maniera esplicita sul tema, ma parlando di questione occupazione e suo rilancio, sembrerebbe chiaro l’implicazione di quelle novità per le pensioni importanti per darne una nuova spinta.

Le ultime posizioni di Barbagallo e conseguenze per le novità per le pensioni

Il leader della Uil Barbagallo, che sin dall’inizio ha considerato le ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 piuttosto positive, attende però che vengano definiti nel dettaglio i Dpcm che regoleranno in maniera ufficiale l’entrata in vigore e le norme di mini pensione e quota 41 e sin dalla ripresa della trattativa sul rinnovo della contrattazione pubblica si potrà vedere la forza delle forze sociali. Dalla ripresa dei contratti per gli aumenti degli stipendi dei dipendenti statali, secondo le ultime notizie, sarà importante capire il ruolo delle forze sociali che, con un esito positivo della trattativa sulla contrattazione pubblica, potrebbero tornare a rilanciare anche ulteriori novità per le pensioni.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il