Novità pensioni quota 100, mini pensioni, quota 41 imprescindibili dopo analisi recenti dati disoccupazione

Sale ancora la disoccupazione giovanile e ultime notizie sull’occupazione over 50: sempre più necessarie novità per le pensioni importanti per rilancio del lavoro

Novità pensioni quota 100, mini pensioni

Pensioni novità ultimi dati andamento occupazione Italia



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:33): Forse è il caso di sperare in elezioni in tempi brevi per dare una scossa a un sistema previdenziale in cui le novità per le pensioni non prendono la direzione auspicata. O almeno, non quella che conduce a contrastare l'alto tasso di inoccupati tra i giovani se le ultime e ultimissime notizie continuano a riferire come il turn over generazionale sia ancora un miraggio.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:01): Mai come in questo periodo le ultime e ultimissime notizie legate all'occupazione italiana si legano all'urgenza di migliorare e prevedere correttivi alle novità per le pensioni. O comunque di elaborare provvedimenti in grado di contrastare i tassi scoraggianti sul numero di occupati e l'esigenza di un numero sempre maggiori di dipendenti di smettere anzitempo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): Continuano a essere scoraggianti i dati sull'occupazione italiana e di conseguenza torna al centro dell'attenzione quanto non è stato fatto sulle novità per le pensioni. Stando infatti a quanto invocato dalle parti sociali, la chiave per la ripresa è anche quella del turn over generazionale, ma in base a quanto emerso dalle dalle ultime e ultimissime notizie, la direzione è un'altra.

Continuano ad essere negative le ultime notizie sull’andamento dell’occupazione del nostro Paese, chiaro sintomo di come il sistema per agevolare un rilancio occupazionale non abbia effettivamente funzionato, sostenendo, anzi, i più anziani. E’ ancora una volta la conferma di come al posto delle norme per l’occupazione, il precedente esecutivo avrebbe potuto investire i complessivi 24 miliardi di euro per l’attuazione di quelle novità per le pensioni positive per tutti, come quota 100 o quota 41 per tutti, sempre e ancora rimandate perché considerate troppo costose e che richiederebbero, nel primo caso, tra i 7 e i 10 miliardi di euro, e nel secondo, circa 5 miliardi di euro. Ma le scelte sono state altre e le ultime notizie confermano solo quanto già sapevamo: cioè l’inefficacia delle norme occupazionali messe in atto.

Gli ultimi dati aggiornati al 2017 sull’andamento della disoccupazione italiana

Stando alle ultime notizie Istat, alla fine del 2016, in Italia si è registrato un tasso di disoccupazione pari al 39,4% tra i giovani, con un contestuale aumento dell’occupazione degli over 50 e delle donne, accertando, ancora una volta, la penalizzazione dei giovani nella nostra società. In particolare, ad ottobre 2016 si è registrato un tasso di disoccupazione pari all’11,8%; a novembre 2016 il tasso di disoccupazione è salito all’11,9%, con circa 57 mila disoccupati in più. Con particolare attenzione ai giovani, ad ottobre 2016 si è registrato un tasso di disoccupazione pari al 37,6% e a novembre 2016 un tasso di disoccupazione al 39,4%, il peggiore dato sull’andamento dell’occupazione giovanile italiana degli ultimi anni (dopo il 12,2% registrato nel giugno 2012). Al contrario, è aumentato il tasso di occupazione, passato al 57,3% tra gli over 50 lavoratori dipendenti. Si tratta di ultime notizie che seguono quelle di qualche tempo fa che attestavano un notevole aumento dei cittadini a rischio indigenza, con un italiano su quattro a rischio povertà e, in particolare, un peggioramento delle condizioni delle famiglie più numerose. I dati attestavano, infatti, un peggioramento delle condizioni di chi vive in famiglie con almeno cinque componenti (dal 40,2% al 43,7%) e tra chi vive in coppia con almeno tre figli (da 39,4% a 48,3%, pari a circa 2.200.000 individui); e un aumento della diseguaglianza tra i redditi dei ricchi e dei poveri, che nel nostro Paese è tra le maggiori in Europa.

Ultimi dati su aumento dello scontro generazionale e urgenza di importanti novità per le pensioni

Queste ultime notizie su aumento della disoccupazione giovanile e aumento dell'occupazione degli over 50 contribuisce ad inasprire anche lo scontro generazionale, una situazione che, al contrario, si aveva l'intento di appianare. Se è vero che i ragazzi degli anni '80 sono, secondo il presidente della Bce, i più istruiti di sempre, è anche vero che sono coloro che rischiano di ritrovarsi senza alcun futuro pensionistico, incastrati al momento in condizioni lavorative precarie, vittime di una mancanza di occupazione che rende decisamente buio tanto il presente quanto il futuro. Si tratta di ultime notizie risultato delle attuali norme pensionistiche, che è sempre più evidente necessitano di essere modificate in maniera profonda non con le attuali mini pensioni e quota 41 che non contribuiscono assolutamente al rilancio dell’occupazione giovanile come effetto dei prepensionamenti dei lavoratori più anziani, ma anche della errata strategia occupazionale messa in atto dal precedente esecutivo.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire