Android 7 cellulari compatibili nuovo aggiornamento. Uscita in Italia nel 2017 quando per Samsung, Htc, Nexus, Huawei, Lg

Prosegue il rollout del nuovo sistema operativo mobile di Google per smartphone e tablet. Ma le tempistiche di Android Nougat sono sempre diverse.

Android 7 cellulari compatibili nuovo ag

Android 7: tutti i modelli compatibili



AGGIORNAMENTO Android 7 cellulari compatibili, uscita in Italia e nel 2017:  Dalle previsioni che vi sono, il nuovo aggiornamento per Android 7 (ed è già stato annunciato anche Android 7.1) dovrebbe arrivare su parecchi cellulari e smartphone Android almeno all'estero a Gennaio-Febbraio-Marzo, soprattutto nei primi due mesi, con la speranza di una veloce uscita anche in Italia.

AGGIORNAMENTO Android 7 cellulari compatibili, uscita in Italia e nel 2017: Quando ci sarà l'uscita di Android 7? E sarà compatibile Android 7 con il mio cellulare? E su quali modelli Samsung, Htc, Nexus, Lg, Htc, Huawei avrà l'aggiornamento delle limitazioni? Tante sono le domande che ci provengono in questo senso e abbiamo cercato in questo inizio di 2017 di dare una risposta.

La prima parte del 2017 sarà nel segno di Android 7 Nougat. Il nuovo sistema operativo mobile di Google per smartphone e tablet è stato rilasciato in anticipo rispetto a quanto accaduto con le major release degli scorsi anni. Tuttavia la sua distribuzione, anche e soprattutto in Italia, sta proseguendo con gradualità. Anche se la compatibilità annunciata è molta ampia, la politica scelta è quella dei piccoli passi, forse anche per evitare l'installazione di software che presentato qualche bug di troppo. Non è infatti un caso che siano già stati rilasciati alcuni aggiornamenti correttivi, rispetto ai quali i primi dispositivi a testarli sono innanzitutto quelli della gamma Nexus, con il progressivo interessamento di tutti gli altri ovvero dei vari modelli a firma Samsung, HTC, LG o Huawei.

Per quanto riguarda la compatibilità, Samsung ha già reso noto che Android 7 Nougat gira a bordo anche di Samsung Galaxy Note 5, Samsung Galaxy S6, Samsung Galaxy S6 Edge, Samsung Galaxy S6 Edge Plus, Samsung Tab S2, oltre che naturalmente dei due top di gamma Samsung Galaxy S7 e Samsung Galaxy S7 Edge. Semaforo verde anche per Sony Xperia XA Ultra, Sony Xperia X Performance, Sony Xperia XA, Sony Xperia X, Sony Xperia X Compact, Sony Xperia XZ, Sony Xperia E5, Sony Xperia Z5 Premium, Sony Xperia Z5, Sony Xperia Z5 Compact, Sony Xperia C5 Ultra, Sony Xperia M5, Sony Xperia Z3+. Il produttore giapponese è stato come al solito tra i primi a rivelare l'elenco dei terminali compatibili.

Ecco poi il via libera per Huawei P9, Huawei P9 Plus, Huawei P9 Lite, Huawei P8, Huawei P8 Lite, Huawei Mate 8, Huawei P8 Max, Huawei Mate S2, oltre che per Honor 8, Honor 7, Honor 5X, Honor 5C, Honor 6, Honor 6 Plus. A proposito di smartphone cinese, c'è il via libera per OnePlus 3 e OnePlus 2. Stessa cosa per Motorola Moto X Style, Motorola Moto X Play, Motorola Moto X Force. E ancora: Lenovo Moto Z, Lenovo Moto Z Force, Lenovo Moto Z Play, Lenovo Moto G4 Play, Lenovo Moto G4, Lenovo Moto G4 Plus.

Confermato anche il supporto per LG G5, LG G5 SE, LG G4, LG V10, LG G Flex 2, LG X Screen, LG X Power, LG X Cam, LG K10, LG K8. In ogni caso la notifica della disponibilità di aggiornamenti di sistema operativo Android, tra cui quelli relativi a Nougat, sul proprio dispositivo è automatica, ma seguendo il tradizionale percorso Impostazioni -> Info sul telefono -> Aggiornamenti sistema, è possibile verificare manualmente la presenza dell'upgrade.

Tra gli aggiornamenti più importanti rilasciato da Google c'è poi Android 7.1 Nougat, naturalmente compatibile con tutti i dispositivi sui cui gira Android 7, che introduce anche un nuovo launcher, ora chiamato Pixel Launcher e ricco di gesture e nuovi elementi grafici; la possibilità di lanciare delle scorciatoie delle applicazioni tenendo premuto sulle loro icone della home e da quella di visualizzare le notifiche e l'ora nella schermata di blocco sollevando lo smartphone o effettuando un doppio tocco sul suo display, gli scatti con la fotocamera posteriore più veloci grazie allo zero shutter lag.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il