Rinnovo contratti statali, forze dell'ordine, docenti, pubblico e aumento stipendio: novità della settimana

Sono tanti gli ostacoli incontrati nell'approvazione definitiva del provvedimento sull'aumento di stipendio per i dipendenti pubblici.

Rinnovo contratti statali, forze dell

Rinnovo del contratto degli statali



AGGIORNAMENTO: Non si apre una settimana facile per l'aumento degli stipendi e il rinnovo dei contratti 2017, dopo che è stata chiesta ufficialmente la correzione da parte dell'Ue di 3,4 miliardi e già non ci sono i soldi per l'aumento per statali, pubblico e forze dell'ordine per raggiungere gli 85 euro medi richiesti tanto è vero che il Governo Gentiloni e il Ministro Madia stanno trattando per portare l'aumento a 40 euro ora nel 2017 e 85 euro solo nel 2018.

 

Il comparto della pubblica amministrazione continua a tenere sulle spine la maggioranza. Nonostante non ci siano stati cambiamenti alla guida del Ministero per la Funzione Pubblica, si assiste a un certo rallentamento nello scioglimento di alcuni tra i nodi più critici, tra cui quello relativo al rinnovo del contratto dei dipendenti pubblici. L'atteso faccia a faccia risolutivo tra forze sociale e Ministero, nonostante qualche passaggio interlocutorio viene continuamente rinviato. E anche le trattative con l'Aran, l'agenzia che rappresenta l'esecutivo nei negoziati pubblici, procedono a rilento. Senza contare i problemi relativi al bonus di 80 euro per le forze dell'ordine, ancora concesso in via transitoria per i prossimi 12 mesi, rinviando l'appuntamento con la sua resa strutturale.

Rinnovo del contratto degli statali: il resoconto dell'ultimo incontro

Nessun approfondimento della questione del rinnovo del contratto degli statali. Nel corso della settimana, le forze sociali di categorie e l'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni si sono messe attorno a un tavolo, ma solo per discutere di permessi e distacchi sindacali. L'appuntamento con la definizione di tutti i dettagli relativi all'aumento degli stipendi dei dipendenti pubblici è rinviato e troverà piena realizzazione nel decreto legislativo che il Ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione è chiamato a redigere entro la fine del prossimo mese. A ogni modo, nell'ultimo incontro, le parti hanno ragionato sulla cancellazione dei limiti sull'utilizzo delle prerogative sindacali, al netto del monte ore che, si ricorda, è stato ridotto da un precedente decreto. Stando a quanto si è appreso, forze sociali e Aran si rivedranno entro due settimane per arrivare a un punto fermo, almeno su questa questione.

Ma le forze sociali sono in difficoltà

Impossibile non ricordare come nel corso della settimana sia stato commissariato il sindacato degli statali della Confederazione italiana sindacati lavoratori. Pesante l'accusa: violate le norme contributive e di tesseramento. L'ormai ex numero uno di questo comparto respinge quelle che definisce come insinuazioni, destituite di ogni fondamento, e passa al contrattacco, ritenendo illegittima la procedura, con tempi accelerati per impedire la difesa. Tanto che a suo dire è evidente l'intento persecutorio nei confronti della ormai sua ex categoria. L'esecutivo ha infatti già indicato il nuovo commissario. E a lui toccherà traghettare la federazione in un momento cruciale, visto che a breve si sta tornando a trattare sui contratti del pubblico impiego. E già i prossimi giorni saranno decisivi.

Pubblico impiego: la riforma al vaglio dell'Alta Corte

Quali sono i capitoli principali da regolare con decreti legislativi sulla base della legge delega, varata nel 2015? In prima battuta è stata dichiarata l'illegittimità costituzionale se i decreti legislativi sono emanati con il semplice parere della Conferenza Stato-Regioni. Serve invece la previa intesa. Si tratta di

  1. Dipendenti pubblici
  2. Società partecipate
  3. Dirigenza
  4. Servizi pubblici locali

I dubbi di legittimità respinti dall'Alta Corte riguardano il Codice digitale mentre c'è il via libera su

  1. Sblocca burocrazia
  2. Forze dell'ordine
  3. Furbetti del badge
  4. Camere di Commercio
  5. Ricerca

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il