Pensioni ultime notizie su mini pensioni, quota 41, quota 100 da Tajani, Forenza, Pittella

Le ultime posizioni di Forenza, Tajani, Pittella, ultime notizie su candidature alla presidenza del Parlamento comunitario e conseguenze per novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie su mini pensioni

Pensioni novità ultime posizioni Tajani



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:12): Una corsa testa a testa che terrà alta la suspense fino all'ultimo: il parlamento comunitario vota nella giornata odierna per eleggere il successore del presidente uscente. Ed è anche se le ripercussioni sulle novità per le pensioni non sono dirette, si tratta comunque di un appoggio in più per le istituzioni italiane. Stando infatti alle ultime e ultimissime notizie il favorito è Antonio Tajani.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:30): Come avevano affermato, infatti, diverse altre autorità, occorre saper spiegare alla Comunità stessa che il nostro sistema delle pensioni è già molto rigido e messo in sicurezza ed è il più alto per l'età e requisiti richiesti e che delle novità per le pensioni sono ormai da tutti come nelle ultime notizie e ultimissime considerate importanti e da rendere meno rigide per favorire la produttività e l'occupazione. E andare quindi oltre agli stereotipi comuni che la stessa Comunità potrebbe avere ancora sul nostro sistema.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): Avere il Presidente comunitario italiano non è risolutivo per i tanti nostri problemi ma può aiutare in diversi frangenti soprattutto in questa situazione interna. E che possa essere un italiano vi sono buone probabilità nelle ultime notizie e ultimissime. E tutti o quasi i candidati che potrebbero vincere hanno un atteggiamento se non altro non contrario alle novità per le pensioni in un ambito come quello comunitario dove bisognerebbe davvero spiegare perchè sarebbero necessarie e urgente le novità per le pensioni.

Ci si avvia alle elezioni per la presidenza del Parlamento comunitario e, stando alle ultime notizie, sarebbero otto i nomi in corsa, tra cui Antonio Tajani del Partito Popolare Europeo (PPE), Gianni Pittella del Gruppo dei Socialisti e Democratici (S&D), Eleonora Forenza del Gruppo della Sinistra unitaria europea/Sinistra verde nordica (GUE/NGL), ai quali si è aggiunto anche Guy Verhofstadt dei Democratici e Liberali (ALDE). La prospettiva generale, secondo quanto si ipotizza, è che se vincesse un italiano certamente si aprirebbe uno scenario positivo per le novità per le pensioni e si prospetterebbero anche ulteriori margini, sempre in generale, per l’Italia.

Le posizioni di Forenza e conseguenze per le novità per le pensioni con sua vittoria

Tra i candidati italiani alla presidenza del Parlamento comunitario, come detto, Eleonora Forenza, del Gruppo della Sinistra unitaria europea/Sinistra verde nordica (GUE/NGL), vicepresidente della delegazione alla commissione comunitaria mista Ue-Cile, membro della Commissione per il Commercio Internazionale e della delegazione euro-latinoamericana, di formazione decisamente comunista, in passato nella segreteria nazionale di Rifondazione Comunista- Sinistra Europea, la Forenza si è più volte detta completamene contraria all'attuale sistema pensionistico italiano, contro quelle norme previdenziali che hanno letteralmente bloccato occupazione e crescita italiana. L’obiettivo è quello di abbassare l’età pensionabile e di tagliare e abolire le pensioni più elevate.

Le ultime affermazioni di Tajani e posizioni su novità per le pensioni

Sulla stessa scia della Forenza, anche Antonio Tajani che vorrebbe la totale abolizione delle attuali norme pensionistiche, obiettivo che il suo schieramento politico da sempre persegue. Lui che, come esempio, stando a quanto riportano le ultime e ultimissime notizie, avrebbe già rinunciato ad una indennità di ben 468 mila euro che avrebbe dovuto ricevere come ex vicepresidente della Commissione. L’importo sarebbe stato di circa 13 mila euro al mese per tre anni, proprio per un totale di 468 mila euro. Ma Tajani per una ‘scelta di coscienza’, come da lui stesso affermato, ha deciso di rinunciarvi, soprattutto alla luce delle ultime notizie di grande difficoltà in cui si ritrovano a vivere attualmente la gran parte dei cittadini comunitari. Si tratta di una scelta che lascerebbe ben presupporre come una sua eventuale nomina al Parlamento comunitario potrebbe avviare la definizione di misure, comprese le novità per le pensioni, volte a garantire una reale uguaglianza sociale tra tutti, partendo dall’abolizione delle ricche pensioni, per arrivare ad una revisione completa delle attuali regole pensionistiche, che penalizzano soprattutto i giovani.

 
Le ultime posizioni di Gianni Pittella  e conseguenze per novità per le pensioni

Altro candidato italiano in corsa alla presidenza del Parlamento comunitario è Gianni Pittella, presidente del gruppo dei Socialisti al Parlamento comunitario, ha spiegato in questi ultimissimi giorni, che già tempo fa ha lasciato chiaramente intendere le sue idee di lavoro, partendo da una maggiore attenzione nei confronti di quella classe media che sembra quasi essere stata dimenticata, bloccando l'ascensore sociale, bloccando la costruzione di futuro per i giovani, bloccando la crescita e creando solo squilibri sociali. Situazioni sociali che dovrebbero essere riviste, stando alle ultime notizie, proprio partendo, almeno per quanto riguarda l’Italia, da una profonda revisione delle attuali norme pensionistiche con novità per le pensioni capaci di invertire queste tendenze che al momento stanno portando solo risultati negativi.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il