BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41 in Milleproroghe requisiti allargati positivamente

Ancora nulla sui Dpcm per la definizione delle regole per le novità per le pensioni ma ultime notizie positive da Milleproroghe


Pensioni ultime notizie Milleproroghe

Pensioni novità positiva calendarizzazione Milleproroghe



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:27): Sarà il Milleproroghe in grado di assicurare uno slancio al progetto delle novità per le pensioni? Difficile a dirsi, anche perché questa maggioranza ha sposato la via della cautela e della gradualità in ambito previdenziale. Il più, insomma, è stato fatto. Ma ci sono le ultime e ultimissime notizie a riferire invece di un certo fermento per cui l'appuntamento con l'Aula del Milleproroghe è da seguire con attenzione.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:36): A questo punto si può pensare che nel Milleproroghe potrebbero essere presi in considerazioni le novità per le pensioni richieste per le mini pensioni con oneri e senza e quota 41 soprattutto per diminuire alcuni vincoli e allargare il bacino di chi ne potrebbe usufruire. Certo, usare il condizionale è d'obbligo anche se c'erano delle novità per pensioni che nella seconda fase dell'iter economico concluso in fretta e furia, sembravano aver trovato la convergenza da parte di tutti per essere fatte.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01): In un contesto di ultime notizie e ultimissime negative o certemente non confortanti per le novità per le pensioni, l'unica che può far sperare in meglio a ora è l'avvio del Milleproroghe in Aula, che non avrà la semplice fiducia, ma su di esso ci sarà un confronto per l'inserimento di alcuni punti ulteriori che si spera riguardino anche le novità per le pensioni.

Non si parla ancora di quei Dpcm sulle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 tanto attesi che dovrebbero contenere le regole ufficiali di funzionamento delle stesse novità per le pensioni nonché i tempi ufficiali della loro entrata in vigore. Stando alle ultime notizie, infatti, le domande per l’accesso alla mini pensione e alla quota 41 potranno iniziare ad essere inoltrate dal prossimo primo maggio ma se dovessero essere rinviati i Dpcm si tratta di una data che potrebbe anche slittare. Tutto, dunque, dipende dai decreti attuativi che secondo quanto stabilito dovrebbero essere attuati entro il primo marzo.

Ancora silenzio sui Dpcm

Nonostante l’importanza conclamata dei Dpcm, mentre si parla dei prossimi impegni dell’esecutivo e si attende il nuovo pronunciamento dell’Alta Corte sul sistema di voto, nulla sembra andare avanti per l’attivazione finale dei Dpcm per le ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41. Dovrebbero essere tre complessivamente: uno riguardante l’entità dei tassi di interesse da calcolare sulla mini pensione; uno per la definizione delle condizioni delle polizze assicurative; e uno con regole ed eventuali criteri di priorità per l’accesso alla mini pensione e alla quota 41. Fondamentale per definire i Dpcm la fine delle trattative con l’associazione degli istituti di credito e con le polizze assicurative. Ma anche in questo caso regna la più totale incertezza, soprattutto all’indomani delle ultime notizie secondo le quali il sottosegretario che aveva dato il via alle stesse trattative e avrebbe dovuto concludere gli accordi non è stato riconfermato nella squadra del nuovo esecutivo.

Calendarizzazione Millerproroghe unico segnale positivo

Se nulla si sta facendo per i Dpcm, gli auspici sono quelli di arrivo di ulteriori novità per le pensioni con il decreto Milleproroghe, approvato dal Consiglio dei ministri il 29 dicembre, e pronto alla discussione a Palazzo Madama. Definito a dicembre 2016 con le misure più urgenti, torna ora in discussione per prevedere ulteriori misure tra cui dovrebbero rientrare le novità per le pensioni e più precisamente le richieste di miglioramento delle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 che erano state presentate qualche mese dal Comitato ristretto per le pensioni. Si tratta, in particolare, della richieste di ampliamento della lista delle attività da considerare faticose i cui lavoratori potranno beneficare della mini pensione senza oneri; di riduzione da 36 a 35 anni degli anni contributivi necessari per la mini pensione senza oneri di chi svolge occupazioni faticose; e di aumento dei tempi di malattia e non occupazione. E’ inoltre, possibile, stando alle ultime e ultimissime notizie, che si torni a parlare anche della richiesta di riduzione della percentuale di invalidità dal 75% al 60% per la mini pensione senza oneri e la quota 41.  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il