BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie chiarimenti invalidi DCPM per Ape Social, Opzione Donna, Quota 41, Ape Volontaria

Continuano i lavori per la definizione dei Dpcm relativi alle ultime novità per le pensioni e ultime notizie su eventuali cambiamenti


Pensioni ultime notizie chiarimenti Dpcm

Pensioni novità ape opzione donna Dpcm



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:01) Vi potrebbe essere una nuova forma di invalidità da calcolare che dovrebbe essere inserita nel confrono in Aula e non quella per parenti da curare, ma una forma di invalidità della stessa persona da calcolare come invalidità nell'attività che sta facendo e non come invalidità in generale. E sarebbe da calcolare secondo le tabelle Inail collegandola anche a rischio infortuni nell'attività che si sta compiendo e sarebbe sia per l'Ape Social che per Quota 41. Si stanno studiando dettagli e meccanismi 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:46): Il primo aspetto è che i DCPM saranno fatti dalla stessa squadra di tecnici che aveva concepito le novità per le pensioni come l'Ape Social, Quota 41, Opzione Donna e Ape Volontaria e che nelle ultime notizie e ultimissime erano stati messi in dubbio in quanto alcuni di loro pareva fossero a scadenza di contratto. Ma c'è anche un secondo aspetto.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01): Sono arrivati finalmente i primissimi chiarimenti sui DCPM anche se non ancora ufficiali, ma da più fonti e questa volta autorevoli nelle ultime notizie e ultimissime. In modo particolare sono arrivati per due aspetti per le novità per le pensioni sia per l'Ape Social che Ape Volontaria sia per Quota 41 e Opzione Donna. Certo, come vedremo siamo solo agli inizi...

Dopo un periodo di silenzio e un nulla di fatto finora che ha fatto temere uno slittamento, le ultime notizie sembrano riportare l’arrivo dei primi chiarimenti relativi ai Dpcm sulle ultime novità per le pensioni di Ape, social, volontaria, e quota 41 inserite nel nuovo testo unico, ma per cui mancano, appunto, regole ufficiali di funzionamento e tempi certi di entrata in vigore. Starebbero, dunque, andando avanti i lavori per la definizione dei decreti attuativi, attesi per il primo marzo, anche se, come confermano le ultime notizie, sono ancora diversi i dubbi da fugare.

I primi chiarimenti sui Dpcm sulle novità per le pensioni di mini pensione e quota 41

Il primo che ha voluto chiarire che come si stiano portando avanti i lavori di definizione dei Dpcm su ape, voloaria, social e quota 41 con l’obiettivo di concluderli abbastanza velocemente, considerando anche i tempi al momento già stretti, è stato il responsabile del Dicastero dell'Occupazione che, stando alle ultime notizie, avrebbe sottolineato lo sforzo che si sta facendo per concludere le trattative entro i tempi stabiliti, anche se, probabilmente, non saranno fatti cambiamenti, da lui stesso annunciati qualche tempo fa, inizialmente dati per possibili, come quelli relativi alla richiesta di abbassare la percentuale di invalidità dal 75 al 60% per la richiesta di mini pensione e quota 41 appunto da parte degli invalidi. Insieme al responsabile del Dicastero dell’Occupazione, le ultime notizie riportano ulteriori rassicurazioni sul fatto che si sta effettivamente lavorando alla definizione dei Dpcm sulle novità per le pensioni di ape e quota 41 da parte dell'ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio, lui che aveva proprio avviato le trattative per gli accordi con l’associazione degli istituti di credito e delle polizze assicurative sulla definizione dei tassi di interesse che dovranno essere calcolati sulla restituzione della mini pensione e le condizioni delle stesse polizze. L’ex sottosegretario avrebbe che assicurato che sarà proprio la sua squadra ad occuparsi di ulteriori dettagli.

Dubbi ancora persistenti sugli Dpcm sulle novità per le pensioni

Nonostante le rassicurazioni su un lavoro che si sta effettivamente svolgendo per concludere la definizione dei Dpcm sulle ultime novità per le pensioni, stando alle ultime notizie, sono ancora diversi i dubbi da chiarire, a partire dal fatto che nel calendario della ripresa dei lavori nelle Aule, non vi sarebbe alcuna comunicazione ufficiale da parte dell’esecutivo in merito ai Dpcm sulle novità per le pensioni, mentre per quanto riguarda le altre questioni ancora aperte, dai Dpcm per la P.A., al decreto sul Mezzogiorno, al ritorno in Aula del Fondo Indigenza, vi è la calendarizzazione ufficiale dei lavori. Inoltre, questa stessa fase di lavoro, secondo le ultime notizie, sarebbe la stessa di lavoro sulle trattative con istituti di credito e polizze e sui cambiamenti, sempre relativi alle novità per le pensioni, da inserire, eventualmente, nel Milleproroghe. Tutto da fare entro il primo marzo, per i Dpcm, e entro febbraio per quanto riguarda il Milleproroghe, ma considerando la mole di lavoro da concludere e i tempi decisamente stretti, si teme una grande confusione prima, e ritardi e rinvii poi. Altri dubbi che fanno comunque temere sulla certezza di chiusura dei lavori sulle novità per le pensioni derivano dal fatto che a molti tecnici della stessa squadra dell'ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio scadrà il contratto entro la prossima primavera, per cui ci si chiede chi e come porterà avanti gli stessi impegni sulle pensioni. Potremmo a questo punto dire che per fugare ogni dubbio servirebbe un annuncio ufficiale da parte dello stesso esecutivo sui Dpcm attesi per le regole dell’ape.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il