730 2017: modello ufficiale versione finale. Differenze Detrazioni, quadri differenze. Cosa cambia

Come cambia il modello 730 2017, novità relative a spese e compilazione dei quadri: nuove regole da seguire per evitare errori

730 2017: modello ufficiale versione fin

Modello ufficiale 730 2017 quadri compilazione



AGGIORNAMENTO:  Per detrarlre le spese per l'acquisto di medicinali, da quest'anno basterà fornire al farmacista la propria tessera sanitaria in modo a essere trasmessa al fisco, che la inserirà automaticamente nel 730. Sarà importante conservare lo scontrino parlante, su cui è riportato il codice fiscale, per almeno cinque anni.

AGGIORNAMENTO: Dal prossimo 15 aprile, l'Agenzia delle Entrate renderà disponibile il 730 precompilato sul suo stesso sito istituzionale che potrà essere scaricato, controllato, eventualmente modificato e reinviato alle stesse Entrate dai contribuenti entro luglio.

AGGIORNAMENTO: E' stato rilasciato il modello 730 2017 finale ufficiale, ovvero il modello nuovo definitivo che vrrà utilizzato quest'anno per la dichiarazione dei redditi. Vediamo tutti i cambiamenti

Il modello 730 2017 presenterà novità e variazioni rispetto al precedente modello. Non cambia, invece, il termine di scadenza che resterà fissato, come di consueto, al prossimo mese luglio.

Le novità del modello 730 2017

La prima grande novità del modello 730 2017 riguarda le spese contenute nel modello 730 sostenute dagli italiani a partire dal primo gennaio 2016 e per tutto l’anno corrente e che comprenderanno anche per l’acquisto di medicinali. Per detrarle, basterà fornire al farmacista la propria tessera sanitaria in modo a essere trasmessa al fisco, che la inserirà automaticamente nel 730, ma sarà comunque importante conservare lo scontrino parlante, su cui è riportato il codice fiscale, per almeno cinque anni. Tra le altre nuove spese che verranno automaticamente aggiunte dal fisco nella dichiarazione dei redditi quelle relative a prestazioni per veterinari, infermieri, psicologi, ostetriche, ottici e tecnici di radiologia. Tra le altre principali novità contenute nel modello 730/2017 quelle relative ai premi produttività: da quest’anno viene riconosciuta una tassazione agevolata ai dipendenti del settore privato che ricevono premi d’importo non superiore a 2.000 euro lordi o nel limite di 2.500 euro lordi. Se i premi sono stati erogati sotto forma di benefit o di rimborso di spese di rilevanza sociale sostenute dal lavoratore non si applica alcuna tassazione. Ma anche un regime speciale per i lavoratori tornati in Italia; assicurazioni a tutela delle persone con disabilità grave, per cui a partire dal periodo d'imposta 2016, per le assicurazioni aventi per oggetto il rischio di morte finalizzate alla tutela delle persone con disabilità grave, viene aumentato a 750 euro l’importo massimo dei premi per cui è possibile fruire della detrazione del 19%; erogazioni liberali a tutela delle persone con disabilità grave; riconoscimento di un credito d’imposta per videosorveglianza dirette alla prevenzione di attività criminali.

Chi compila il modello 730

Devono presentare la dichiarazione dei redditi compilando il modello 730 2017 i lavoratori dipendenti e i pensionati (in possesso di determinati redditi). Dal prossimo 15 aprile, l'Agenzia delle Entrate renderà disponibile il 730 precompilato sul suo stesso sito istituzionale che potrà essere scaricato, controllato, eventualmente modificato e reinviato alle stesse Entrate dai contribuenti entro luglio.

Dati contenuti nel modello 730

Il modello 730 2017 riporta i datti della Certificazione Unica, che viene inviata all’Agenzia delle entrate dai sostituti d’imposta, come dati dei familiari a carico, i redditi di lavoro dipendente o di pensione, le ritenute Irpef, le trattenute di addizionale regionale e comunale, i compensi di lavoro autonomo occasionale, gli oneri deducibili o detraibili che vengono comunicati all’Agenzia delle entrate, quali spese sanitarie e relativi rimborsi, interessi passivi sui mutui, premi assicurativi, contributi previdenziali, contributi versati alle forme di previdenza complementare, contributi versati per i lavoratori domestici, spese universitarie e relativi rimborsi, spese funebri, spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio, per l’arredo degli immobili ristrutturati e per interventi finalizzati al risparmio energetico (bonifici per interventi su singole unità abitative e spese per interventi su parti comuni condominiali), alcune informazioni contenute nella dichiarazione dei redditi dell’anno precedente: ad esempio, i dati dei terreni e dei fabbricati, gli oneri che danno diritto a una detrazione da ripartire in più rate annuali (come le spese sostenute negli anni precedenti per interventi di recupero del patrimonio edilizio, per l’arredo degli immobili ristrutturati e per interventi finalizzati al risparmio energetico), i crediti d’imposta, altri dati presenti nell’Anagrafe tributaria: ad esempio, le informazioni contenute nelle banche dati immobiliari (catasto e atti del registro), e i pagamenti e le compensazioni effettuati con il modello F24.

Come è composto il modello 730 e Quadri

Il modello 730 base contiene le informazioni relative al contribuente (in particolare codice fiscale, dati anagrafici, residenza e domicilio fiscale), dati dei familiari a carico e del sostituto d’imposta e comprende: Quadro A (redditi dei terreni); Quadro B (redditi dei fabbricati); Quadro C (redditi di lavoro dipendente e assimilati); Quadro D (altri redditi, come redditi di capitale, redditi di lavoro autonomo non derivante da attività professionale e redditi diversi; Quadro E (oneri e spese detraibili e oneri deducibili); Quadro F (acconti come quelli di Irpef, ritenute, eccedenze e altri dati); Quadro G (crediti d’imposta); Quadro I (Imposte da compensare, con uso del credito derivante dal modello 730/2017 per il versamento con l’F24 dell’Imu dovuta per l’anno 2017 e delle altre imposte per le quali è previsto il pagamento con il Mod. F24); Quadro K (Comunicazione dell’amministratore di condominio di beni e servizi acquistati dal condominio nell’anno solare, dati identificativi dei relativi fornitori e  dati catastali del condominio nel caso di interventi di recupero del patrimonio edilizio).

Nuove detrazioni del 730 2017

Diverse le nuove detrazioni previste dal modello 730 2017, dalle detrazione spese arredo immobili, alle detrazione spese per canoni di leasing per abitazione principale, per cui viene riconosciuta la detrazione del 19 % dell’importo dei canoni di leasing pagati nel 2016 per l’acquisto di unità immobiliari da destinare ad abitazione principale; detrazione Iva del 50% pagata nel 2016 per l’acquisto di abitazioni in classe energetica A o B; detrazione del 65% per le spese sostenute nel 2016 per l’acquisto di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento e/o produzione acqua calda e/o climatizzazione delle unità abitative.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il