Pensioni ultime notizie donne e uomini Ape Social, Quota 41, Ape Volontaria, Opzione Donna quando e come uscire prima

Quali sono i sistemi per uscire prima quest’anno con le ultime novità per le pensioni di ape e opzione donna e ultime notizie su come fare

Pensioni ultime notizie donne e uomini A

Pensioni novità calcolo Ape opzione donna età



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:52): Un altro modo all'interno delle novità per le pensioni per uscire prima sia per gli uomini che per le donne che recentemente è stato ampliato nelle ultime notizie e ultimissime è quello della circolare INPS che permette di uscire ai nati del 1952 e chi compie 64 anni e ha una serie di requisiti, età e contributi che abbiamo approfondito nell'articolo Si può uscire prima con nuova circolare INPS per chi, come funziona, requisiti


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:47): Da sottolineare che accanto a queste novità per le pensioni sia per uomini e che per donne rimangono alcune novità per le pensioni precedenti come ad esempio il part-time poco usato finora ma che è stao ribadito anche nelle ultime notizie e ultimissime. Il calcolo se conviene o meno lo si può fare con il nostro simulatore online dedicato al calcolo delle pensioni con il part time

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): In questo contesto di tante, ma non rilevantissime novità per le pensioni, vale la pena evidenziare come il principale metodo implementato, quello dell'Ape è solo una sperimentazione fino al 31 dicembre 2018. E poi, come insistono le ultime e ultimissime notizie, le condizioni applicate dagli istituti di credito e assicurativi devono ancora essere fissate in maniera ufficiale.

Quest’anno 2017 uomini e donne avranno la possibilità di andare in pensione prima grazie alle ultime novità per le pensioni di ape, social, volontaria, e quota 41, e alla proroga dell’opzione donna. Vediamo quali sono i nuovi requisiti richiesti da queste novità per le pensioni e le ultime notizie su quando e come andare in pensione prima

Ape volontaria, social e quota 41 e regole per uscire prima

Il nuovo sistema di uscita prima Ape permette a tutti i nati tra il 1951 e il 1953 di andare in pensione prima fino a tre anni rispetto alla soglia anagrafica dei 66 anni, a condizione, nel caso dell’Ape volontaria, di accettare decurtazioni sulla pensione finale, aver maturato almeno 20 anni di contributi, e di ripagare l’anticipo con un piano di rimborso 20ennale agli istituti di credito che si occuperanno, tramite l’Istituto di Previdenza, di erogazione la mini pensione al lavoratore che decide di lasciare anzitempo la propria occupazione. Si attendono ancora le ultime notizie relative alla definizione ufficiale dei tassi di interesse che saranno calcolati sulla stessa mini pensione. Nella forma social, l’Ape ha un costo zero, completamente a carico dello Stato, ma si rivolge solo a ristrette categorie di persone, come chi è rimasto senza occupazione, invalidi o malati gravi, e chi svolge occupazioni faticose, a patto che abbiano maturato almeno 30 anni di contributi che salgono ancora a 36 per chi svolge attività faticose e pesanti. Anche in relazione a queste categorie, però, come confermano le ultime notizie, vi sono diverse limitazioni: per quanto riguarda chi è rimasto senza impiego, infatti, prima di poter richiedere l’ape social deve aver esaurito tutti i sussidi di disoccupazione da almeno tre mesi, gli invalidi devono avere una percentuale di invalidità superiore al 74% altrimenti non potranno richiedere l’ape social, i malati gravi che possono richiedere l’ape social senza costi sono solo quelli affetti dalle malattie riportati nella 104/1992, mentre l’ape social per chi svolge occupazioni faticose vale solo per alcune professioni. Per queste stesse categorie di persone appena citate vale anche la quota 41, strettamente collegata dunque all’ape social, che permette di uscire ancor prima a tutti coloro che sono entrati prestissimo nel mondo lavorativo, per esempio a 14-15 anni, ma solo a condizione che entro il 19esimo anno di età abbiano maturato almeno 12 mesi di contributi anche se non continuativi. Per quanto riguarda i tempi, stando alle ultime notizie note in merito, si potranno iniziare ad inviare le domande per ape volontaria, social e quota 41 dal prossimo primo maggio, ma si attendono conferme ufficiali dai Dpcm ancora in fase di definizione e la cui attuazione, secondo le ultime e ultimissime notizie, sarebbe attesa per il primo marzo.
   

Possibilità di pensione prima per le donne con proroga opzione donna

Il meccanismo dell’opzione donna permette di andare in pensione prima alle donne lavoratrici statali e autonome, rispettivamente, alle età di 57 e 58 anni con almeno 35 anni di contributi a condizione di accettare una pensione finale interamente calcolata con metodo contributivo, il che potrebbe portare a decurtazioni sul trattamento pensionistico che soprattutto per le autonome potrebbero arrivare anche al 30%. Con l’opzione donna, una volta maturai i requisiti richiesti appena riportati, bisogna aspettare 12 mesi di finestra mobile nel caso delle statali che salgono a 18 nel caso delle lavoratrici autonome per iniziare a percepire effettivamente la pensione dovuta. Grazie alla nuova proroga approvata con il nuovo testo unico, l’opzione donna interesserà ancora una platea di oltre 4mila nuove donne, fino al 31 luglio 2016 comprendo anche tutte le nate nell'ultimo trimestre del 1958 (’57 per le autonome) che, calcolando la finestra di 12 mesi, inizieranno a percepire la pensione il primo agosto 2017, e calcolando la finestra di 18 mesi per le autonome, inizieranno a percepire, invece, la pensione al primo febbraio 2018.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire