Statali, dipendenti pubblici 2017: nuove 800 assunzioni da graduatorie. Poi concorsi pubblici 2017

Ecco cosa mettere in conto e cosa c'è invece di sicuro sul versante del pubblico impiego nei prossimi 12 mesi.

Statali, dipendenti pubblici 2017: nuove

Statali e dipendenti pubblici 2017



Si prevede un 2017 ricco di novità sotto il profilo della pubblica amministrazione poiché sono in ballo nuove assunzioni e la stabilizzazione del personale. Non solo, ma tra le scadenze più urgenti ci sono la definizione dei nuovi decreti attuativi sulla razionalizzazione delle partecipate, sul riordino della dirigenza medica e sui licenziamenti lampo per i furbetti del cartellino ovvero quelli bocciati dall'Alta Corte, e il via libera definitivo al rinnovo del contratto degli statali. Rispetto a quest'ultimo punto, di certo c'è solo la piattaforma base che prevede un aumento medio di 85 euro, ma modi e soprattutto tempi sono ancora da chiarire.

Dipendenti pubblici: assunzioni e stabilizzazioni

I punti di riferimento per chiarire le prospettive su assunzioni e stabilizzazioni dei dipendenti pubblici sono il relativo decreto sottoscritto dal ministro per la Funzione Pubblica e il Milleproroghe che ha fissato come il termine per procedere alle assunzioni di personale a tempo indeterminato relative alle cessazioni verificatesi negli anni 2009, 2010, 2011 e 2012 sia prorogato al 31 dicembre 2017 e le relative autorizzazioni ad assumere essere concesse entro il 31 dicembre 2017. Di fatto si procederà per gradi, a iniziare dalle 800 assunzioni dalle graduatorie in corso per poi procedere con nuovi concorsi di cui, precisiamo subito, non ci sono date ufficiali ma solo l'indicazione delle disponibilità per questo 2017.

Si va comunque dai 738 posti all'Agenzia delle entrate (465 funzionari Area terza F1, 244 funzionari e assistenti con varie qualifiche, 29 dirigenti) ai 24 posti alla Corte dei conti (22 funzionari amministrativi e 2 dirigenti), dai 5 posti al Consiglio di Stato (3 funzionari e 2 assistenti) ai 32 al Ministero degli Interni, tutti per ricoprire il ruolo di prefetto aggiunto.

Statali: le altre novità

Non si tratta appunto delle ultime novità per gli statali, al netto delle ultime notizie relative al contratto. Di ufficiale ci sono anche:

  1. efficacia delle graduatorie dei concorsi pubblici per assunzioni a tempo indeterminato approvate da settembre 2013;
  2. le Province possono prorogare al 31 dicembre 2017 i contratti di lavoro a tempo determinato e anche i contratti di collaborazione coordinata e continuativa;
  3. per le esigenze funzionali la possibilità di utilizzo temporaneo del contingente di personale in servizio presso il dipartimento della funzione pubblica è consentita fino al 31 dicembre 2016;
  4. prorogato di un anno l'incremento delle percentuali del turn over fino al 50% per ciascuno degli anni 2013 e 2014 e fino al 70% per l'anno 2015;
  5. prorogate le graduatorie dei concorsi banditi dalla Polizia penitenziaria e pubblicate anteriormente al primo gennaio 2012;
  6. sospese le modalità di reclutamento dei dirigenti di prima fascia fino alla conclusione dei processi di riorganizzazione delle amministrazioni e comunque non oltre il 31 dicembre 2017;
  7. via libera ai contratti di collaborazione anche in deroga al divieto imposto dal jobs act. Dal primo gennaio 2018 è comunque fatto divieto alle pubbliche amministrazioni di stipulare i contratti di collaborazione.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il