BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, quota 100 per vincere elezioni al via strategie

Nuove riorganizzazioni e strategia in vista delle prossime elezioni, ultime notizie dal mondo politico e conseguenze per novità per le pensioni


Pensioni ultime notizie elezioni

Pensioni novità stratetgie prossime elezioni



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:33): Ed è per questo che probabilmente vi è stata una accelerazione nelle ultime notizie e ultimissime riguardo le novità per le pensioni attuali. Non sapendo che durata avrà l'esecutivo, si cerca di sistemare in tempi brevissimi sia le mini pensioni con oneri e senza oneri e quota 41 per poter poi procedere senza ulteriori intoppi ad organizzare le parti burocratiche. E tempo permettendo si potrebbe pensare anche di aggiungere ulteriori novità positive sempre in vista del possibile voto vicino.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:05): Vi sono almeno due aspetti e due piani differenti che si possono ricollegare alle novità per le pensioni per cercare di vincere le elezioni sempre che ci saranno. Il primo riguarda quelle novità per le pensioni che si possono già fare in questo momento e in questo esecutivo per arrivare ad elezioni con un certo credito e le altre sono quelle che saranno inserite nel programma elettorale come nelle ultime notizie e ultimissime

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): Non si ancora quando potrebbero davvero esserci e se ci saranno le elezioni, ma secondo diversi opinionisti si iniziano già le strategie per cercare di vincere il voto sfruttando anche le novità per le pensioni non solo future nel programma, ma anche ora nelle ultime notizie e ultimissime

Si attende il pronunciamento dell’Alta Corte sul sistema di voto, atteso il prossimo 24 gennaio, e questa sentenza potrebbe rappresentare una svolta per la decisione sulla data delle prossime elezioni. Stando alle ultime notizie, infatti, il voto potrebbe tenersi il prossimo aprile, nel caso in cui si decida di anticiparlo il prima possibile; a giugno, come vorrebbe il segretario del centrosinistra, all’indomani degli impegni europei già in programma ma soprattutto, per quanto riguarda le novità per le pensioni, della definizione ufficiale dei Dpcm che dovranno definire le regole di funzionamento di mini pensione e quota 41 e relativi tempi definitivi di entrata in vigore; o alla naturale scadenza dell’attuale legislatura, e dunque nel 2018 come del resta già stabilito. In ogni caso, le elezioni rappresenteranno un momento cruciale per le novità per le pensioni. Ogni schieramento politico, infatti, volendo conquistare consensi ed elettori punterà sulla questione previdenziale come prioritaria, perché rappresenta uno dei tempi più cari ai cittadini.

Iniziano le strategie per vincere le prossime elezioni

Puntare sulle novità per le pensioni, dunque, potrebbe rientrare in una buona strategia di lavoro proprio per vincere le elezioni. Si tratta di una ipotesi confermata dalle ultime notizie che vedono tutti gli stessi schieramenti politici concentrarsi proprio sulle novità per le pensioni come argomento fondamentale: ne è un esempio il centrosinistra, che nel suo processo di riorganizzazione sta puntando particolarmente sul rilancio di misure sociali e novità per le pensioni che siano,però, più profonde rispetto alle attuali novità per le pensioni di quota 41 e mini pensione; il M5S che continua a rilanciare su profonde revisioni delle attuali norme pensionistiche, da un abbassamento a 60 anni dell’età pensionabile per tutti, alla novità per le pensioni di quota 41 per tutti, all’introduzione dell’assegno universale per tutti; e il centrodestra, che insieme a modifiche delle attuali regole previdenziali per quanto riguarda l’età di uscita dal lavoro, punta da sempre su aumenti per tutti delle pensioni più basse. La stessa maggioranza, come riportano le ultime notizie, starebbe già compiendo passi concreti verso ulteriori novità per le pensioni e lo dimostrerebbe l’annuncio da parte del ministro delle Politiche agricole di un nuovo aiuto sociale che potrebbe preannunciare l’assegno universale, da destinare alle famiglie meno abbienti, con un Isee fino a 3mila euro, e del valore compreso, stando a quanto emerge dalle ultime e ultimissime notizie, tra i 350 e i 450 euro. Si tratta di una misura che lo stesso ministro ha detto di voler approvare subito con un decreto d’urgenza.

Ripresa delle discussioni su provvedimenti fondamentali collegati alle novità per le pensioni

In vista delle prossime elezioni, però, potrebbero giocare un ruolo importante anche le approvazioni di provvedimenti che contengono misure collegate alle novità per le pensioni, dal Fondo Indigenza, al Dl sviluppo, al provvedimento che riguarda le norme per l’occupazione dei liberi professionisti, che dovrebbero prevedere novità per quanto riguarda sostegni oggi non in vigore, come nei casi di malattia o maternità, o altri sostegni ancora. Approvarli potrebbe significare un ulteriore passo verso i cittadini che verrebbe decisamente apprezzato. Importanti risultati potrebbero derivare anche dalle decisioni di revisione delle attuali mini pensioni senza oneri e quota 41 orientate verso le richieste che continuano ad arrivare in tal senso da parte degli stessi cittadini, cosa che rappresenterebbe certamente una mossa elettorale.

Riorganizzazione della segreteria del centrosinistra in vista di nuove elezioni

Tra le altre strategie che si stanno definendo proprio in vista delle nuove elezioni, come riportano le ultime notizie, la riorganizzazione della segreteria del centrosinistra. L’intenzione del segretario sarebbe quella di definire novità per i giovani e misure nuove per ricerca e innovazione, partite Iva, novità per le pensioni concrete e che rilancino l’occupazione giovanile, non come le ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, parte del programma che, stando alle ultime notizie, potrebbe essere affidata all’ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Altro nome che potrebbe rientrare nella nuova segreteria è quello dell’attuale ministro alle Politiche agricole Martina, che si occuperebbe anch’egli della definizione del programma, a partire da quel nuovo aiuto sociale già annunciato e che ha dichiarato di esser pronto a firmare.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il