BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Ape Social, Quota 41, Ape Volontaria tra conferme e smentite da Leonardi

Si ritorna a parlare di novità per le pensioni ufficiali con ulteriori spiegazioni da parte del nuovo responsabile Leonardi che conferma e smentisce alcune delle ultime notizie e ultimissime sulle pensioni pur lasciando alcuni dubbi ancora.


Pensioni ultime notizie, novità, Ape Social, Quota 41

Pensioni spiegazioni Ape Social, Ape Volontaria, Quota 41



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:15): Dalle sue affermazioni risultano alcune novità per le pensioni nette e chiare ovvero che le scadenze saranno rispettate smentendo alcune ultime notizie e ultimissime e la conferma dei budget per le novit per le pensioni stesse come l'Ape Social, Quota 41 e Ape Volontaria. Non una banalità visto che in altri settori e argomenti i budget che erano stati stanziati dal bilancio ancora non si trovano concretamente.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:46): Sono abbastanza interessanti le spiegazioni date su alcuni elementi da parte di Leonardi la persona che si dovrà occupare delle novità per le pensioni per l'Ape Social, Quota 41 e Aper Volontaria. Abbiamo preso le sue ultime affermazioni date al Corsera e le abbiamo analizzate confrontandole con le ultime notizie e ultimissime finora ufficiali e qualcosa di nuovo sulle novità per le pensioni c'è, ma anche alcuni dubbi che rimangono.

Nuove conferme e alcune novità per le pensioni da Marco Leonardi che ha rilasciato una intervista al Corsera dove spiega le novità per le pensioni in modo particolare per l'Ape Social, Quota 41 e Ape Volontaria rispetto alle ultime notizie e ultimissime che abbiamo.

La prima conferma e rassicurazioni che Leonardi vuol dare la stessa che aveva dato Nanninici è che le novità per le pensioni saranno pronte per Maggio, senza ritardi come si tema e come avevanmo sottolineato anche noi nelle ultime notizie e ultimissime visti i tanti passaggi che vi sono ancora da da fare tra DCPM, iter Omnibus, trattative banche e assicurazioni e poi i meccanismi organizzativi che saranno a cura dell'INPS.

Ma non ha detto solo questo come novità per le pensioni. Prima di tutto ha spiegato un elemento importante nuovo ovvero che chi non rientrarà per questioni di budget nelle prima lista per le novità per le pensioni come Ape Social, Quota 41 o Ape Volontaria, rimarrà in lista di attesa per il 2018 e ne avrà la priorità da quanto si intende. Sarà un meccanismo che dovrà essere messo nero su bianco nei DCPM e non era stato ancora scritto. 

Al momento sempre in questa ottica di novità per le pensioni, riguarda la domanda non ha parlato nè di requisiti prioritari nè di possibile rifiuto della domanda stessa per non avere ricevuto l'assenso delle banca o dell'assicurazione a cui si è richiesto il sostegno.

Sono, però, elementi come sottolineato nelle ultime notizie e ultimissime che devono essere chairiti ufficialmente nei DCPM e nelle riunioni con gli enti finanziaria.

Tra l'altro una sua affermazione proprio su questo punto lascia aperti i dubbi che avevamo detto in merito al fatto che è il cittadino che deve richiedere agli isitituti e alle assicurazioni il via libera per avere il loro sostegno per l'Ape Social e Ape Volontaria quando dice:

"La procedura sarà questa: il lavoratore che vorrà prendere l’anticipo di pensione, compiuti i 63 anni, dovrà farsi certificare dall’Inps il diritto alla pensione e poi presentare, sempre all’Inps, la domanda di anticipo sotto forma di finanziamento bancario, assistito dall’assicurazione in caso di premorienza"

Quindi, il cittadino richiedente deve presentare la richiesta con già il beneplacito dell'isituto e dell'assicurazione o farà solo richiesta e poi l'INPS gli assegnerà lei stessa un istituto preciso e una assicurazione precisa? Perchè ricordiamo l'idea iniziale, frutto anche di alcune affermazioni nelle ultime notizie e ultimissime, è che è il cittadino che fa richiesta ad una delle banche o assicurazioni che si sono accordati per condizioni agevolate con lo Stato, ma questi enti possono anche rifutare la domanda.

Poi Leonardi conferma anche il numero di chi potrà accede all'Ape Social e Quota 41 anche se i numeri sono più bassi dei 70mila prevista con 25mila persone per quota 41 e 35mila per Ape Agevolata.
Interessante, però, anche in questo caso l'ulteriore novità che spiega ovvero che nel 2018 vi saranno solo 18-20mila richieste potenziali per l'Ape Social con il budget attuale e più o meno le stesse, almeno per le ultime notizie e ultimissime che abbiamo noi, per Quota 41.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



pubblicato il