Bollo Auto 2017: oggi prima scadenza 31 Gennaio 2017. Chi paga il bollo, multe ritardo, esenzioni chi non deve pagare bollo

Il bollo auto 2017 non è una tassa sulla circolazione dei veicoli ma sulla proprietà. Va pagato anche se non si utilizza il mezzo.

Bollo Auto 2017: oggi prima scadenza 31

Chi deve pagare bollo auto 2017



AGGIORNAMENTO: Tutti i proprietari di auto sono chiamati a pagare il bollo auto anche se il mezzo non viene utilizzato. Si tratta, infatti, di una tassa sulla proprietà e non sulla circolazione. Il calcolo della somma da versare cambia sulla base della potenza del veicolo e della regione di residenza. Basta il numero di targa per conoscere online e in maniera anonima e gratuita l'importo richiesto. 

Ultima settimana di tempo per il pagamento del bollo auto 2017 in questo mese di gennaio e per effettuare il calcolo di quanto versare. Sono chiamati a passare alla casa i possessori di auto in cui il bollo è in scadenza a dicembre 2016. Per tutti loro, l'ultimo giorno utile è appunto il 31 gennaio. Il bollo per i veicoli di prima immatricolazione va versato entro il mese di immatricolazione, ma se l'acquisto avviene negli ultimi 10 giorni del mese si può pagare entro il mese successivo a quello di immatricolazione, fermo restando la decorrenza dal mese di immatricolazione.

Si tratta di una tassa automobilistica applicata a tutti i veicoli sul territorio nazionale da versare alla regione in cui è residente il proprietario o il locatario del mezzo. In buona sostanza è una tassa di possesso da pagare indipendentemente dall'utilizzo del veicolo e viene calcolata tutti gli anni secondo le disposizioni regionali su potenza del veicoli in kW e impatto sull'ambiente. In sintesi maggiore sarà la classe di inquinamento (Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4, Euro 5) e minore è la potenza e più bassa è l'imposta da versare.

Chi deve pagare bollo auto 2017 e come fare il calcolo

Tutti i proprietari (e locatari) sono chiamati a pagare il bollo auto 2017 anche se il mezzo non viene utilizzato. Si tratta di una tassa sulla proprietà e non sulla circolazione. Il calcolo della somma da versare cambia sulla base della potenza del veicolo e della regione di residenza. Basta il numero di targa per conoscere online e in maniera anonima e gratuita l'importo richiesto. I simulatori più utilizzati sono quelli messi a disposizione dall'Aci e dall'Agenzia delle entrate sui rispettivi siti Internet. Così come ci sono sconti per i veicoli meno inquinanti, vanno messo in conto rincari per chi possiede auto di grossa cilindrata. Si tratta del superbollo richiesto ai possessori di veicoli con potenza superiore ai 185 kW, per i quali sono previsti 20 euro a kW per ogni kW superiore alla soglia prefissata in caso l'auto sia di nuova costruzione, 12 euro a kW in caso abbia cinque anni di vita, 6 euro a kW nel caso ne abbia dieci e 3 euro a kW dopo 15 anni.

Per pagare il bollo auto 2017 è possibile rivolgersi nelle sedi Aci, agli uffici postali, ai tabaccai convenzionati con Banca ITB e quelli del circuito Lottomatica, alle agenzie di pratiche auto o procedere in modalità ATM (sportello Bancomat) e mediante i servizi di Internet banking. Sono previste commissioni per l'operazione svolta.

Chi non deve pagare bollo auto 2017

Ci sono alcuni casi, variabile da regione a regione, in cui è prevista l'esenzione totale o parziale del pagamento del bollo auto 2017. In linea di massima (ma occorre controllare volta per volta) sono previsti:

  1. esenzione auto per disabili, invalidi e portatori di handicap;
  2. esenzioni temporanee e riduzioni per le auto ibride;
  3. esenzioni temporanee e riduzioni per auto elettriche;
  4. riduzioni per auto alimentate esclusivamente a GPL e Metano;
  5. tassa di circolazione ridotta per veicoli storici ultratrentennali a uso proprio o promiscuo.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il