Pensioni ultime notizie cosa cambia con sentenza Alta Corte per mini pensioni, quota 100, quota 41

Cosa aspettarsi dalla sentenza di domani dell’Alta Corte, ultime notizie su organizzazioni politiche e conseguenze per novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie cosa cambia con

Pensioni novità conseguenze sentenze Alta Corte domani



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:47): I giudici delle leggi hanno ascoltato in udienza pubblica i legali ricorrenti e in tarda mattinata è attesa la sentenza sull'Italicum. In ballo ci sono le regole del gioco della prossima chiamata al voto che è uno snodo decisivo per le novità per le pensioni. Anche se, come trapela dalle ultime e ultimissime notizie, l'appuntamento con le urne potrebbe comunque arrivare solo nel 2018.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:30): Di fatto tutto può succedere la scelta dell'Alta Corte sulla legge elettorale fisserà i tempi del voto che, come spiegato più volte e ricordato dalle ultime e ultimissime notizie, impatterà sulle novità per le pensioni. Ballottaggio e capilista plurimi a rischio e spunta l'ipotesi di un'esortazione al legislatore a rendere omogenei i sistemi di Camera e Senato. E ora vi è il rinvio a mercoledì della decisione, segnale che non la sentenza probabilmente non è facile e non una visione univoca su una scelta comunque delicata e importante.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:45): Non è ancora chiaro quale sarà la sentenza dell'Alta Corte sul sistema di voto e vi sono diversi ipotesi nelle ultime notizie e ultimissime, ma è chiaro che qualsiasi cosa venga decisa si potrà capire meglio cosa ci attende e quali sono le prospettive per le elezioni e di conseguenza per le novità per le pensioni

Domani martedì 24 gennaio si prospetta una giornata decisamente importante che potrebbe rappresentare un’importante svolta decidere quando fissare nuove elezioni o se rimandarle alla naturale scadenza dell’attuale legislatura, cioè nel 2018, come del resto vorrebbe lo stesso presidente della Repubblica. La sentenza di domani dell’Alta Corte potrebbe cambiare un ben po’ di cose, con conseguenze importanti anche sulle questioni principali ancora aperte per l’esecutivo, a partire dal capitolo novità per le pensioni.

Possibili effetti dopo sentenza di domani dell’Alta Corte

Stando a quanto riportato dalle ultime notizie, il pronunciamento dell’Alta Corte di domani, a seconda chiaramente della sentenza che sarà comunicata, potrebbe prevedere diversi scenari: portare alla decisione di andare ad elezioni subito lasciando un proporzionale; decidere per la cancellazione del ballottaggio, che allungherebbe i tempi per il voto, arrivando anche al 2018; confermare i capilista bloccati nei 100 collegi previsti dal sistema di voto in discussione, sostenendo l’intenzione del segretario di controllo dei gruppi del suo schieramento politico nelle Aule anticipando le elezioni tra qualche mese. Da quanto chiaramente si evince, è, dunque, possibile che dopo la sentenza di domani si vada alle elezioni subito o anche a giugno, ma in tal caso, molto dipenderà anche dalla decisione su quando indire la consultazione pubblica sulle norme per l’occupazione. La data della consultazione popolare sulla norma sui buoni lavoro dovrebbe, infatti, tenersi tra il 15 aprile e il 15 giugno e se le elezioni dovessero temersi davvero a giugno la data della consultazione pubblica dovrà essere spostata perché consultazione popolare ed elezioni non possono tenersi nello stesso periodo.

Nuove strategia in vista delle prossime elezioni e conseguenze per novità per le pensioni

Indipendentemente da un quando ufficiale, in vista delle prossime elezioni, i diversi schieramenti politici sono già a lavoro per riorganizzazioni interne, definizione dei programmi e possibili nuove alleanze. Stando alle ultime notizie, il M5S, che continua a rilanciare su importanti cambiamenti delle attuali norme pensionistiche, da un abbassamento a 60 anni dell’età pensionabile per tutti, alla novità per le pensioni di quota 41 per tutti, all’introduzione dell’assegno universale per tutti, al taglio delle elevate pensioni degli alti esponenti istituzionali, potrebbe cercare una nuova alleanza con la Lega e significherebbe una intesa decisamente importante per la ‘battaglia’ di cambiamento delle pensioni, considerando che Lega e M5s condividono da sempre l’intenzione di intervenire in maniera profonda sulle attuali pensioni con novità decisamente più importanti delle attuali novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 che entrambe gli schieramenti politici, tra l’altro, continuano fortemente a criticare. In vista di nuove elezioni, l’ex premier e attuale segretario del centrosinistra si starebbe organizzando per una revisione della sua segretaria, puntando su tempi e argomenti particolarmente importanti come giovai, intellettuali, misure sociali e novità per le pensioni anche per rilanciare l’occupazione. Ma non solo. Concreti passi verso novità per le pensioni si starebbero già vedendo da parte di una maggioranza che, attraverso il ministro delle Politiche agricole, ha annunciato un nuovo aiuto sociale che potrebbe preannunciare l’assegno universale, da destinare alle famiglie meno abbienti, con un Isee fino a 3mila euro, che dovrebbe avere un valore tra i 350 e i 450 euro, e per cui si parla di un decreto d’urgenza. E lo stesso centrodestra, con Forza Italia, sarebbe pronto a rilanciare importanti novità per le pensioni in vista delle prossime elezioni, puntando su un tema da sempre particolarmente caro ai cittadini e sempre sostenuto da questo stesso schieramento politico. In attesa di capire quali, però, saranno gli orientamenti concreti sulle da parte delle diverse forze politiche, si attendono ulteriori ultime notizie dalle discussioni sulla possibilità di anticipare i Dpcm da marzo a febbraio. Cruciali saranno, dunque, i prossimi giorni.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il