BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Ape Social, Ape Volontaria, Quota 41 requisiti, categorie differenti, domanda quando, durata chiarimenti

Requisiti per andare in pensione prima con l’Ape e ultime notizie attese su nuovi chiarimenti relativi alle ultime novità per le pensioni: cosa ci si aspetta


Pensioni ultime notizie ape chiarimenti

Pensioni novità ape domanda tempi requisiti



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:32): Tra i tanti punti da chiarire sulle novità per le pensioni ce n'è uno emerso dalla ultime e ultimissime notizie e riguarda la gestione del Fondo di garanzia, che coprirà l'80% del finanziamento dell'Ape e che opera con garanzia dello Stato. Si sa che è affidata all'Inps sulla base di una convenzione che deve essere però sottoscritta tra l'Istituto di previdenza, il Tesoro e il dicastero dell'occupazione.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:30): Il conto alla rovescia per conoscere le ultime novità per le pensioni è arrivato. In particolare con un decreto del presidente del Consiglio dei ministri devono essere determinati diversi aspetti delle regole dell’Ape sociale, tra cui le caratteristiche specifiche delle attività faticose e, come da ultime e ultimissime notizie, la verifica dei requisiti da parte dei lavoratori.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:15): Si profilano alcune delle risposte sulle novità per le pensioni ai tanti quesiti che le avevano accompagnate e che, almeno per alcuni, permagono ancora nelle ultime notizie e ultimissime. Ma finalmente arriva qualche chiarimento in più, se non ancora del tutto definito, ma importante e credibile perché dato da chi si sta impegnando proprio sulle novità per le pensioni come la durata, quando fare la domanda, le categorie aggiunte potenziali e requisiti modificabili o meno.

Si attendono ancora i Dpcm che, stando alle ultime notizie, potrebbero essere anticipati da marzo a febbraio, con le regole ufficiali di funzionamento delle ultime novità per le pensioni di ape, volontaria, social e quota 41 ad essa collegata ed ulteriori chiarimenti su come e quando inviare la domanda per la richiesta dell’ape, quanto durerà, requisiti richiesti e ulteriori modifiche.

Ape Social, Quota 41, Ape Volontaria

Per lasciare anzitempo la propria occupazione richiedendo l’Ape volontaria bisogna aver raggiunto 63 anni di età e almeno 20 di contributi, si riceverà un anticipo che dovrà poi essere rimborsato agli istituti di credito in 20 anni, subendo una decurtazione sulla pensione finale su cui andranno calcolati anche i tassi di interesse richiesti dagli istituti di credito che erogheranno, attraverso l’Istituto di Previdenza, l’anticipo per permettere al lavoratore di andare in pensione prima. E a questo anticipo sarà collegata anche una polizza assicurative, per cui si attendono ancora le condizioni ufficiali. L’ape social, che azzera tutti i costi richiesti dall’ape volontaria, vale solo per determinate categorie di persone svantaggiate e cioè malati gravi, invalidi, chi è rimasto senza occupazione, a patto che abbia esaurito da almeno tre mesi tutti i sussidi di disoccupazione, e chi è impiegato in occupazioni faticose. Ma non vale tutti coloro appena riportati: i malati gravi che possono chiedere l’ape social e quota 41 sono quelli affitti dalle malattie riportate nella legge 104/1992; per gli invalidi, vale solo per coloro che hanno una percentuale di invalidità superiore al 74%; mentre per gli impegnati in attività faticose, possono richiedere ape social e quota 41 solo addetti all'assistenza personale di persone non autosufficienti; maestre ed educatori di asilo nido; infermieri e ostetriche; lavoratori edili; conduttori di gru, di macchinari mobili per la perforazione nelle costruzioni; spazzini; conciatori di pelli e di pellicce; facchini; autisti di mezzi pesanti e camion; macchinisti e personale viaggiante ferroviario; impiegati addetti alla lavorazione dell’amianto. Per l’ape social per malati e invalidi e chi è rimasto senza occupazione sono richiesti 63 anni di età e 30 anni di contributi che salgono a 36 anni, di cui almeno sei continuativi, per chi svolge occupazioni faticose.

Tempi di presentazione domanda per l’Ape sociale e tempi di durata

Stando alle ultime notizie, in attesa di ulteriori informazioni, le domande di accesso all’ape e alla quota 41 collegata si potranno inviare a partire dal prossimo primo maggio e si potranno presentare esclusivamente online. Si attendono i Dpcm per la conferma di questo periodo, così come si attendono per capire se saranno decisi eventuali criteri di priorità di presentazione della domanda e accesso alla stessa Ape. Ci si chiede, infatti, se, in base a risorse e potenziale platea, chi arriverà prima allora potrà usufruire dell’Ape (per 35mila posti dell'Ape Social e 25mila di quota 41) e chi arriverà dopo dovrà attendere o ne sarà escluso, o se sarà definita una sorta di lista di priorità delle domande presentate. Secondo le ultime notizie riportate da alcuni tecnici della maggioranza, infatti, chi non rientrerà, a causa di problemi di budget, nelle prima lista per Ape volontaria, social e quota 41, dovrebbe rimanere in lista di attesa per il 2018. Per quanto riguarda, invece, la durata, stando alle ultime notizie, nonostante si sia parlato di novità per le pensioni in tre anni, al momento la certezza è che l’ape varrà fino al 31 dicembre 2018 e al termine dell’anno, in base a risultato del primo anno di sperimentazione e alle risorse rimaste, si deciderà se prorogare ulteriormente il meccanismo. Attesi chiarimenti anche sulle condizioni delle polizze assicurativi e sugli eventuali miglioramenti alle attuali novità per le pensioni che potrebbero ancora arrivare e che potrebbero riguardare riduzione della percentuale di invalidità per l’accesso alle social e alla quota 41 dal 75 al 65% ed estensione del criterio di invalidità anche al lavoro e non solo civile; inserimento dei malati di diabete tra coloro che possono richiedere l’ape social; estensione della lista delle professioni faticose per la richiesta di ape social e quota 41 collegata; aumento dei tempi di malattia e non occupazione per l’accesso all’ape social.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il