Pensioni ultime notizie su quota 100, mini pensioni, quota 41 elezioni subito i pro e contro

Pro e contro di elezioni anticipate subito, ultime notizie su eventuali aspettative di cambiamenti e possibili conseguenze per novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie su quota 100, mi

Pensioni novità pro contro elezioni subito



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:12): Sono ore di riflessioni per i principali schieramenti politici, alle prese con la decisione se spingere per le elezioni subito o attendere la fine della legislatura, anche in ottica programma elettorale e novità per le pensioni. Naturalmente la scelta finale spetta al presidente della Repubblica che, da ultime e ultimissime notizie, vuole attendere le motivazioni dell'Alta Corte a sostegno della sentenza sulla legge elettorale.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:38): Andare a elezioni subito o attendere che la legislatura vada a scadenza naturale? Cosa sarebbe meglio per le novità per le pensioni alla luce delle ultime e ultimissime notizie arrivate dall'Alta Corte e la sentenza sulla legge elettorale? Se analizziamo la situazione dal punto di vista dei tempi, il voto in primavera costringerebbe le forze politiche ad accelerare nella definizione di una nuova piattaforma programmatica contenente le novità per le pensioni. Ma rischierebbero di essere poco efficaci per via della mancata formazione di una maggioranza solida con l'Italicum così come riformato. Di contro, rimandare di un anno l'appuntamento con il voto farebbe slittare le proposte di cambiamento, ma il parlamento potrebbe sistemare la legge elettorale e renderla appunto più efficace in termini di possibilità di realizzazione dei programmi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01):  Ad una lettura più immediata e facile, sembra che le elezioni siano l'unica soluzione davvero efficace per delle vere novità per le pensioni che finora sono rimaste abbastanza latitanti. In realtà come dimostrano le ultime notizie con le elezioni subito si fa sicuramente un passo avanti importante per le novità per le pensioni stesse ma non ancora decisivo.

Le discussioni di queste ultime setti mansi stanno concentrando particolarmente sulle elezioni, tra chi chiede di andare al voto subito e chi, come riportano le ultime notizie, vorrebbe rimandare il voto, forse anche alla fine dell’attuale legislatura, attendendo così il 2018. Sono comunque diverse le prospettive attuali in merito e anche le conseguenze della data delle elezioni sulle diverse questioni ancora in discussione, a partire dalle novità per le pensioni. Per quanto riguarda le novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, si attendono i Dpcm con gli accordi con gli istituti di credito per i tassi di interesse che dovranno essere calcolati sulla mini pensione ma anche con le altre regole ufficiali di funzionamento delle stesse mini pensioni e quota 41 , e sembra si sia sulla strada giusta per una loro definizione nonostante i tempi stringano. Ma proprio in riferimento alle novità per le pensioni le elezioni subito potrebbero portare pro e contro.

Ultime notizie sui pro che potrebbero derivare da elezioni subito

Diversi i vantaggi che un voto anticipato subito potrebbe portare per le novità per le pensioni:

•    Tutti gli schieramenti politici rilanciano sulle novità per le pensioni e tutti sono intenzionati a mettere in atto novità per le pensioni decisamente più importanti e profonde rispetto alle attuali mini pensioni e quota 41, per conquistare voti, consensi ed elettori. Se il centrosinistra punta ad un rilancio di misure sociali, insieme ad assegno universale, che sembrerebbe essere stato anticipato da un nuovo aiuto sociale annunciato dal ministro delle politiche agricole, e a novità per le pensioni che possano rilanciare l’occupazione, puntando innanzitutto ad una quota 41 per tutti coloro che sono entrati giovanissimi nel mondo occupazione, le opposizioni e il centrodestra puntano non solo sulla quota 41 per tutti, ma su un abbassamento generale per tutti del’età pensionabile, sull’introduzione dell’assegno universale, ma anche su novità per le pensioni come quota 100 e assegno universale per tutti gli over 50 che sono rimasti senza lavoro ma non possono ancora andare in pensione. A queste misure si aggiungerebbe anche un aumento delle pensioni basse fino a mille euro, come da sempre rilanciato dal centrodestra.
•    Indipendentemente da quando si terranno le nuove elezioni, in ogni caso le attuali novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 continueranno ad andare avanti, come del resto confermano le ultime e ultimissime notizie, e non dovrebbero esserci blocchi. Solo dopo una loro ufficiale definizione, si dovrebbe procedere con ulteriori novità per le pensioni.
•    La certezza di nuove elezioni è che saranno certamente definite novità per le pensioni importanti in vista di nuove elezioni, sia che si tengano entro questo 2017, sia che si tengano il prossimo 2018, magari partendo da quell’assegno universale che inizia a prender forma, perché si tratta di un tema particolarmente caro ai cittadini che permetterebbe di conquistare la fiducia degli italiani.
•    Con elezioni anticipate subito ci si potrà aspettare alcune novità per le pensioni, mentre senza voto potrebbero arrivare novità per le pensioni ma solo minori e non importanti come quelle che ci si potrebbe aspettare con elezioni subito.

I contro per le novità per le pensioni di un voto anticipato subito

Ma, stando a quanto riportano le ultime notizie, insieme ai pro di un voto anticipato subito ci sarebbero anche dei contro.

•    Se andare ad elezioni subito sarebbe fondamentale per un rilancio delle novità per le pensioni importanti, il contro deriverebbe dal fatto che se non ci fosse un vincitore sicuro e non ne risultasse una maggioranza solida capace di attuare le promesse fatte per le stesse novità per le pensioni, il rischio sarebbe quello di andare incontro ad un nuovo malcontento generale che minerebbe la credibilità stessa della maggioranza eletta, portando a nuovo caos;
•    Divisioni interne al centro sinistra, dove si discute di riorganizzazione della segreteria e della creazione di una forza alternativa a quella dell’ex premier, di una sinistra Progressista anticipata dall’ex sindaco di Milano Pisapia e Nuova Sinistra;
•    Divisioni interne al centrodestra, con lo scontro tra i leader di Forza Italia e Lega per primarie e organizzazione del lavoro;
•    Divisioni interne anche al Movimento 5 Stelle, con buona parte del Movimento che guarderebbe di buon occhio la possibile alleanza con la Lega, come emerso dalle ultime notizie.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il