BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie su quota 100, mini pensioni, quota 41 da Scotto, Prodi, Bagnasco

Le ultime posizioni di Prodi, Scotto e Bagnasco su ultime notizie politiche, rilancio di novità per le pensioni e assegno universale


Pensioni ultime notizie Prodi Scotto Bagnasco

Pensioninovità ultime affermazioni Romano Prodi



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:40): Nei sondaggi appena aggiornati nessuno risulta essere un vero vincitore anche se gli schieramenti più forti, pur non affermandolo chiaramente, ritornano ad ambire al 40% ma nessuno andando oltre le ultime notizie e ultimissime, sa di potercela fare. E dunque ritornano come nella prima repubblica l'importanza fondamentale delle coalizioni e alleanze e nel Palazzo si ritorna a parlare di un nuovo Ulivo di cui padre putativo potrebbe essere Prodi, ma mosso più da Cuperlo, Sperenza e soprattutto Pisapia e Boldrini che sarebbe uno schieramento molto interessante per le novità per le pensioni.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:01): Le coalizioni saranno molto importanti anche perchè è difficile che si raggiunga il 40% delle preferenze. A questo punto potrebbe ritornare fondamentale il ruolo di un nuovo Ulivo e non a caso i nomi di Prodi e Scotto escono nelle affermazioni delle ultime notizie e ultimissime e per l'ultimo in particolare anche sulle novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:10): Le posizioni sulle novità per le pensioni sia di chi può effettivamente incidere nel proporre cambiamenti e sia degli osservatori esterni, devono essere ora settate sulla base delle ultime e ultimissime notizie relative alla sentenza dell'Alta Corte sulla legge elettorale. Almeno dal punto di vista dei tempi, le prospettive mutano nel caso di voto in tempi brevi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:34): Non è affatto un caso che a tutti i livelli le novità per le pensioni siano un argomento di discussione e confronto. Non solo a quelle politico, tra ex leader e figure emergenti pronti a indicare la strada da percorrere. Ma anche a quello religioso, come abbiamo appena visto con le ultime e ultimissime notizie. In fin dei conti, quella delle novità per le pensioni è in prima battuta una questione sociale.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): E' un continuo ripetersi, ma proprio rileggendo le affermazioni sulle novità per le pensioni si capisce che è un tema davvero centrale e che ognuno vuole dire la sua anche chi è più esterno alla istituzioni e agli schieramenti come Prodi o addirittura il Cardinale Bagnasco. E chi vuole farsi spazio ora, come Scotto si focalizza anche lui sulle novità per le pensioni.

Il centrosinistra si riorganizza in vista di nuove elezioni: le ultime notizie riportano i primi passi del segretario dello schieramento verso una nuova segreteria ma anche la contestuale intenzione di membri della maggioranza di dar vita ad una forza di sinistra alternativa a quella dell’ex premier.

Ultime notizie su posizioni di Prodi ed effetti su novità per le pensioni

Le ultime notizie riportano un ritorno sulla scena politica dell’ex premier Romano Prodi pronto a riunire la sinistra in un momento politico in cui tutto sembra disgregarsi, posizione condivisa da altri esponenti della sinistra, dalla presidente della Camera, all'ex sindaco di Milano che, tra l'altro, stando a quanto riportano le ultime notizie, ha avviato un processo di creazione di una sinistra progressista, alternativa alla forza dell'ex premier. Prodi, in questi mesi, ha più volte spiegato la necessità di ricompattare lo schieramento e lavorare per il bene comune. E per farlo, secondo Prodi, bisogna partire da:

  • ristabilire equilibri sociali per riportare eguaglianza tra tutti, con aiuti sociali per chi vive in grosse difficoltà economiche, in modo da distribuire adeguate risorse anche a chi non ne ha;
  •  novità per le pensioni per dare nuovo impulso all’occupazione giovanile da una parte, e permettere ai lavoratori più anziani, e stanchi, di lasciare anzitempo la propria occupazione;
  • ridefinizione di equilibri politici interni.

Le ultime posizioni di Scotto e conseguenze per novità per le pensioni

In un momento di riorganizzazione generale della sinistra, il capogruppo della ex Sel Arturo Scotto si prepara a candidarsi per la segreteria di Sinistra Italiana contro il ‘collega’ di Sel Nicola Fratoianni. Scotto ha affermato di voler riunire uno schieramento politico ormai troppo diviso, andando oltre l’organizzazione dell’ex premier, impegnandosi per una comune ricostruzione di una forza, come da lui definita, ‘della cultura e della conoscenza’ e che sia all'altezza delle sfide ereditate dalla crisi, da quelle sociali, con una indigenza crescente e un tasso di disoccupazione giovanile ancora troppo elevato, a quelle politiche, di totale disgregazione. E’ chiara la posizione di Scotto anche a sostegno di novità per le pensioni, più importanti delle attuali mini pensioni e quota 41, che sarebbero importanti per il rilancio dell’occupazione giovanile e l’intera economia, in generale, in un’ottica ben più ampia di rilancio della crescita del nostro Paese. Punti salienti da cui, secondo Scotto, bisognerebbe ripartire sono:

  • novità per l’occupazione;
  • nuove e importanti tutele e novità per le pensioni che siano da stimolo ad un rilancio del mercato del lavoro per i più giovani, oggi tagliati del tutto fuori da questo mondo;
  • introduzione dell’assegno universale;
  • misure per il mondo femminile;
  • rilancio degli investimenti;
  • provvedimenti a sostegno dell’ambiente.

Le ultime affermazioni di Bagnasco e conseguenze per novità per le pensioni

A spingere per l'introduzione dell'assegno universale anche, inaspettatamente, il cardinal Bagnasco, che ha spiegato come in dieci anni, cioè dall’inizio della crisi, le persone che vivono in condizione di indigenza assoluta in Italia sono aumentate del 155% e sono passate da 1milione ed 800mila del 2007 a 4milioni e 600mila di oggi. Ma ciò che Bagnasco sottolinea è che al di là di questi numeri bisogna considerare le storie delle centinaia di famiglie che oggi si ritrovano a vivere in condizioni di grandi difficoltà. E’ stato lo stesso Bagnasco a invitare i vescovi a prestare attenzione all’introduzione del nuovo Rei, Reddito d’Inclusione, annunciato dal ministro delle Politiche agricole e che sembra anticipare l’assegno universale, e del nuovo piano per contrastare l’indigenza.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il